Donne e scienza, contro i preconcetti arriva For Girls in Science

Di Veronica Adriani.

Fondazione L'Oréal e il Museo Leonardo da Vinci insieme per abbattere i preconcetti sul binomio "donne e scienza". Madrine d'onore, 3 giovani laureate

DONNE E SCIENZA: I PRECONCETTI DA ABBATTERE

Francesco Facchinetti e le tre Ambasciatrici della Scienza in un momento dello show interattivo "For girls in Science"
Francesco Facchinetti e le tre Ambasciatrici della Scienza in un momento dello show interattivo "For girls in Science" — Fonte: photo-courtesy

Secondo diverse ricerche, i primi ostacoli per le ragazze nel mondo della scienza nascono nelle scuole superiori. Due dati a conferma vengono da un'indagine condotta da Boston Consulting Group nel 2014:

  • Il 33% delle ragazze che ha seguito studi superiori in ambito scientifico non ha beneficiato del sostegno dei professori, a fronte del 19% dei ragazzi
  • Ben il 70% degli italiani ritiene che le donne non siano in grado di ricoprire incarichi di alto livello nel mondo scientifico

Se è vero che metà degli studenti di scuola superiore sono ragazze, è anche vero che guardando i singoli dati si scopre che la presenza femminile nei percorsi STEM sia molto inferiore rispetto a quella maschile:

  • Quota femminile Licei Scientifici Italia – 42,1%
  • LiceoArtistico – 68,5%
  • Ist. Tecnici – 16,4%
  • Ist. Professionali – 21,5%

LAVORO: PRESENZA FEMMINILE NEL MONDO SCIENTIFICO

Una campagna #Eufactor dimostra come come, a fronte di ben 2,3 Milioni di posti di lavoro vacanti nel campo delle STEM in Europa tra il 2013 e il 2025, la percentuale di lauree scientifiche in Italia sia pari a solo 1,36% contro un dato Europeo pari a 1,87%.

In Italia, meno del 35% delle posizioni tecnico-scientifiche sono occupate da donne (31,7%) con un tasso che si posiziona come il più basso in Europa.

FOR GIRLS IN SCIENCE: A SOSTEGNO DI DONNE E SCIENZA

il programma For girls in science nasce nel 2014 proprio per rispondere a questo gap, condizionato da preconcetti e stereotipi di genere che possono influenzare negativamente ambizioni e talenti delle giovani studentesse nel settore scientifico.

Gli incontri con le scuole medie e superiori iniziati in Francia con il sostegno del Ministère de l’Education Nationale, hanno portato al dialogo fra circa 50.000 studentesse e oltre 170 ambasciatrici promotrici di una diversa visione sul binomio "donne e scienza".

FOR GIRLS IN SCIENCE IN ITALIA

Tre anni dopo, nel novembre 2017, il programma sbarca in Italia, promosso ancora una volta da Fondazione L'Oréal insieme al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.

For girls in science si presenta come uno show itinerante che ha lo scopo di coinvolgere i ragazzi e le ragazze con un linguaggio a loro vicino, evidenziando gli squilibri di genere presenti nel mondo della scienza e facendoli riflettere su preconcetti e paure che loro stessi proiettano sulle possibilità di studio e di carriera scientifici.

A presentare lo show è Francesco Facchinetti, mentre a portare la loro testimonianza saranno tre giovani Ambasciatrici delle scienze, selezionate fra brillanti studentesse universitarie e ricercatrici italiane ed educate a un training su comunicazione, public speaking e dialogo coi più giovani:

  • Maria Enrica Di Pietro, 31 anni, laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche presso l’Università della Calabria, ricercatrice post-dottorale presso il Karlsruhe Institute of Technology in Germania e vincitrice del Premio “L’Oréal Italia per le Donne e la Scienza” nel 2014,
  • Caterina Mogno, 25 anni, laureata in Fisica presso l’Università degli Studi di Padova
  • Carlotta Teruzzi, 24 anni, laureata in Scienze Biologiche presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca