Maturità 2024: cos'è il documento del 15 maggio e perché è importante

Maturità 2024: il documento del 15 maggio è importantissimo tanto per la commissione quanto per i candidati all'esame

Maturità 2024: cos'è il documento del 15 maggio e perché è importante
getty-images

Maturità 2024

Fonte: getty-images

Tutte le informazioni utili maturità 2024, dalle materie affidate ai commissari esterni alle novità per l'orale, sono state delineate di recente dal MIM. Gli studenti, ora che sono a conoscenza delle discipline insegnate ai commissari esterni, attendono di sapere quali saranno i docenti interni scelti per valutare i loro esami. 

Documento del 15 maggio: cos'è e perché è importante

Come sappiamo l'orale della maturità partirà da uno spunto deciso dalla commissione, scelta che deve essere coerente con i contenuti individuati nel documento del 15 maggio. Il documento del 15 maggio esplicita i contenuti, i metodi, i mezzi, gli spazi e i tempi del percorso formativo, i criteri, gli strumenti di valutazione adottati e gli obiettivi raggiunti, nonché ogni altro elemento che lo stesso consiglio di classe ritenga utile e significativo ai fini dello svolgimento dell’esame.

Non solo dal documento del 15 maggio si prende spunto per la predisposizione dei materiali da assegnare ai candidati per l'avvio dei colloquio, ma vengono indicati anche gli altri argomenti su cui potranno fare domande, in sede di colloquio, sia i commissari interni che gli esterni. Il documento deve essere redatto dal consiglio di classe entro il 15 maggio e all'interno devono essere indicati gli obiettivi specifici di apprendimento e i risultati di apprendimento oggetto di valutazione specifica per l’insegnamento trasversale di Educazione civica.  

Come funziona l'esame di maturità 2024: guarda il video

Un consiglio in più