Diversi modi di dire che "fa caldo": video spiegazione di afoso, torrido e canicolare

Esistono tre modi diversi per dire che fa molto caldo: afoso, torrido e canicolare. Che differenza c'è tra questi termini? Scoprila in questo video di 1 minuto

Diversi modi di dire che
getty-images

Afoso, torrido e canicolare

L’aggettivo afoso descrive il clima in zone caratterizzate da aria umida e calda, tipica della stagione estiva in regioni poco ventilate. Afoso è quindi quel caldo opprimente a causa dell’afa, ossia un’aria asfissiante e soffocante che rende difficoltoso respirare.

Qual è la differenza con torrido? Questo termine proviene dal latino torridus derivato di torrēre, ovvero “disseccare” o “asciugare”. Torrido viene usato per esprimere un caldo secco, intenso e ardente. È torrido difatti tutto ciò che è praticamente bruciato per il gran caldo.

Infine, abbiamo canicolare. Questo aggettivo per estensione significa caldissimo, precisamente vuol dire proprio della canicola.

La canicola è il periodo più caldo dell’anno, compreso tra la seconda metà di luglio e la prima metà di agosto. Mentre le ore canicolari sono le ore più calde della giornata durante questo lasso di tempo.

@studenti.it

Guarda anche le altre mini lezioni di italiano

Un consiglio in più