Dissoluzione dell'Unione Sovietica | Video

Di Redazione Studenti.

Dissoluzione dell'Unione Sovietica: Andrea Borello, in questo video, ci spiega cosa è successo all'URSS tra il 1985 e il 1992

DISSOLUZIONE DELL'UNIONE SOVIETICA

La dissoluzione dell'Unione Sovietica: guarda la video spiegazione con Andrea Borello
La dissoluzione dell'Unione Sovietica: guarda la video spiegazione con Andrea Borello — Fonte: redazione

Da seconda potenza del mondo a crollo totale: così possiamo riassumere la dissoluzione dell'Unione Sovietica, che possiamo far partire dal 1985, dopo l'elezione di Michail Gorbacev, che diede avvio a una nuova fase storica inedita nella storia dell'URSS. Cercò di rinnovare il paese dal punto di vista economica e combatté la criminalità con la trasparenza. 

Nel 1988 Gorbacev decise di consentire ai cittadini di ascoltare le trasmissioni straniere non controllate, quindi, dallo Stato. Questa politica di liberalizzazione portò alla fine dell'autoritarismo, della repressione dei dissidenti e a una forte dimunuzione delle tensioni della Guerra Fredda e delle pressioni a cui era sottoposta l'URSS. 

Ma dall'altro vennero fuori i problemi sociali ed economici della Federazione che fino ad allora erano stati nascosti. L'URSS si rivelò come un gigante dai piedi d'argilla, emersero le disparità, l'odio razziale, le spinte indipendentiste dei popoli del territorio, sterminato, sovietico. Molte popolazioni della Federazione chiedero a Mosca l'indipendenza e Gorbacev scelse di assecondare questo processo di liberalizzazione. 

Nel 1990 ci furono le elezioni multipartitiche, dopo decenni in cui si presentava solo quello comunista. Tutte le 15 repubbliche che componevano l'URSS tennero le prime libere elezioni. In particola Lituania, Moldavia, Estonia, Lettonia, Armenia e Georgia - gli stati in cui il partito comunista era stato sconfitto, iniziarono a proclamare la loro sovranità nazionale e rivendicando il controllo sul proprio governo economico. L'11 marzo 1990 la Lituania dichiarò la propria indipendenza ma l'URSS mise in atto una sorta di embargo e mantenne lì le truppe. 

Gorbacev sciolse il patto di Varsavia, che legava militarmene tutti i paesi sovietici e provò a trasformare l'URSS in una sorta di unione di repubbliche indipendenti. Per fermare Gorbacev venne organizzato un colpo di stato il 18 agosto 1991, venne organizzato un comitato generale sullo stato di emergenza. Dopo tre giorni il colpo di Stato fallì e gli organizzatori, alte cariche statali, furono arrestati. 

Il 1 dicembre 1991, l'80% della popolazione ucraina chiese l'indipendenza dall'URSS. L'8 dicembre 1991, con gli accordi di Belaveza, i capi di Stato di Russia, Ucraina e Bielorussia sancirono la fine dell'Unione Sovietica. A fine dicembre Gorbacev rassegnò le dimissioni e il potere passò in mano a Boris El'cin. Il 31 dicembre la dissoluzione dell'URSS divenne ufficiale e il 1 gennaio del 1992 l'Unione Sovietica non esisteva più. 

GUARDA IL VIDEO CON ANDREA BORELLO

Gli altri nostri video di storia e le biografie: 

  • Giornata della memoria
    Che cos'è e cosa rappresenta
  • Primo Levi
    Biografia e opere di uno dei più importanti autori del Novecento
  • Oskar Schindler
    Biografia e storia della Schindler's List, con cui l'imprenditore salvò tra i 1000 ed i 1300 ebrei dall'olocausto
  • Hitler
    Guarda il video sulla vita, l'ascesa e la morte del dittatore della Germania che stravolse il Novecento
  • Albert Einstein
    Vita, scoperte e curiosità del fisico tedesco che vinse il premio Nobel per la Fisica nel 1921. Video a cura di Andrea Borello
  • Galileo Galilei
    Guarda il video che ripercorre la vita e le scoperte dello studioso italiano
  • Maria Antonietta
    Chi era Maria Antonietta e perché era così odiata dal popolo francese? 
  • Anna Frank
    La storia della ragazza ebrea tedesca che ha scritto le sue memorie nel diario diventato testimonianza dell'Olocausto 
  • Benito Mussolini
    Vita, ascesa politica e fine