Dimmi che memoria hai e ti dirò come studiare velocemente

Di Valeria Roscioni.

Quale tipologia di memoria utilizzi di più? Saperlo significa studiare meglio e in meno tempo. Scopri quale di questi profili ti corrisponde

COME STUDIARE IN FRETTA

Come studiare in fretta
Come studiare in fretta — Fonte: istock

Non tutti abbiamo le stesse capacità di memorizzare perchè non tutti abbiamo la stessa tipologia di memoria: c’è chi riesce a ricordare alla perfezione tutte le date del mondo (ma poi magari può guardare mille volte un quadro senza riuscire a memorizzarne i colori), chi al primo ascolto sa già le parole di una canzone e chi, ancora, dopo uno sguardo ad un codice a barre riesce a trascriverlo serenamente a memoria.

Perché? Non è semplicemente una questione in stile “il mondo è bello perché è vario”, ma è un fatto scientifico: la memoria, infatti, è influenzata da elementi affettivi, dal tipo di informazioni che vanno ricordate e, come sostenne Sigmund Freud, anche da meccanismi di difesa che portano a ricordare o rimuovere eventi e informazioni.
Ogni giorno, dunque, senza rendercene conto mettiamo a frutto le informazioni che derivano dall’utilizzo delle varie tipologie di memoria che possediamo facendo maggior affidamento su quella che abbiamo più sviluppata.

Ascolta su Spreaker.

METODI PER STUDIARE E MEMORIZZARE IN FRETTA

Capire quale tipo di memoria è quella che preferisci può essere un vero e proprio asso nella manica da giocare per riuscire a studiare bene, in fretta e con un minimo sforzo. Qui sotto troverai cinque profili: scopri qual è quello che ti corrisponde e segui i nostri consigli, risparmierai tempo e i tuoi voti miglioreranno!

TIPI DI MEMORIA

  • Memoria procedurale o implicita
    Riguarda sia gli schemi emozionali relazionali tipici del tuo carattere (le reazioni che si ripetono nel tempo) che i comportamenti appresi come guidare, sciare o andare in bici. Se hai sempre avuto facilità ad apprendere e a ricordare queste cose, quando studi ti consigliamo di non soffermarti solo sull’orale abbinando ad un gesto pratico (uno schema, una sottolineatura particolare, una serie di esercizi) tutto ciò che vuoi tenere a mente.

  • Memoria semantica
    Riguarda gli elementi appresi una volta per tutte e fa in modo che la tua mente funzioni come un dizionario abbinando ad ogni cosa una precisa definizione.  Avere questo tipo di memoria particolarmente sviluppato è un bel vantaggio (puoi ricordare date e definizioni con grande facilità) ma devi fare attenzione a non puntarci troppo altrimenti rischi di avere in testa solo nozioni isolate che non riesci ad argomentare. Perciò prima di chiudere il libro assicurati di avere una buona visione d’insieme.

  • Memoria iconica
    Riguarda la capacità di fissare elementi visuali nella memoria recente ed è probabilmente collegata alle brevi immagini registrate sulla retina dopo uno stimolo visivo. Per capire è questa la tua tipologia di memoria dominante fissa una sequenza alfanumerica per un minuto e fai caso a quanta parte di questa riesci a mantenere nella memoria.  Se il test dà un risultato positivo devi tenere a mente due cose: la prima è che questo tipo di ricordo durerà molto poco (quindi non puoi farci affidamento mentre studi), la seconda è che se dai un’occhiata ad una formula poco prima di chiudere il libro per il compito hai il tempo per trascriverla senza problemi (e senza copiare) anche sul foglio (magari di brutta!).

  • Memoria fotografica
    Riguarda la capacità di conservare tutte le impressioni visive. Se dopo aver guardato un quadro riesci a descrivere molto bene sia i suoi colori che ciò che rappresenta, allora è probabile che quando studi ti rimanga impressa la pagina del libro o del quaderno. Per sfruttare al massimo questa capacità l’ideale è fare degli schemi utilizzando colori diversi e espedienti grafici di vario tipo (per esempio potresti cerchiare le date) per rendere indelebili nel tuo cervello nomi e concetti chiave.

  • Memoria uditiva
    Riguarda la facilità di immagazzinare sequenze sonore. In altre parole, se per te è molto più facile ricordare il timbro di voce di una persona piuttosto che per filo e per segno tutti i suoi lineamenti significa che hai una memoria uditiva. Questa è in realtà un’ottima notizia perché significa che cominci ad apprendere semplicemente stando attento in classe. A casa, invece, ricordati di leggere e/o di ripetere a voce alta.