Differenze tra Realismo e Naturalismo

Di Redazione Studenti.

Realismo e Naturalismo nell'arte e nella letteratura: le principali differenze tra i due movimenti nati in Francia nel XIX secolo. Caratteristiche ed esponenti

Introduzione

Colazione sull'erba di Manet
Colazione sull'erba di Manet — Fonte: ansa

Realismo e Naturalismo sono due movimenti artistici nati in Francia nel XIX Secolo; Il Realismo nasce attorno alla metà del secolo da una derivazione del movimento positivista e vuole cogliere la realtà sociale in tutta la sua cruda realtà.

Il Naturalismo deriva dal Realismo e nasce attorno agli Settanta del secolo. Questo movimento si diffuse anche in Italia, prendendo il nome di Verismo.

Per analizzare le differenze, suddividerò i due movimenti nelle due espressioni artistiche principali: l'arte pittorica e la letteratura.

Realismo nell'arte

"Ho voluto essere capace di rappresentare i costumi, le idee, l'aspetto della mia epoca secondo il mio modo di vedere, fare dell'arte viva, questo è il mio scopo". Con queste parole Gustave Courbert, il più grande esponente del Realismo nella pittura, illustra la sua arte.

Lui e gli altri pittori realisti si propongono di fotografare la realtà sociale dell'epoca in cui vivono: la Rivoluzione industriale, l'inizio delle rivolte di classe. Per fare questo si accentuano i dati di fatto e si abbandonano le allegorie, che mascherano inutilmente la realtà di fatto. Questo movimento si diffonderà anche in altri paesi, in Italia trova vari esponenti, come Giuseppe Pellizza da Volpedo.

Naturalismo nell'arte

I naturalisti, a differenza dei realisti, sono ancora più fedeli al rigore scientifico. Per loro la rappresentazione della natura e della realtà deve essere completamente scevro di opinioni personale o influenze oggettive. Risulta così un'arte più distaccata, e meno polemica rispetto al Realismo.

I soggetti dipinti sono paesaggi campestri e urbani con le persone e gli animali che vi vivono. Per i naturalisti sono vani gli sforzi dell'uomo di contrapporsi alla natura. Grandi esponenti sono: Théodore Rousseau ed Edouard Manet. In Italia questo movimento si sviluppa indipendentemente rifacendosi ai "Macchiaioli".

Realismo nella letteratura

La letteratura realista nel tentativo di rappresentare la realtà nella sua interezza, in modo concreto e obiettivo, eliminando o riducendo al minimo il soggettivo, si fa attenzione in particolare alla realtà concreta sociale e storica. Si preferisce la forma del romanzo, in particolare con l'utilizzo del narratore onnisciente, che racconta una storia avvincente seppur verosimile; questo espediente letterario guida il lettore e soddisfa l'intento pedagogico degli autori, in particolare: Gustave Flaubert, Honoré de Balzac, Lev Tolstoj, Charles Dickens, etc. . .

Naturalismo nella letteratura

Il Naturalismo vuole descrivere la realtà psicologica e sociale senza alcun elemento romanzesco con oggettività, utilizzando i metodi usati nelle scienze naturali: lo studio dell'uomo è imprescindibile dallo studio dell'ambiente in cui vive, del momento storico in cui vive.

Questa corrente letteraria ha una particolare attenzione per le classi meno abbienti (proletariato) e si pone lo scopo di migliorare la società (funzione sociale).

Questi temi sono espressi da uno dei più grandi esponenti del naturalismo francese, Emile Zola: "Ecco ciò che noi abbiamo visto, osservato e spiegato in tutta sincerità; ora spetta ai legislatori far nascere il bene e svilupparlo, lottare contro il male per estirparlo e distruggerlo".

Conclusione

Si osserva che le differenze fra le due correnti sono molto sottili, entrambe si discostano dalla corrente Romantica, molto diffusa all'inizio del XIX secolo: il romanziere non è più il letterato il cui fine ultimo è la ricerca della bellezza, della poetica, ma piuttosto un letterato scienziato, che ha una funzione ben precisa nella società in cui vive, quella di indagare e osservare il mondo per quello che è.

Alti contenuti sul Realismo e sul Naturalismo

Ascolta il podcast sul Realismo, naturalismo e verismo

Ascolta su Spreaker.