Differenza tra socialismo e comunismo

Di Redazione Studenti.

Cosa sono socialismo e comunismo e qual è la differenza tra i due? Ecco una guida che ti illustra caratteristiche, analogie e differenze.

Socialismo e comunismo: introduzione

Socialismo e comunismo
Socialismo e comunismo — Fonte: getty-images

Il comunismo e il socialismo sono nati entrambi nel contesto della rivoluzione industriale e in gran parte come risposta ad un periodo in cui gli imprenditori diventavano estremamente ricchi, sfruttando i loro lavoratori. Attraverso diversi processi, entrambe le filosofie consideravano la situazione attuale insostenibile e alla fine tramite delle pressioni sociali ci furono dei cambiamenti drastici. Contrariamente a quanto molti penserebbero, non è mai esistito uno stato puramente comunista da quando è stata creata la filosofia. L'Unione Sovietica, la Cina, il Vietnam, Cuba e la Corea del Nord sono gli esempi più vicini, anche se nessuno di essi ha pienamente raggiunto (o ha ancora raggiunto) una struttura puramente comunista. Analogamente, il socialismo non è mai stato pienamente adottato in nessun paese da quando è stata creata la filosofia. Alcuni paesi come Norvegia, Svezia, Francia e Canada hanno molte politiche socialiste (come l'assistenza sanitaria gratuita e un ruolo dominante del governo in molti servizi condivisi) ma hanno ancora strutture e tradizioni capitaliste molto forti. Ecco a seguire quali sono le differenze tra socialismo e comunismo.

I compensi

La differenza fondamentale è che:

  • Sotto il comunismo gli individui sono forniti o compensati in base ai loro bisogni;
  • La centralità del socialismo è che gli individui sono compensati in base al loro contributo individuale, quindi le persone che lavorano più duramente o in modo più intelligente riceveranno più di quelle che non contribuiscono.

Questa differenza evidenzia un difetto chiave nel modello comunista, in cui nessuno ha alcuna motivazione a lavorare più duramente o in modo più intelligente in quanto non avrebbe alcun impatto o beneficio.

La proprietà

Il comunismo considera tutte le proprietà come pubbliche e di fatto; non esistono proprietà personali o oggetti posseduti da individui. Nel socialismo invece, tutte le capacità industriali e produttive sarebbero possedute e gestite in modo condiviso dal governo.

  • Il socialismo è al centro di una filosofia economica;
  • il comunismo è economico e politico nella sua esigenza.

La religione

Il comunismo rifiuta ogni religione che effettivamente abolisce. Nel socialismo è consentita la libertà di religione, sebbene alcune interpretazioni la considerino una promozione del secolarismo nella sua natura (anche se la religione non è effettivamente vietata).

Le classi sociali nel comunismo e nel socialismo

Il comunismo vede la completa abolizione delle distinzioni di classe poiché tutti vengono trattati allo stesso modo. Il socialismo ne vede una diminuzione, ma le distinzioni di classe continuerebbero ad esistere in quanto vi è la capacità per alcuni di ottenere più ricchezza di altre.

Il capitale

Il comunismo vede la transizione dal capitalismo come una rivoluzione violenta in cui il sistema esistente viene effettivamente distrutto, mentre gli operai insorgono contro le classi medio-alte.
Il socialismo vede piuttosto una transizione graduale dal capitalismo attraverso processi legali e politici che vedono che tutti sono trattati in modo equo alla nascita. Le persone avrebbero comunque la capacità di eccellere e di entrare nell'equivalente della classe media, ma i loro figli dovrebbero lavorare tanto quanto hanno fatto per ottenere lo stesso risultato.

Ascolta su Spreaker.

Altri contenuti su capitalismo e socialismo