Didattica a distanza e regole di comportamento: come fare e quando rischi la bocciatura

Di Marta Ferrucci.

Il ritorno alla didattica a distanza ha imposto la definizione di regole chiare che gli studenti devono rispettare nel corso dell'anno scolastico. Ecco tutto quello che devi sapere su didattica a distanza e regole di comportamento per evitare brutte sorprese

Le regole del Ministero e dei presidi sulla DAD, per evitare brutte sorprese

Rispetto delle regole, a casa come a scuola. E' questa, in sintesi, la linea che deve guidare i comportamenti degli studenti impegnati nella Didattica a distanza perché, se qualche mese fa la Dad poteva sembrare una breve parentesi, ad oggi non sappiamo quando finirà la pandemia da covid ne' fino a quando prevarrà sulla didattica in presenza. 
Il Miur ha quindi individuato delle linee guida - poi fissate dai singoli presidi - per le lezioni che avvengono in modalità web affinchè, anche così, l'istruzione venga presa con la serietà che merita. 

NOVITÀ: da oggi puoi seguire senza consumare i giga

Nuove regole per la Didattica a distanza: dal comportamento al rispetto della privacy

Quali sono le nuove regole a cui devono attenersi studenti e professori? Vediamole qui di seguito:

  • E' richiesto di collegarsi qualche minuto prima dell'inizio della lezione così da essere pronti all'avvio e non disturbare entrando in ritardo.
  • All'inizio di ogni lezione si fa l'appello: le assenze vengono registrate.
  • Il limite massimo delle lezioni online che si possono perdere è del 25% (come nella didattica in presenza). Superare questo limite significa rischiare di non essere ammessi allo scrutinio finale e quindi di essere bocciati.
  • Se si entra nella lezione web in ritardo ci si scuserà via chat, non attraverso il microfono che disturba e interrompe la lezione in corso.
  • Gli studenti non devono usare nickname ma il nome in chiaro, per facilitare il lavoro dei docenti.
  • Il microfono dello studente va tenuto disattivato se - nel luogo da cui si è collegato - ci sono rumori di fondo o altri elementi che possano disturbare la lezione.
  • Nella postazione davanti al pc come al banco in classe si sta composti e attenti: no alla colazione o merende nel corso delle lezioni.
  • Anche nella Dad è richiesto un abbigliamento consono alla situazione: non è ammesso mostrarsi in pigiama, con i capelli spettinati...
  • Le lezioni passano da 60 minuti a 40-45 minuti per poter inserire pause e consentire di far riposare gli occhi.
  • E' vietato usare il cellulare durante le lezioni.
  • La telecamera del dispositivo dovrà inquadrare il primo piano dello studente senza mostrare eccessivamente l'ambiente in cui si trova. Questo per rispettare la privacy sua e delle persone che si dovessero trovare nello stesso ambiente.
Nuove regole per la didattica a distanza che incidono anche sul voto finale
Nuove regole per la didattica a distanza che incidono anche sul voto finale — Fonte: getty-images