Dialogo della Moda e della Morte di Giacomo Leopardi: analisi del testo e riassunto

Di Redazione Studenti.

Analisi del testo e breve riassunto del Dialogo della Moda e della Morte di Giacomo Leopardi, tratto dalle Operette Morali del 1824

DIALOGO DELLA MODA E DELLA MORTE

Giacomo Leopardi, autore delle Operette morali
Giacomo Leopardi, autore delle Operette morali — Fonte: getty-images

Il Dialogo fra la Moda e la Morte di Giacomo Leopardi è un brano tratto dalle Operette morali del 1824. Leopardi utilizza la tipica forma del dialogo illuminista personificando due entità astratte: la Moda e la Morte.

L’opera ha un tono prevalentemente comico, ed è composta da una serie di battute dal contenuto lugubre. La moda e lo scheletro che rappresenta la Morte volano uno accanto all'altra e parlano delle sorti degli uomini, che tengono totalmente nelle loro mani.

Ascolta su Spreaker.

LEOPARDI E LA MODA

Leopardi, che guarda con sfiducia e irritazione ai tempi a lui contemporanei e non vede positivamente la società della produzione industriale e dei consumi, considera la moda simbolo di apparenza e vanità tipiche del consumismo.

Secondo il poeta, le mode si susseguono continuamente, perché una moda, per affermarsi, deve aspettare che muoia quella che l'ha preceduta. Ecco perché per leopardi la Moda e la Morte sono sorelle: perché sono entrambe immortali ma figlie della caducità.

DIALOGO DELLA MODA E DELLA MORTE, RIASSUNTO BREVE

La Moda chiama la Morte, che le dice che andrà da lei quando sarà il momento. L'altra replica di essere immortale. La Morte vuole che la Moda si allontani, ma lei replica che è sua sorella.

La Morte inizialmente non l'aveva riconosciuta perché cieca, poi mostra di non ricordarsi di lei perché è nemica capitale della memoria. La Moda spiega alla Morte che entrambe decidono del destino dell'umanità: la Morte uccidendo e la Moda imponendo tendenze. La Moda fa degli esempi sulle nuove tendenze imposte agli uomini e che possono causare malattie e morte; dice quindi alla Morte che è merito suo se c'è ancora la moda di morire, altrimenti non morirebbe più nessuno. La Moda ha messo al mondo tali ordini e costumi che la vita stessa è più morta che viva.

In chiusura la Moda afferma che molti uomini si sono vantati di essere immortali perché nella vita si erano comportati da eroi: ciò li avrebbe fatti rimanere vivi nella memoria dei posteri, ma lei ha fatto in modo che ciò non avvenisse mai più.