Di cosa parla Pellegrinaggio, la poesia di Ungaretti

Pellegrinaggio è la poesia dell'analisi del testo della prima prova di maturità, ecco di cosa parla il componimento contenuto nella raccolta del 1919 L'allegria

Di cosa parla Pellegrinaggio, la poesia di Ungaretti
ansa

Maturità prima prova di italiano

Giuseppe Ungaretti in prima prova
Fonte: ansa

Alle 8:30 di questa mattina è iniziata la maturità e gli studenti dell'ultimo anno sono attualmente impegnati con la prima prova. Tra le tracce della prima prova (come avevamo ipotizzato noi di Studenti.it) c'è la poesia di Ungaretti, Pellegrinaggio. Sicuramente la scelta di questo componimento tra i brani dell'analisi del testo non è scontata, visto che ci sono poesie molto più famose, come Soldati o Mattina.

Pellegrinaggio: di cosa parla

Pellegrinaggio è uno dei componimenti di Ungaretti scritto durante la guerra, presente nella raccolta L'Allegria, pubblicata per la prima volta nel 1919 con il titolo Il porto sepolto e nel 1931 con il titolo L'Allegria. L'esperienza del conflitto mondiale segna molto il poeta, che lo porta a una ricerca interiore volta al raggiungimento della conoscenza di se stesso.

Il componimento ci mostra una situazione estrema come quella della guerra, in cui l'essere umano arriva ad annullarsi, rivendica con le sue strofe la vitalità dell’uomo che grazie alle illusioni riesce ad andare avanti e a sopravvivere.

Ungaretti nella poesia narra di essere rimasto in agguato per ore nel fango e tra le macerie. Poi, il poeta riflette e si rivolge a se stesso, constatando come, a lui, abituato a soffrire, basti una illusione per prendere coraggio e continuare a vivere. L’illusione è data dal vedere la nebbia illuminata da un riflettore tramutarsi in mare.

Approfondisci Ungaretti

Un consiglio in più