Designer di packaging green: cosa studiare, quali compiti ha e quanto guadagna

Cosa sapere per diventare un designer di packaging green: di cosa si occupa questa figura professionale e quali studi bisogna fare

Designer di packaging green: cosa studiare, quali compiti ha e quanto guadagna
getty-images

Designer di packaging green: cosa studiare, quali compiti ha e quanto guadagna

Fonte: getty-images

Una delle professioni del futuro è quella del designer di packaging green, una figura professionale sempre più richiesta, in un mondo che va verso la sostenibilità ambientale in tutti i settori della produzione. Ma di cosa si occupa, quali sono le sue mansioni e cosa studiare per diventarlo? Vediamolo.

Cos'è il green packaging

Con green packaging si intendono prodotti ecologici realizzati in parte, oppure totalmente, utilizzando materie prime riciclabili e biodegradabili, in modo tale da concludere il loro ciclo con il riutilizzo oppure con lo smaltimento. Affinché un imballaggio possa essere considerato sostenibile deve essere prodotto secondo l'idea di limitare gli scarti di produzione, andando a impiegare fonti energetiche rinnovabili e sostenibili, come l'energia solare e l'energia eolica, così da permettere esclusivamente l'uso di macchinari caratterizzati da un basso impatto ambientale.

Materiali e confezioni

Al fine di realizzare prodotti di packaging green bisogna porre molta attenzione alla scelta dei materiali da utilizzare, anche e soprattutto sulla base delle loro modalità di smaltimento e riciclo, andando a utilizzare tecniche di produzione sostenibili in grado di ridurre al minimo lo spreco e il fenomeno dell'overpackaging, causato dall'uso di materiali riempitivi inquinanti e non riciclabili.

Ci sono diversi materiali indicati per realizzare confezioni all'insegna della sostenibilità, su tutti il cartone ondulato che rappresenta la scelta migliore per le aziende, in quanto è altamente personalizzabile per forme, colori e stampe e cosa ancora più importante, è riciclabile al 99,9%. Altri materiali particolarmente indicati per il green packaging sono la plastica vegetale e biodegradabile e il polietilene riciclato.

Alla base del packaging green ci sono cinque concetti ecologici a cominciare dalla sicurezza per tutti, quindi per la società, per le aziende che vendono i propri prodotti e per i consumatori. Si prosegue con l'utilizzo dell'energia rinnovabile per la produzione delle confezioni, ma anche per il trasporto e per il riciclo del packaging. Il terzo concetto innovativo alla base del packaging sostenibile del futuro è l'innovazione, grazie all'uso di materie prime rinnovabili e riciclabili.

Attraverso il packaging green si mira alla riduzione delle confezioni monouso che risultano dannose per tutti, dai produttori ai consumatori, ma soprattutto per l'ambiente. Altro concetto fondamentale alla base del packaging sostenibile è quello dell'impatto zero: le confezioni devono essere progettate in maniera tale da andare a minimizzare la quantità di elementi impiegati con un occhio di riguardo al risparmio energetico.

Cos'è il designer di packaging green

Il designer di packaging green è una figura professionale che si occupa della realizzazione di confezioni o imballaggi per la vendita o il trasporto di prodotti che siano rigorosamente "green", quindi sostenibili. Nella progettazione del packaging il designer deve fare riferimento a quattro componenti fondamentali: la forma, i colori, il lettering e i materiali.

La forma del packaging ha una grande importanza perché è ciò che può attirare l'attenzione del cliente sin da subito. I colori sono legati alla capacità di suscitare emozioni forti nei consumatori, mentre il lettering è la scritta associata all'involucro di un prodotto e riveste un ruolo chiave nel processo di promozione, perché scegliere le parole giuste, scritte nella forma giusta, avvicina il prodotto all'interessa dei potenziali clienti.

Università Telematica Pegaso

Unipegaso logo

Con UniPegaso, l'Università Digitale più scelta in Italia, risparmi fino al 50% sulla retta annuale senza costi aggiuntivi per il materiale didattico.

  • Scienze dell'Educazione e della Formazione Laurea Triennale
  • Scienze Motorie Laurea Triennale
  • Economia Aziendale Laurea Triennale
  • Scienze e Tecniche Psicologiche Laurea Triennale
  • Scienze Pedagogiche Laurea Magistrale
  • Giurisprudenza Laurea Magistrale

Fondamentale, ovviamente, anche la scelta dei materiali che dovranno essere il più possibile di qualità e piacevoli al tatto. A differenza dei normali designer, quelli che si occupano di packaging green devono rapportarsi in ogni caso alla scelta dei materiali per realizzare le confezioni che dovranno essere sempre e comunque sostenibili e riciclabili.

Per ideare e realizzare i prodotti di packaging all'insegna della sostenibilità, il designer deve seguire una serie di trend green che comprendono la riduzione delle dimensioni e del peso delle confezioni, il potenziamento delle attività di riciclo delle materie rinnovabili come la carta, il cartone e il polietilene riciclabile e il recupero ecocompatibile e corretto dei rifiuti attraverso le moderne pratiche di smaltimento.

Al tempo stesso, nel concepire le confezioni con materiali sostenibili, il designer di packaging green deve tenere sempre bene a mente l'impiego crescente di nuovi materiali derivanti da fonti rinnovabili, il sempre maggiore utilizzo di materie secondarie come quelle compostabili di provenienza alimentare e il perseguimento di miglioramenti con riferimento all’efficienza della logistica.

Cosa fa il designer di packaging green

Le confezioni realizzate devono essere sicure per il singolo consumatore, per la società nel suo complesso e per l'azienda che vende il prodotto: il packaging, durante tutto il suo ciclo di vita, è in grado di soddisfare tutti i criteri di mercato sia in termini di costi che di performance, sempre seguendo il principio della responsabilità condivisa in favore del rispetto dell'ambiente.

Il designer di packaging green deve tenere in conto che l'approvvigionamento, la produzione e il riciclo delle confezioni dovranno avvenire utilizzando fonti di energia rinnovabile. Oltre al design delle confezioni che ha una sua valenza, bisogna utilizzare prodotti ecologici e riciclati come la carta e il cartone, oppure impiegare prodotti biodegradabili, compostabili e rinnovabili che contribuiscono allo sviluppo di un'energia circolare.

Molto importante, inoltre, identificare ed eliminare o almeno ridurre i pericoli associati agli elementi che costituiscono il packaging durante la sua intera durata: l'utilizzo di imballaggi monouso su larga scala ha portato alla creazione di una enorme mole di rifiuti, innescando reazioni dannose per l'ambiente, anche solo per il materiale chimico usato in piccolissima quantità in ogni singola confezione prodotta.

A cosa serve il packaging green

Mettendo sempre al primo posto l'utilizzo di materiali green per il packaging, il designer segue delle regole di base per ideare le confezioni: funzione protettiva, funzione promozionale, funzione informativa e funzione etica. Il packaging serve a proteggere prodotti da urti e traumi e conservare le proprietà organolettiche in caso di generi alimentari; sul fronte del trasporto, i contenitori devono essere adatti a essere trasportati su navi, aerei e strada.

Essendo parte integrante del prodotto stesso, il packaging ha assunto sempre di più una funzione promozionale: è un potente strumento di marketing e non a caso già dalla confezione è possibile riconoscere diversi marchi. Attraverso il packaging il cliente deve essere informato circa le modalità di riciclo e di tutto quello che riguarda l'utilizzo del prodotto.

Corsi di studio per designer di packaging green

Per diventare designer di packaging green bisogna avere dimestichezza con diverse tematiche, dalla progettazione al marketing.

Esistono percorsi per arrivare a ricoprire la figura del designer professionista, come la laurea magistrale in corsi di studio legati al design, alla comunicazione, all'informatica e alla moda, passando poi per la laurea specialistica in uno di questi ambiti.

Si può diventare designer di packaging green anche da autodidatta: l'importante, comunque, è riuscire a unire la creatività alla praticità, tenendo sempre in considerazione le regole principali del packaging, dalla forma ai materiali delle confezioni.

Altri contenuti utili sulle nuove professioni

Scopri altri contenuti sulle nuove professioni green:

Unipegaso scopri di più
Un consiglio in più