Cristoforo Colombo: biografia breve e riassunto degli eventi

Di Redazione Studenti.

Biografia breve di Cristoforo Colombo. I suoi quattro viaggi, il diario di bordo e la scoperta dell'America. Riassunto e cronologia degli eventi

Cristoforo Colombo

Cristoforo Colombo
Cristoforo Colombo — Fonte: getty-images

Cristoforo Colombo (Genova 25 agosto o 31 ottobre 1451 – Valladoid, 20 maggio 1506) è stato un navigatore ed esploratore italiano.

Sposò Filipa Moniz Perestrello, nel 1481 ebbe un figlio, Diego, e andò ad abitare a Porto Santo (Madera).

Si trasferì poi a Lisbona. Fu in questo periodo che Cristoforo iniziò a pensare al disegno della rotta breve per le Indie.

La rotta per le Indie

Basandosi sulle carte geografiche del suocero, sui racconti dei marinai e sui reperti trovati al largo delle coste delle isole dell'Oceano Atlantico, Cristoforo Colombo cominciò a convincersi che al di là delle Azzorre dovesse trovarsi l'Asia.

A Lisbona Colombo cominciò a documentarsi attraverso l'Imago mundiIl Milione di Marco Polo. Dopo aver chiesto inutilmente al re Giovanni II la somma necessaria per il suo progetto, Colombo nel 1485, dopo la morte della moglie, andò a Palos con il figlio.

L'incontro con i re Cattolici

Nel 1486 Colombo si presentò al cospetto di Ferdinando II di Aragona e di Isabella di Castiglia, ai quali presentò un progetto per raggiungere per mare il Catai ed il Ciapango. 
Ma una commissione riunita per vagliare le effettive possibilità di riuscita del viaggio bocciò la proposta.

Nel 1488 Colombo ebbe un altro figlio da Beatriz Enriquez Arana, Fernando.

Grazie all'intermediazione del francescano Juan Pérez, del duca di Medinaceli e del tesoriere di corte, Colombo riuscì a raggiungere un accordo con Isabella. In caso di riuscita del viaggio, avrebbe avuto il titolo di ammiraglio e la carica di Vicerè e Governatore delle terre scoperte.


Furono così allestite tre caravelle:

  • La Santa Maria, di 150 tonnellate, capitanata da Colombo
  • La Pinta di 140 tonnellate
  • La Nina di 100 tonnellate, che aveva al comando due armatori di Palos, Alonso e Vicente Pinzón.

I viaggi di Cristoforo Colombo

Si contano quattro diversi viaggi di Cristoforo Colombo, ciascuno con le sue peculiarità. Vediamoli nel dettaglio.

Primo viaggio

Scoperta dell'America
Scoperta dell'America — Fonte: getty-images

La partenza per questo primo viaggio avvenne il 3 agosto 1492 da Palos con 120 uomini.

Navigarono per un mese, Colombo decise di virare verso sud-ovest, avendo visto alcuni uccelli dirigersi in quella direzione.

Il 12 ottobre Rodrigo di Triana a bordo della Pinta, avvistò la terra. Sbarcò su un'isola, chiamata Guanahani dagli indigeni, e che battezzò San Salvador.

Il nuovo mondo

Ripreso il mare, esplorò Cuba, dove le caravelle approdarono il 27 ottobre 149. Il giorno successivo Colombo inviò il suo ammiraglio ad esplorare la terraferma, e nel diario di bordo di domenica 28 ottobre 1492 troviamo scritto: "Es la isla mas hermosa que ojos humanos hayan visto" (E' l'isola più bella che occhio umano abbia mai visto).

Successivamente esplorò Haiti. Qui la Santa Maria urtò uno scoglio e dovette essere abbandonata. Colombo fece costruire un forte, La Navidad.

Il 2 gennaio 1493 riprese la rotta verso l'Europa. Dopo che una tempesta lo costrinse ad attraccare alle Azzorre, arrivò nel porto di Lisbona il 4 marzo.

Dopo aver incontrato il re del Portogallo Giovanni II, arrivò a Palos.

In Spagna Colombo, aveva portato con sé alcuni indigeni, un po' di oro, tabacco e dei pappagalli, fu accolto come un eroe dai sovrani, che lo sollecitarono a mettersi nuovamente in viaggio.

Secondo viaggio

Colombo salpò per il suo secondo viaggio da Cadice il 25 settembre con 17 navi e 1200 uomini, tra cui il figlio Diego, il fratello Giacomo e l'amico Michele da Cuneo.

La flotta raggiunse le Antille. Arrivarono a Porto Rico. Ad Hispaniola, Colombo inviò una nave carica di indigeni in Spagna, costringendo i nativi rimasti a cercare l'oro.

Alla fine del 1495 Colombo ripartì alla volta della Spagna.

Terzo viaggio

Colombo riuscì ad armare 6 navi, con 300 marinai.

La flotta si diresse verso le isole di Capo Verde e di lì raggiunse Trinidad esplorò il Golfo di Paria ed il delta dell'Orinoco.

Tornato a Santo Domingo, Colombo dovette affrontare i coloni in rivolta e gli indigeni decimati dalle malattie e dai lavori forzati.
 I sovrani spagnoli inviarono nel 1500 Francisco de Bobadilla, che arrestò Colombo ed i fratelli e li ricondusse in patria.
 Isabella fece liberare Colombo, il quale però dovette rinunciare al titolo di viceré.

Quarto viaggio

Colombo affronta questo viaggio accompagnato dal fratello Bartolomeo e dal figlio tredicenne Fernando. Le quattro navi, salpate da Cadice l'11 maggio 1502, arrivarono a Santo Domingo il 29 giugno.
 Le autorità di Hispaniola vietarono a Colombo l'attracco ed egli ripartì verso l'America Centrale.

Costeggiò l'Honduras, il Nicaragua ed il Costa Rica. Arrivò a Panama, dove fondò una colonia presso il Rio Belen.

Colombo ripartì per Hispaniola, ma durante il viaggio una tempesta provocò gravi danni agli scafi e lo costrinse a fermarsi in  Giamaica. Colombo rimase sull'isola per circa un anno, aspettando i soccorsi richiesti.

La scoperta dell'America

La figura di Cristoforo Colombo è rimasta nella storia per la Scoperta delle Americhe.

Colombo stesso non si rese conto di essere su un continente diverso da quello che si aspettava: pensava invece di essere arrivato in Giappone, e rimase di tale convinzione fino alla morte.


Alcuni anni dopo, Amerigo Vespucci divulgò l'opinione che si trattasse di un continente nuovo.

Ascolta su Spreaker.