Covid a scuola, perché tenere le finestre aperte

Di Redazione Studenti.

Covid a scuola, uno studio rivela che con le finestre aperte si possono disperde fino al 70% delle particelle del virus

COVID A SCUOLA

Covid scuola, perché è meglio tenere le finestre aperte
Covid scuola, perché è meglio tenere le finestre aperte — Fonte: istock

Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Physics of Fluids le finestre aperte in classe possono far disperdere fino al 70% delle particelle di virus. I fisici dell'Università americana del Nuovo Messico hanno studiato la diffusione delle particelle del virus all'interno di uno degli ambienti più importanti: l'aula scolastica.  

DIFFUSIONE CORONAVIRUS

Come segnalato dall'agenzia di stampa Ansa, i ricercatori hanno utilizzato un modello sulla dinamica delle particelle fluide per esplorare il trasporto di aerosol all'interno di una classe con aria condizionata ed è emerso che la distribuzione dell'aerosol non è uniforme. Secondo uno degli autori dello studio "le particelle possono essere trasmesse da uno studente ai banchi o ai vestiti di altri studenti, anche se tenuti separati da una distanza di 2,4 metri".  

FINESTRE APERTE IN CLASSE

Quasi il 70% delle particelle esce dal sistema quando le finestre sono aperte. Khaled Talaat ha inoltre aggiunto che "l'aria condizionata rimuove fino al 50% delle particelle rilasciate durante l'espirazione e la conversazione, ma il resto si deposita sulle superfici all'interno della stanza e può rientrare nell'aria". Lo studio mostra inoltre che anche gli schermi protettivi posti davanti ai banchi riducono la trasmissione di particelle perché, come ha spiegato l'autore , gli schermi "influenzano la circolazione del flusso d'aria vicino alla sorgente, facendo cambiare le traiettorie delle particelle".