Covid scuola, quando sei considerato un contatto a basso rischio

Di Redazione Studenti.

Cosa significa contatto a basso rischio? Quando sei considerato tale e cosa comporta? Ecco il vademecum per capire se devi fare quarantena o tampone

COVID SCUOLA

Cosa si intende per contatto a basso rischio?
Cosa si intende per contatto a basso rischio? — Fonte: getty-images

Con il rientro a scuola si sta facendo un gran parlare della gestione dei casi sospetti di Covid, per poter ricorrere alla didattica a distanza solo in casi eccezionali elencati qui

Ma come stabilire se di fronte alla positività di un compagno di classe anche noi siamo da considerare come potenzialmente a rischio? E quando, invece, possiamo star sicuri che non ci sarà bisogno di ricorrere a tamponi e quarantene?

Lo spiega una FAQ del MI, prendendo spunto dalla circolare n.36254/2021 del Ministero della Salute.

COVID SCUOLA, CONTATTI A BASSO RISCHIO

Si considerano contatti a basso rischio due tipologie di persone:

  • Una persona che ha avuto un contatto diretto (faccia a faccia) con un caso COVID-19, ad una distanza inferiore ai 2 metri e per meno di 15 minuti;
  • Una persona che si è trovata in un ambiente chiuso (ad esempio aula, sala riunioni) o che ha viaggiato con un caso COVID-19 per meno di 15 minuti.

Se ci si trova in una di queste condizioni, quindi, non dovrebbe scattare la quarantena.