Cosa si festeggia il giorno di Natale? Storia della festa nelle diverse confessioni

Di Marta Ferrucci.

Cosa si festeggia il giorno di Natale? Qual è l'origine del Natale, qual è il significato per i cristiani? Storia della Festa per i pagani, nella cultura cristiana e musulmana.

Natale: perché proprio il 25 dicembre?

Storia e origini del Natale
Storia e origini del Natale — Fonte: getty-images

Il Natale è una festività cristiana che celebra la nascita di Gesù. La data del 25 dicembre per la celebrazione del Natale non è menzionata nella Bibbia, ma è stata stabilita in seguito dalla Chiesa cattolica romana. L’astronomo egizio Sosigene, vissuto nel periodo tolemaico, aveva fissato il solstizio d’inverno al 25 dicembre. Nel tentativo di diffondere a Roma la sua nuova religione, Aureliano stabilì che il 25 dicembre si sarebbe festeggiato il Natale del Sole Invitto, evento che avrebbero celebrato anche i pagani e i seguaci di Mitra e di altre religioni.

Il dio Mitra, in cielo a 33 anni

Chi era il dio Mitra? Si tratta di una divinità indoiranica che viene associata a Varuna, una figura complementare: Mitra e Varuna rappresentano i due aspetti del cielo (giorno e notte) e dell’ordine tra gli uomini: mentre Varuna punisce i trasgressori, Mitra garantisce il rispetto dei patti e protegge i giusti. Mitra, finito il suo compito tra gli uomini, sarebbe salito in cielo a 33 anni.

Storia di Gesù

Secondo la tradizione cristiana, Gesù è stato concepito miracolosamente dallo Spirito Santo e nato da Maria, vergine, a Betlemme, in Giudea. La storia della nascita di Gesù è raccontata nei Vangeli di Matteo e Luca nella Bibbia cristiana.

Il Natale è diventato una festa importante nella cristianità a partire dal IV secolo, quando il Papa Giulio I stabilì che il 25 dicembre fosse celebrato come la festa del Natale. Nel corso dei secoli, il Natale è diventato una festa importante in molti paesi del mondo, indipendentemente dalla religione. Oggi, il Natale viene celebrato con riti, tradizioni e simboli diversi in tutto il mondo.

Immagine di Gesù
Immagine di Gesù — Fonte: getty-images

Anche se consideriamo il Natale come una festa cristiana che celebra la nascita di Gesù Cristo, altre religioni hanno festività che cadono in prossimità di questo evento o che hanno temi simili alla celebrazione del Natale.

Ecco alcuni esempi:

Il Natale degli ebrei

La festa di Hanukkah è una festa ebraica che celebra la liberazione della seconda guerra mondiale e il miracolo dell'olio che durò otto giorni nell'anno 165 a. C. La festa di Hanukkah cade in genere a metà dicembre e dura otto giorni.

Il Natale Sikh

Nella religione sikh - la più giovane religione dell'India, nata intorno al 1500 con l'obiettivo di unire musulmani e indù - la festa di Gurpurab celebra la vita e le realizzazioni di Guru Nanak, il fondatore di questa religione. La festa cade in genere a novembre o dicembre.

Il Natale nella religione indù

La festa di Diwali è una delle feste più importanti dell'induismo e celebra la vittoria del bene sul male. La festa cade in genere a ottobre o novembre.

Il Natale dei buddisti

Il Natale dei buddisti è la festa di Vesak che celebra la nascita, l'illuminazione e la morte di Buddha. La festa cade in genere a maggio.