Coronavirus e scuole: circolare e news del Ministero della Salute per gli studenti

Di Redazione Studenti.

Coronavirus, le indicazioni della circolare del Ministero della Salute che il MIUR ha diffuso nelle scuole

CORONAVIRUS: COS'È

Coronavirus: le indicazioni per le scuole e gli studenti
Coronavirus: le indicazioni per le scuole e gli studenti — Fonte: istock

A seguito della circolare inviata alle scuole lo scorso 1 febbraio, il Ministero dell'Istruzione fa sapere che prosegue la collaborazione con il Ministero della Salute in merito al controllo della diffusione delle infezioni da Coronavirus. Grazie anche al quotidiano aggiornamento con la rete degli Uffici scolastici regionali dislocati sul territorio nazionale.

Come ricordato ieri anche dall'Istituto Superiore di Sanità "al momento l’Italia è tra i Paesi che hanno adottato le misure più ampie ed articolate per il controllo della diffusione dell’infezione nell’intera popolazione".

BAMBINI I MENO COLPITI

Nello studio pubblicato sul New England Journal of Medicine in cui si analizzava l'andamento della malattia nei primi 425 contagiati, emergeva che l'età media dei pazienti era 59 anni e che non c'erano contagi in persone sotto i 15 anni. Quadro analogo lo offre lo studio pubblicato su The Lancet: anche qui, su 99 casi esaminati, l'età dei contagiati va dai 21 agli 82 anni. Il virus, insomma, non sembra diffondersi tra i più giovani.

Il MIUR ha diffuso la circolare del Ministero della Salute contenente le indicazioni per la gestione degli studenti e dei docenti di ritorno o in partenza verso aree più a rischio Coronavirus della Cina. Che cos'è il Coronavirus? Come si legge anche nel sito ufficiale del Ministero della Salute, i coronavirus sono una vasta famiglia di virus che causano malattia che vanno dal raffreddore a malattie più gravi. 

CORONAVIRUS TRASMISSIONE

La via di trasmissione più frequentemente riportata è quella a seguito di contatti stretti e prolungati da persona a persona, i sintomi più comuni sono febbre, tosse secca, mal di gola, difficoltà respiratorie. Mentre la probabilità di contrarre il visur da soggetti provenienti dalla Provincia Cinese di Hubei è altra, è moderata per le altre province cinese ed è stimata da bassa a molto bassa per quanto riguarda invece la trasmissione all'interno dell'Unione Europea

CORONAVIRUS: INDICAZIONI PER GLI STUDENTI UNIVERSITARI

Con l'obiettivo di gestire tutti gli ambiti dell'Istruzione di ogni ordine e grado, il Ministero della Salute e il MIUR hanno diffuso le indicazioni per le diverse fasce d'età. 

Per gli studenti universitari si raccomandano misure specifiche mirate a prevenire comuni infezioni delle vie respiratorie:

  • Lavarsi le mani;
  • Coprire le vie aeree quando si tossice o starnutisce;
  • Utilizzare fazzoletti monouso;
  • Pulire adeguatamente le superfici;
  • Evitare il contatto con persone con sintomi simil influenzali. 

Studenti che sono rientrati dalla Cina nelle ultime due settimane:

  • Osservare le indicazioni sopra riportate;
  • Monitorare l'insorgenza di tosse, febbre e difficoltà respiratorie;
  • In caso di insorgenza dei sintomi: chiamare il 1500, o i centri regionali di riferimento; indossare la mascherina; evitare contatti stressi fino alla definizione della situazione sanitaria. 

Chi ha effettuato un viaggio o chi ha coabitato con un paziente affetto da Coronavirus, deve telefonare tempestivamente al 1500. 

CORONAVIRUS, SCUOLE: INDICAZIONI PER BAMBINI E STUDENTI

Per gli studenti e bambini di scuole per l'infanzia, primarie e secondarie il Ministero della Salute suggerisce che il personale docente (e non) favorisca l'attenzione verso comportamenti che hanno l'obiettivo di ridurre la possibilitò di contaminazione. 

I viaggi degli studenti verso le aree colpite da Coronavirus in Cina sono sconsigliati. Nel caso in cui siano già iniziati, però, devono attenersi alle regole di seguito: 

  • Evitare di visitare mercati di prodotti alimentari freschi di origine animale e di animali vivi;
  • Evitare il contatto con persone che hanno sintomi;
  • Lavare frequentemente le mani;
  • Contattare l'Ambasciata o il Consolato per qualsiasi necessità;
  • Rivolgersi immediatamente a un medico nel caso in cui si sviluppassero sintomi respiratori come tosse, mal di gola e difficoltà respiratorie.