Coronavirus, Fase 2: 10 consigli per affrontarla col sorriso

Di Redazione Studenti.

Il vademecum dell'American Psychiatric Association (APA) per affrontare la fase 2 con serenità: ecco 10 consigli per i giovani da tenere a mente

FASE 2 CORONAVIRUS

Coronavirus, come affrontare la Fase 2
Coronavirus, come affrontare la Fase 2 — Fonte: getty-images

Dal 4 maggio, a meno di cambiamenti dell'ultimo minuto, si darà l'avvio alla cosiddetta "fase 2", un periodo-finestra in cui pian piano riprenderanno le attività produttive e molti italiani torneranno in "libertà", potendo lasciare le proprie case con meno restrizioni. Eh sì, perché il ritorno alla normalità non è ancora in programma: il ritorno alle attività quotidiane sarà graduale, e il distanziamento sociale sarà parte della nuova vita ancora per un (bel) po'. Le norme in previsione ci porteranno a cambiare le nostre abitudini nelle relazioni sociali e nella vita di tutti i giorni, con un conseguente periodo di assestamento anche mentale.

COME AFFRONTARE LA FASE DUE

Dagli Stati Uniti ci arrivano di suggerimenti interessanti per affrontare la fase due: l'American Psychiatric Association ha rilevato che gli effetti dell'emergenza hanno colpito soprattutto i più giovani. Oltre il 47% ha affermato di avere paura delle possibili conseguenze del post-epidemia e dimostra difficoltà nell’adattarsi a un graduale ritorno alla normalità. 

Ecco quindi alcuni consigli stilati dall'associazione statunitense per capire come affrontare senza paura la fase due:

  1. Prenditi del tempo per te: Il distanziamento sociale ti terrà ancora per un po' lontano dagli amici, ma ti permetterà di concentrarti su te stesso.

  2. Niente paura: Anche se è difficile, cerca di tenere un atteggiamento costruttivo. Pensa che questa è solo una fase transitoria e proietta la tua mente a quando sarà tutto finito.

  3. Stai vicino agli altri...da lontano: Ci sono tanti modi per essere utili agli altri. Regalare un libro a distanza, o aiutare le persone in difficoltà con una spesa sospesa sono piccoli gesti che ci fanno senire utili anche quando fisicamente non possaimo fare molto.

  4. Leggi e ascolta tutto, ma con criterio: Non assorbire passivamente le informazioni che vengono dai mezzi di stampa, da internet e dalla tv. Ora più che mai è importante selezionare le notizie, individuare le fake news e allontanarle con decisione dalla propria vita.

  5. Prova a meditare: Se non l'hai mai fatto, questo è il momento giusto per iniziare. Ci sono tante app che ti permettono di fare una meditazione guidata per ritrovare equilibrio e serenità. Dedicare del tempo ad ascoltarsi in questo momento ha un effetto calmante ed è più che mai importante.

  6. Non sottovalutare la forza della gratitudine e dell’amore: Detto così può sembrare strano, ma renderci conto di quanto nonostante tutto siamo fortunati rispetto a molti altri può aiutarci a tollerare meglio i limiti importi in questo periodo.

  7. Dai un esempio (anche sui social, aggiungiamo noi!): Carica la tua comunicazione di esempi positivi, cerca di non chiuderti su pensieri pessimisti. Certo, è difficile, ma in questi giorni più che mai abbiamo bisogno di parole e immagini nuove e positive.

  8. Cerca di imparare qualcosa: Non sentirti obbligato a farlo se non te la senti, ma se ci riesci prova a tirare fuori qualcosa di positivo da questa esperienza. Potresti aver letto un libro interessante, visto un film che non conoscevi. O magari sei riuscito a fare quell'allenamento difficile che in palestra non ti riusciva proprio, oppure hai imparato a suonare la tua canzone preferita con la chitarra. Insomma: cerca di uscire da questo periodo con qualcosa in più per te stesso, anche solo per poterti ricordare che in fondo nonostante la negatività qualcosa di buono c'è stato.

  9. Riorganizza le tue abitudini: Dare una logica alle tue azioni, crearti una nuova routine, è la cosa più importante per sopravvivere alla fase 2. Ora che potrai ricominciare ad uscire, per esempio, fallo con una logica. Una camminata veloce la mattina, un passaggio in libreria o in edicola, un incontro a distanza di sicurezza con il tuo amico che abita vicino a casa tua: quello che vuoi, purché serva a scandire i tempi della tua giornata.

  10. Impara a gestire i movimenti: Il nostro corpo disperde moltissime energie in tensioni muscolari. Cerca di "sentire" queste tensioni e rilassa i muscoli, anche quando sei seduto. Arriverai a sera molto meno stanco e molto più positivo.