Maturità 2018: come combattere stress e ansia da esame

Di Dott.ssa Anna Zanon.

Esame di maturità: la guida con i consigli della psicologa su come gestire i tuoi punti di forza a seconda della preparazione che hai, come affrontare le prove, l'ansia e lo stress da esame

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

MATURITA' 2018: COME AFFRONTARE L'ANSIA DA ESAME

Manca poco all'esame orale della maturità 2018 e non riesci a concentrarti eppure una cosa ti riesce benissimo: preoccuparti per l'esame! Se ti sei riconosciuto in questo ritratto: non ti allarmare, puoi sconfiggere l'ansia e arrivare all'esame sicuro e tranquillo. Ma, dato che le cause dell'ansia da esame possono essere di diverso tipo, ti daremo dei consigli personalizzati in base al tuo modo di studiare e al tuo grado di preparazione.

Maturità 2015: i consigli per stare tranquilli agli esamiESAME DI MATURITA': COME SUPERARLO

Durante l'anno scolastico la scuola non è stata al centro dei tuoi pensieri, preso come eri da interessi molto più affascinanti come le conquiste con l'altro sesso, le nottate brave con gli amici, le serate in discoteca, ecc. Ti capiamo: si hanno diciotto anni una volta sola! Il problema è che hai esagerato: nei compiti in classe copiavi qua e là, i tuoi professori ti hanno classificato come un "lavativo" ma soprattutto la tua conoscenza delle materie è scarsina. Adesso che la data fatidica dell'orale si avvicina, la consapevolezza di avere ancora molto da recuperare e poco tempo per farlo, ti allarma. Quando apri un libro e ti rendi conto di tutte le tue numerose lacune, vieni preso dal panico e non riesci a concentrarti. La tua ansia è dovuta da una scarsa preparazione.

Tecniche di rilassamento per superare l'ansia 

Gruppo Facebook Maturità 2018: condividi la tua ansia con noi e con gli altri maturandi del gruppo

MATURITA': I PUNTI DI FORZA

Paradossalmente, il tuo punto debole (lo scarso interesse per lo studio) è anche il tuo punto di forza. Infatti, se sei arrivato sino all'ultimo anno delle superiori, senza impegnarti troppo nello studio, è perché hai sviluppato la capacità di improvvisare e di "venderti" al meglio. In altre parole, hai imparato l'arte di non farti prendere dall'ansia durante le interrogazioni, anche quando conoscevi poco la materia e di far sembrare la tua preparazione molto migliore di quella che è. Le tue doti creative ti saranno molto utili nella prova di maturità, una prova che premia la capacità di fare collegamenti fra una materia e l'altra e di elaborare una visione personale delle materie.

MATURITA' 2018: I SUGGERIMENTI PER CHI E' POCO PREPARATO - E' superfluo dire che nel breve lasso di tempo che ti separa dalla fatidica data degli esami dovrai studiare e studiare seriamente. I professori sono disposti a sorvolare su un imperfetta conoscenza della materia se vedono che lo studente si è impegnato e ha cercato di colmare almeno in parte le sue lacune.

  • La prova di italiano è il biglietto da visita del candidato e influisce in modo rilevante sul voto di maturità. Se l'italiano non è il tuo forte, non improvvisarti scrittore: i temi molto lunghi e verbosi, se non sono scritti a regola d'arte, rischiano di non piacere. La scelta migliore per te è il saggio breve: limitati a un componimento sintetico ma dotato di una sua coerenza logica e corretto dal punto di vista dell'ortografia.
  • Procurati delle prove già svolte degli anni precedenti e che hanno ricevuto un buon punteggio. Questo ti aiuterà a capire sia il livello di preparazione richiesto che come svolgere la prova dal punto di vista operativo.
  • Vai a sentire gli orali. Noterai che in genere i professori tendono a fare sempre le stesse domande, senza contare che molti docenti hanno una vera predilezione per due o tre argomenti. E' inutile dire che gli argomenti preferiti del tuo insegnante saranno gli argomenti che tu dovrai sapere meglio.
  • Punta su bigini e riassunti. Se ti manca il tempo per studiare, cerca almeno di avere una visione d'insieme della materia.

La guida per superare l'esame orale

Maturità 2015: come essere sicuri agli esamiESAME DI MATURITA': CONSIGLI SE HAI UNA PREPARAZIONE MEDIA

Durante l'anno hai studiato abbastanza e sei arrivato alla maturità con una discreta preparazione, andrebbe tutto bene se non fosse per quella particolare materia che è da sempre il tuo incubo. Che si tratti di greco, piuttosto che di matematica o italiano, il risultato non cambia: di quella materia non ci capisci niente, per quanti sforzi tu faccia. E con la fortuna che ti ritrovi, sei certo che le prove verteranno proprio sugli argomenti che padroneggi di meno...

Cosa fare dopo la maturità? I consigli dello psicologo

I TUOI PUNTI DI FORZA!

Il voto di maturità valuta sia la preparazione complessiva del candidato che il suo curriculum scolastico. Di conseguenza, un risultato meno brillante in una materia o due non dovrebbe incidere troppo sul voto finale. Dal momento che le tue lacune sono localizzate e limitate ad una certa materia o a certi argomenti, hai tutto il tempo per colmare le tue lacune e prepararti al meglio. Per combattere l'ansia può essere utile ricordare che i professori non pretendono che tu conosca alla perfezione tutte le materie, ma che tu sappia almeno i concetti di base.

Come si scrive bibliografia e sitografia

MATURITA': SUGGERIMENTI PER STUDENTI ABBASTANZA STUDIOSI

Nel tuo caso la preparazione dovrebbe concentrarsi soprattutto nelle materie in cui fai più fatica o sugli argomenti che padroneggi di meno. Se, per esempio, fra te e il latino è guerra aperta, dovrai esercitarti a fare molte versioni di latino, prendere delle ripetizioni "superconcentrate" e studiare con un amico ferrato nella materia. Insomma le alternative per migliorare sono molte, basta non scoraggiarsi!

Consigli utili per preparare la tesina

ESAME DI MATURITA': I SUGGERIMENTI SE HAI UN'OTTIMA PREPARAZIONE

Durante l'anno hai studiato e ti sei impegnato al massimo, e avresti tutte le ragioni per arrivare alla maturità sereno e tranquillo. E invece no: nonostante le ore trascorse sui libri, non ti senti abbastanza preparato, hai l'impressione di non ricordare niente e sei tormentato dalla paura di lasciarti prendere dall'emozione e di fare una misera figura il giorno dell'esame, rovinando così la tua brillante carriera scolastica. Il tuo è un chiaro esempio di ansia da prestazione.

Tante idee per la tesina multidisciplinare per la maturità

MATURITA' 2018: I PUNTI DI FORNZA DI CHI HA UNA BUONA PREPARAZIONE

Spesso sono proprio gli studenti più scrupolosi e preparati quelli che si preoccupano di più, mentre i colleghi meno studiosi, che avrebbero molte più ragioni per farlo, dormono sonni tranquilli. Questo avviene perché gli studenti "secchioni" sono spesso molto esigenti con se stessi e valutano le loro prestazioni in base a standard severi e poco realistici. Ma, emotività a parte, nella corsa verso la maturità appartieni alla schiera dei favoriti: per intelligenza, serietà, preparazione e curriculum scolastico. Tutti elementi che hanno un peso determinante nell'esame di maturità, esame in cui, non dimenticare, viene valutato anche il tuo rendimento scolastico durante gli anni precedenti. Perciò, se anche il giorno dell'esame dovessi fare scena muta, non solo la tua promozione sarebbe fuori discussione, ma anche i tuoi professori ti aiuterebbero alzandoti il voto.

Tesine svolte per il colloquio dell'esame di maturità

MATURITA': I SUGGERIMENTI PER STUDENTI MOLTO PREPARATI:

  • Resisti alla tentazione di trasformare il tempo che ti separa dall'esame in una maratona di studio: arriveresti all'esame stremato e stressato. Per rendere al meglio durante l'esame, cerca di alternare momenti di studio con momenti di svago.
  • Utilizza la visualizzazione creativa. La tua fantasia ti fa brutti scherzi, e ti trovi ad immaginare di fare scena muta, preso dal panico? Utilizza la tua fantasia per immaginare invece di poter superare facilmente l'esame, restando calmo e parlando con disinvoltura. Tanto più riuscirai ad immaginare la scena in modo vivido, tanto più riuscirai a padroneggiare l'ansia.

Come studiare senza problemi: tecniche di memoria

  • Smitizza l'importanza dell'esame di maturità. L'ansia viene perché si attribuisce al voto dell'esame di maturità un peso eccessivo rispetto a quello che ha. Sicuramente non rischi la bocciatura, la cosa peggiore che ti potrebbe capitare è di prendere un voto inferiore alle tue aspettative. Questo sarebbe seccante e deludente, ma difficilmente potrà avere delle ripercussioni catastrofiche sul tuo futuro.
  • Ogni giorno trova del tempo per rilassarti. Ogni giorno dovresti trovare del tempo per rilassarti o facendo dell'attività fisica o ( meglio ancora) imparando una tecnica di rilassamento.
  • Cerca di essere realista. Continui a ripeterti che non ce la farai mai, che non sei preparato come credevi e che sicuramente all'esame sarai preso dal panico? Sostituisci questi pensieri pessimistici e poco aderenti alla realtà con considerazione più adeguate. Ripetiti che hai studiato tutto l'anno, sei preparato e, come sei riuscito a superare con successo le interrogazioni e i compiti in classe, riuscirai a superare brillantemente anche l'esame di maturità.

Link utili: