Il contesto storico-culturale del '600

Di Redazione Studenti.

Il contesto storico-culturale del Seicento, secolo di crisi economiche, sociali, politiche, guerre e disordini sociali per Spagna Germania e Italia

IL SEICENTO

Qual è il contesto storico-culturale del Seicento?
Qual è il contesto storico-culturale del Seicento? — Fonte: getty-images

Il Seicento è un secolo di crisi economiche, sociali, politiche. Guerre devastanti e disordini sociali hanno attraversato alcuni dei più importanti stati europei: Spagna, Germania e Italia.

Ma è anche un secolo in cui si sono consolidate le strutture dello Stato e si è assistito ad uno sviluppo della scienza, della filosofia e delle arti. Questo soprattutto in Inghilterra, Francia e Paesi Bassi.

SEICENTO: CONTESTO STORICO-CULTURALE

Uno dei cambiamenti che si verificano nella società europea del '600 è costituito dallo sviluppo dei ceti intellettuali: uomini di corte, ufficiali, parroci, scienziati, maestri, costituiscono una presenza sempre più estesa nella società europea. Si sviluppano notevolmente anche le istituzioni scolastiche. La riforma che aveva affermato i principi del libero esame e del sacerdozio universale aveva posto l’esigenza che tutti fossero in grado di leggere e intendere le sacre scritture aveva dato un forte impulso allo sviluppo delle scuole popolari.  

LE ACCADEMIE

Nel campo dei ceti intellettuali superiori le università non rivestono più il ruolo che avevano assunto nel medioevo: i ceti fondamentali dell’organizzazione della cultura sono le corti e le accademie, mentre grandissima importanza hanno i circoli e i gruppi.

Le accademie si dividono in artistiche e scientifiche:

  • Le accademie scientifiche nascono per scambiare esperienze ed organizzare meglio il proprio lavoro, cooperando. Di esse fanno parte ricercatori e intellettuali di diversa estrazione sociale.
    Queste accademie riescono a favorire la circolazione delle idee, il confronto e la collaborazione fra scienziati
  • Le accademie artistiche nascono grazie allo sviluppo di forme nuove di istituzionalizzazione della cultura. Qui avviene non solo la formazione degli artisti, ma c'è anche un importantissimo ruolo di consulenza per la progettazione di opere.  

Nel campo delle arti e della letteratura, per designare questo periodo storico si usa l’espressione di età del barocco, che segna la rottura degli schemi classici. Con il barocco vengono sottolineati la grandiosità, la sovrabbondanza di elementi, e la ricerca di effetti come le fughe prospettiche e il chiaroscuro.

Ascolta su Spreaker.