Congresso di Vienna: riassunto

Congresso di Vienna: sintesi degli eventi e protagonisti dell'incontro che si tenne tra l’ottobre 1814 e il giugno 1815 a Vienna

Congresso di Vienna: riassunto
ansa

Congresso di Vienna

Congresso di Vienna
Fonte: ansa

Il congresso di Vienna si tenne nella capitale austriaca tra l’ottobre 1814 e il giugno 1815 dopo le guerre napoleoniche per ripristinare l'assetto territoriale degli stati europei e restaurare il potere legittimo dei sovrani.

Il congresso di Vienna fu in sostanza la base per il futuro equilibrio degli stati europei, impegnati ad arginare la potenza francese.

I confini della Francia tornarono a essere quelli del 1792 (con alcune distinzioni: la cessione alla Gran Bretagna di Tobago, Santa Lucia e l'Ile-de-France, comprese le dipendenze nell'oceano Indiano, e alla Spagna della parte orientale di Santo Domingo), e gli stati intensificarono i controlli sui confini, rafforzati.

Congresso di Vienna e confini europei

Vediamo gli altri confini:

  • Le antiche Province Unite olandesi si fusero con i Paesi Bassi austriaci: il risultato fu un nuovo regno unito dei Paesi Bassi sotto la dinastia degli Orange-Nassau.
  • Il Regno di Sardegna, una volta che fu riottenuto dai Savoia, vide riannettersi Nizza e la Savoia e inglobare l'ex Repubblica di Genova.
  • L'impero asburgico acquisì la Repubblica di Venezia e i possedimenti annessi. Con la Lombardia andò a formare il Regno Lombardo-Veneto
  • Lo zar dominò il regno di Polonia
  • Il regno di Svezia annetté anche la Norvegia.
  • Venne a crearsi una Confederazione germanica formata da 39 stati sovrani, che comprendeva parte della Prussia e dell'impero asburgico
  • Anche i cantoni svizzeri si riunirono in una confederazione indipendente e neutrale.

L'Italia dopo il Congresso di Vienna

L'Italia vide l'Austria prendere possesso non solo del Lombardo-Veneto, ma anche - seppur indirettamente - il Ducato di Parma assegnato a Maria Luisa d'Austria, moglie di Napoleone.

Il Granducato di Toscana andò a Ferdinando III di Lorena, fratello dell'imperatore, mentre il Ducato di Modena e Reggio andò a Francesco IV di Asburgo-Este.

Il Regno di Napoli tornò a Ferdinando IV di Borbone e dal 1817 formò il Regno delle Due Sicilie con l'acquisizione, appunto, della Sicilia. Lo Stato Pontificio, infine, tornò sotto il controllo papale.

Congresso di Vienna e Gran Bretagna

La Gran Bretagna ottenne territori strategici per il commercio che per il controllo delle rotte marittime: fra questi, il capo di Buona Speranza.

Il Congresso di Vienna portò anche significativi progressi nell'ambito dei diritti:

  • Abolizione della tratta degli schiavi
  • Tutela della libertà di navigazione sui fiumi di confine o transito fra stati

Congresso di Vienna e Restaurazione: il podcast

Ascolta la puntata del nostro podcast Te lo spiega Studenti sul Congresso di Vienna e la Restaurazione.

Ascolta su Spreaker.

Congresso di Vienna: approfondimenti

Scopri di più sul Congresso di Vienna:

Un aiuto extra per il tuo studio

Studia e approfondisci l'argomento che abbiamo trattato in questo articolo:

Contenuto sponsorizzato: Studenti.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Studenti.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati

Un consiglio in più