Congedo mestruale per le studentesse: a che punto siamo

Di Veronica Adriani.

Due giorni di congedo mestruale per le studentesse ogni mese: a che punto siamo con la proposta della Rete degli Studenti Medi

CONGEDO MESTRUALE PER LE STUDENTESSE

A che punto siamo con la proposta di congedo mestruale per le studentesse?
A che punto siamo con la proposta di congedo mestruale per le studentesse? — Fonte: getty-images

Ha destato interesse la notizia di qualche settimana fa che ha visto riconosciuti, ad una studentessa di un liceo di Ravenna, Chiara Pirazzini, la possibilità di usufruire di due giorni di congedo mensile per dismenorrea certificata: chi ha un ciclo particolarmente doloroso, in altre parole, potrà stare a casa due giorni al mese senza che questo infici sul numero di assenze.

A seguito di questo intervento, la Rete degli Studenti Medi di Roma hanno organizzato un sit-in per chiedere che anche a loro venga riconosciuto lo stesso diritto: a partecipare sono stati 25 istituti di Roma e provincia.

A supportare la richiesta delle studentesse c'è Elisabetta Piccolotti dell’Alleanza Verdi Sinistra, che sulla sua pagina Facebook scrive:

Chiara, il suo preside, il suo consiglio di istituto, hanno fatto quello che nel mondo del lavoro non si è ancora riusciti a fare, quei due giorni di congedo sono molto di più di una piccola conquista, sono il riconoscimento di un diritto. Il congedo mestruale retribuito è già normato in Spagna, è nel nostro programma elettorale e ci batteremo per ottenerlo anche in Italia per tutte coloro ne abbiano bisogno. [. . . ] Hanno fatto bene in questi giorni gli studenti delle scuole romane a rilanciare questa battaglia con sit in davanti agli istituti della Capitale. Ascoltare le istanze delle persone è invece un dovere della buona politica, o della buona gestione di una scuola. I diritti vengono prima della produttività. Il governo prenda esempio.

Citare la Spagna non è un caso: a metà dicembre, infatti, il Congresso ha approvato una norma che permette alle donne con un ciclo particolarmente doloroso di usufruire di tre giorni al mese di congedo mestruale: i giorni sono pagati interamente dallo Stato.

@studenti.it

Leggi anche: