Compiti per le vacanze: strategie per farli all'ultimo

Sei sommerso dai compiti per le vacanze ma come ogni anno ti sei ridotto all'ultimo? Ecco come affrontarli nelle ultime settimane

Compiti per le vacanze: strategie per farli all'ultimo
istock

Compiti per le vacanze

Se ti sei ridotto all'ultimo minuto con i compiti per le vacanze, non temere: non tutto è perduto!
Fonte: istock

Ormai mancano una manciata di settimane all'inizio della scuola e gli studenti devono finire gli eventuali compiti per le vacanze assegnati dai docenti a giugno. Se finora hai tergiversato non temere: non tutto è perduto. Di seguito troverai qualche trucchetto (e qualche risorsa utile!) per recuperare all'ultimo minuto (abbiamo detto minuto, non secondo!) tutto il necessario. Devi solo trovare un po' di concentrazione ogni giorno, e il gioco è fatto.

Comincia con una tabella di marcia

Ovviamente, diciamoci la verità: nessuno inizia davvero a fare i compiti appena finita la scuola. Un periodo di ricarica è necessario, e staccare dalla scuola per un po' non solo è utile ma decisamente consigliato. Certo, ad un certo punto si dovrà pur iniziare a studiare per settembre, e per farlo l'ideale è organizzarsi il tempo con una tabella di marcia. Se sei arrivato a questo punto senza aver studiato ancora nulla, la tua tabella di marcia partirà oggi. Ecco come puoi organizzarla:

  • Fai un elenco delle materie da studiare e suddividile per argomenti
  • Per ogni argomento, scrivi accanto il tempo che ritieni sia necessario per esaurirlo
  • Fai un calendario da qui al giorno prima che inizi la scuola, e inserisci un argomento per ciascuna materia per ogni giorno
  • A questo punto, calcola il tempo che dovrai dedicare ogni giorno allo studio e ritagliati ogni giorno quel tempo (se lo fai in un momento della giornata specifico è anche meglio: servirà a crearti una routine).

Tecniche di studio

Non tutti conoscono i metodi più efficaci per studiare, soprattutto perché ciascuno ha il proprio. C'è chi ad esempio preferisce le tecniche di lettura veloce, chi invece cerca ha bisogno di migliorare la concentrazione, e così via. In generale, i metodi sono tanti: se vuoi qui ne abbiamo raccolto qualcuno che può tornarti utile.

Ascolta su Spreaker.

Compiti per le vacanze obbligatori

Iniziamo col dire una cosa: i compiti per le vacanze non sono obbligatori - come non lo è nessun compito, del resto - ma sono decisamente necessari. Se non li fai, insomma, non sei punibile per non averli fatti, ma sicuramente non inizierai al meglio l'anno. Molti professori, infatti, partono proprio da lì per le prime verifiche, e potrebbero decidere di interrogare nel corso della prima settimana di lezioni e valutarti sulla base di quello che hai fatto o non hai fatto durante l'estate. Insomma, vale lo stesso che per i compiti a casa assegnati durante l'anno: nessuno può costringerti fisicamente a farli, ma, essendo uno strumento di valutazione, se li fai è meglio.

Temi, schede libro, mappe: tutto per fare in fretta i compiti per le vacanze

Mappe concettuali

Per tutto quel che riguarda lo studio teorico, potranno aiutarti gli schemi e le mappe concettuali. Quello che studierai oggi non lo ricorderai perfettamente a settembre, dunque è bene mettere nero su bianco i punti principali da ripassare velocemente con una lettura rapida che li metta insieme in modo ordinato. Quindi, per ogni argomento crea una mappa concettuale. Se non sai come si fa, puoi vederlo qui, oppure usare le nostre già pronte:

Schede libro

E veniamo al capitolo più ostico, quello delle letture per le vacanze. Sicuramente tra i tuoi compiti avrai anche dei libri da leggere, e probabilmente delle schede libro da preparare. Se non pensi di riuscire a finire tutto, leggi almeno un libro, quello che ti interessa di più, e per gli altri studia almeno il riassunto e le caratteristiche principali. In questo, possiamo aiutarti noi:

Per quel che riguarda la creazione di schede libro, invece, puoi trovare tutto nella nostra guida:

Un consiglio in più