Competenza interculturale: il vantaggio di studiare all'estero

Di Veronica Adriani.

Uno dei vantaggi dello studiare all'estero è l'acquisizione della competenza interculturale. Fondazione Intercultura insegna ai docenti a valutarla

COMPETENZA INTERCULTURALE: COS'È

Studiare all'estero porta tanti vantaggi. Uno su tutti? La competenza interculturale
Studiare all'estero porta tanti vantaggi. Uno su tutti? La competenza interculturale — Fonte: istock

Hai notato che ogni volta che viaggi all'estero torni a casa con qualche conoscenza in più? Questo accade perché entrare in contatto con un mondo diverso dal proprio mette alla prova la propria capacità di adattamento e comunicazione. Può succedere mentre cerchi un taxi o un ristorante, quando conosci qualcuno, fino alle situazioni più estreme, in cui devi chiedere aiuto per una difficoltà improvvisa. In tutti i casi, impari a comunicare in modo diverso da come faresti nel tuo paese. Impari cibi, tradizioni, gesti: in una parola, cultura.

Questa è la competenza interculturale: e nel mondo attuale è un asset fortissimo per la scuola, l'università e il lavoro. Chiunque passi all'estero un periodo più lungo di quello di una vacanza - come un anno di studio, ad esempio - matura una competenza importantissima. Competenza che purtroppo le scuole non sono ancora perfettamente in grado di valutare.

IL MODELLO DI VALUTAZIONE DELLA COMPETENZA INTERCULTURALE

Per non perdere questa opportunità, la Fondazione Intercultura, che organizza viaggi studio e anni di scuola all'estero per ragazzi (qui l'ultimo bando attivo), sta organizzando una serie di seminari in tutta Italia perché i docenti possano adeguatamente formarsi. Il calendario degli eventi è fittissimo, e i corsi sono validi. Sì, perché la ricerca per identificare i criteri di valutazione è stata elaborata insieme all'Università di Udine, e quel che ne è risultato è un modello molto chiaro.

Il modello di valutazione denominato Protocollo di valutazione Intercultura è stato sviluppato e sperimentato insieme a 113 docenti di quasi ogni parte d’Italia, che avevano uno studente all’estero con un programma Intercultura. Per la rubrica valutativa è stato consultato un gruppo internazionale di 29 esperti.

SEMINARI INTERCULTURA: QUANDO E DOVE

Nel mese di ottobre 2019 la Fondazione Intercultura in collaborazione con l’associazione Intercultura promuove sul territorio nazionale dodici corsi regionali di formazione per dirigenti scolastici e docenti connessi al Protocollo di valutazione Intercultura, della durata di un giorno. L’iscrizione alle giornate di formazione è gratuita e si effettua tramite il sito www.fondazioneintercultura.org oppure la piattaforma SOFIA del Ministero dell’Istruzione (iniziativa n. 31322).

Ecco le date:

  • Lunedì 7 ottobre 2019 - Lecce (Liceo Banzi Bazoli) (ed. 45428)
  • Martedì 8 ottobre 2019 - Caltanissetta (Liceo Ruggero VII) (ed. 45432)
  • Mercoledì 9 ottobre 2019 - Reggio Calabria (Liceo Statale Tommaso Gulli) (ed. 45616)
  • Venerdì 11 ottobre 2019 - Benevento (Istituto Galilei Vetrone) (ed. 49107)
  • Lunedì 14 ottobre 2019 - Macomer (Liceo Galileo Galilei) (ed. 45433)
  • Mercoledì 16 ottobre 2019 - Como (Liceo Alessandro Volta) (ed. 45764)
  • Giovedì 17 ottobre 2019 - Torino (IIS C.I. Giulio) (ed. 46333)
  • Venerdì 18 ottobre 2019 - Verona (Liceo N. Copernico) (ed. 45434)
  • Lunedì 21 ottobre 2019 - Pescara (Liceo Galileo Galilei) (ed. 45880)
  • Mercoledì 23 ottobre 2019 - Ancona (IIS Volterra Elia) (ed. 45763)
  • Venerdì 25 ottobre 2019 - Arezzo (Liceo Francesco Redi) (ed. 45499)

Inoltre il 24 ottobre si terrà a Bologna la prima giornata di formazione dell'unità formativa Competenza interculturale e mobilità studentesca all’interno del processo di internazionalizzazione della scuola. La seconda giornata si svolgerà nella primavera 2020.