Commissari esterni maturità 2020: che domande possono farti

Di Redazione Studenti.

Commissari esterni maturità 2020: i membri della commissione devono attenersi alle proprie materie o possono fare domande anche su altro?

COMMISSARI ESTERNI MATURITÀ 2020: SU QUALI MATERIE INTERROGANO

Entro la fine di gennaio il MIUR renderà note importanti informazioni sulla maturità 2020: farà sapere sia quali sono le materie della seconda prova, sia quali sono quelle che ha deciso di affidare ai membri esterni della commissione d'esame. Per i nomi, invece, è necessario aspettare l'inizio di giugno. I membri esterni sono un'incognita che incute timore nei maturandi: fino all'ultimo, infatti, non sapranno cosa aspettarsi. Uno dei dubbi più diffusi sulla loro figura è: su quali materie interrogano i commissari esterni? All’orale della maturità possono fare domande anche su altre materie oltre a quelle che gli verranno affidate dal Ministero a gennaio?

SU QUALI MATERIE INTERROGANO I COMMISSARI ESTERNI

Queste sono questioni davvero importanti. La paura di trovarsi a dover rispondere a domande del tutto inaspettate è forte, e ovviamente si sente il bisogno di qualche chiarimento.
Per capire come funziona quest’aspetto siamo andati a cercare le risposte tra i decreti del Miur che regolano lo svolgimento dell’esame di Stato.
Nel regolamento della Maturità si legge: “Si precisa che i commissari sia interni che esterni, allo scopo di favorire il coinvolgimento nel colloquio del maggior numero possibile delle discipline comprese nel piano degli studi dell'ultimo anno di corso, conducono l'esame in tutte le materie per le quali hanno titolo secondo la normativa vigente.”
Cosa vuol dire tutto questo?

COSA CHIEDONO I COMMISSARI ESTERNI ALLA MATURITÀ

Tradotto in parole povere, vuol dire che se un commissario esterno (o interno) è abilitato ad insegnare più materie, all’orale può farvi domande anche su queste, sempre che facciano parte del vostro programma di studi. Per capire per quali materie ha l’abilitazione occorre vedere a quale “classe di concorso” appartiene. Le classi di concorso sono espresse da un codice che viene riportato dal Miur accanto al nome di ogni componente delle commissioni.
Facciamo un esempio pratico: nei licei il Ministero dell'istruzione ha assegnato italiano ai commissari esterni. Accanto al loro nome, però, potreste trovare due diversi codici: A050 (italiano) e A051 (italiano e latino). Se il vostro commissario appartiene alla classe di concorso A051, all’orale potrà farvi domande anche di latino.

COMMISSARI ESTERNI MATURITÀ 2020, MATERIE SU CUI INTERROGANO

Insomma, per sapere se al colloquio dovete aspettarvi domande anche su altre discipline dovete attendere la comunicazione delle materie, poi la pubblicazione dei nomi dei commissari della maturità 2020, leggere il codice della loro classe di concorso e vedere a quali materie corrisponde.
Per scoprirlo vi basta fare una rapida ricerca online, oppure potete chiedere qualche chiarimento ai vostri professori.

I commissari esterni sono la grande incognita della maturità 2020: come si comporteranno? Saranno magnanimi o delle vere e proprie "carogne"? Ecco tutto quello che devi sapere su questa figura: