Maturità 2016: l'anno dell'addio ai commissari esterni

Di Valeria Roscioni.

Esame di Maturità 2016: tornano le commissioni interne. Se la Legge di Stabilità verrà applicata i commissari esterni scompariranno

SPECIALE MATURITA' 2018

|Date maturità 2018| Tesine | Gruppo Fb maturità 2018 |

MATURITA’ 2016: L'ANNO DELL'ADDIO AI COMMISSARI ESTERNI? Alla Maturità 2016 la commissione sarà tutta interna? Forse è presto per pensarci, ma dopo il tira e molla dello scorso Esame di Stato la domanda sembra sorgere spontanea dato che, stando a quanto stabilito dalla Legge di Stabilità, le commissioni dell’Esame di Stato dovrebbero tornare ad essere tutte interne con solo un presidente esterno. Si tratta di un cambiamento che, almeno sulla carta, avrebbe dovuto essere messo in pratica fin dal 2015 e che ha dato vita a ben più di una polemica. L’ultima in ordine temporale si è svolta verso la fine di marzo quando l’Onorevole Centemero ha voluto ricordare al Ministro Giannini che la presenza dei commissari esterni alla Maturità 2015 non era da ritenersi legittima. “Sono passati due mesi e il suo Ministero non ha ancora emanato il decreto ministeriale che prevedeva proprio la definizione delle nuove commissioni, entro 60 giorni. Questo è stato ribadito, anche, all’interno di un ordine del giorno che è stato approvato dal Governo e che prevedeva, appunto, che ci fosse un presidente esterno e commissari interni” aveva dichiarato la deputata nel corso del Question Time alla Camera del 25 marzo.

ATTENZIONE! Ultimi aggiornamenti: Commissari esterni 2016: nessun cambiamento

- Materie commissari esterni 2016

Date Maturità 2016, il calendario del Miur

COMMISSIONI MATURITA’: COMMISSARI ESTERNI ADDIO? Come tutti sappiamo, però, i commissari esterni alla Maturità 2015 ci sono stati e tuttp si è svolto esattamente come nel corso dell'anno precedente. Il Ministro aveva infatti risposto come segue: “Devo specificare che questa disposizione, essendo intervenuta ad anno scolastico avviato, non può che trovare piena applicazione a partire dall’anno scolastico 2015-2016, mediante l’adozione del prescritto decreto, ma anche prevedendo una modifica dei criteri di composizione delle commissioni di esame e delle regole di svolgimento delle prove stesse, non essendo prospettabile a candidati che sono, appunto, lo ha ricordato lei, in corso di preparazione, ormai agli sgoccioli, del prossimo esame di maturità.” Le commissioni interne, quindi, dovrebbero arrivare proprio per la Maturità 2016 dato che è stato avviato “un significativo e organico intervento della disciplina degli esami di Stato nell’ambito del più ampio processo di riforma della scuola che, attraverso il disegno di legge recante riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione, e delega per il riordino delle disposizioni normative vigenti, sarà proprio in questi giorni in inizio di percorso normativo alla Camera dei deputati. In tale provvedimento è previsto, tra le altre cose, uno specifico criterio di delega per la revisione delle modalità di svolgimento degli esami di Stato.”