Come diventare uno scrittore e come scrivere un libro di successo

Di Redazione Studenti.

Come diventare uno scrittore: cosa studiare e come scrivere un libro di successo. Ecco qualche consiglio per farsi notare da un editore

COME DIVENTARE UNO SCRITTORE

Come diventare scrittore? Ecco i consigli per farsi notare dagli editori
Come diventare scrittore? Ecco i consigli per farsi notare dagli editori — Fonte: istock

Siamo un popolo di scrittori, i dati parlano chiaro: i circa 1500 editori presenti in Italia pubblicano ciascuna una media di 50 titoli l'anno. Questo significa, banalmente, che le case editrici, di piccole, medie e grandi dimensioni, sono letteralmente invase dai manoscritti di giovani autori che aspirano alla pubblicazione. Difficile trovare spazio, farsi conoscere, a meno di non cadere nel tranello delle numerose case editrici che chiedono un "contributo per la pubblicazione". Contributo che a volte viene quantificato in diverse migliaia di euro. Dunque: come diventare uno scrittore?

Partiamo da una dura ma necessaria constatazione: molti manoscritti che arrivano sul tavolo dei comitati di lettura delle case editrici, ad essere sinceri, sono pura spazzatura: errori ortografici, sintassi zoppicante, trame improponibili. Insomma, zero talento. Ottimo materiale per i redattori, che ne approfittano per farsi due risate leggendone dei brani durante la pausa pranzo.

COSA STUDIARE PER DIVENTARE SCRITTORE

Ma come si scrive un libro che merita di essere pubblicato? Cominciamo dalla formazione.

Non esiste, ovviamente, un corso universitario che formi scrittori. Eppure esistono in ogni regione diversi corsi di scrittura creativa, organizzati da agenzie letterarie e associazioni culturali. Si tratta di corsi che mirano a insegnare tecniche narrative, principi di costruzione dei personaggi in una storia, ma soprattutto a stimolare la creatività. I prezzi variano da corso a corso, dunque meglio informarsi su costi e docenti e, e se possibile, contattare persone che hanno già seguito le lezioni negli anni precedenti.

A Torino c'è poi la Scuola Holden, vera e propria accademia di scrittura pluriennale fondata da Alessandro Baricco e oggi gestita da quattro soci. Non è economicissima, dunque meglio verificare che sia a portata di tasca oppure optare su uno dei tanti corsi brevi o serali che propone.

Ci sono poi dei corsi di scrittura creativa frequentabili sul web, per chi non ha il tempo di frequentare una vera e propria scuola.

DIVENTARE SCRITTORE SENZA LAUREA

Un altro buon consiglio è quello di iscriversi alle newsletter che hanno come tema la scrittura creativa e professionale, in modo da ritrovarsi periodicamente sulla propria casella di posta elettronica suggerimenti utili e originali.

Una cosa da tenere presente se si ha davvero intenzione di fare questo mestiere è che l'arte della scrittura è argomento di numerosi saggi, più o meno interessanti, rintracciabili nelle librerie più fornite. Non c'è da credere a chi racconta che la scrittura è pura ispirazione. Non è vero. L'idea del poeta che, col cuore lacerato, impugna una penna e scrive di getto, è solo un'immagine molto romantica. Per scrivere, e per farlo bene, sono necessari impegno e abnegazione. Bisogna scrivere qualche riga ogni giorno.

Proprio per questo motivo tenere un blog su qualsiasi argomento o collaborare anche gratuitamente per i primi tempi con riviste online o cartacee è una palestra economica e incredibilmente efficace.

COME DIVENTARE SCRITTORI OGGI

Se invece l'intenzione a breve termine è quella di inviare un manoscritto a un editore, ecco un paio di dritte imprescindibili:

  • Meglio scegliere solo case editrici che pubblichino il genere che ci interessa (inutile mandare una raccolta di poesie a una casa editrice che pubblica solo narrativa).
  • Allegare sempre una breve lettera di presentazione in cui, in poche righe, si riassume il senso del proprio lavoro. Si è sempre di corsa in una redazione, e di fronte a un volume misterioso di 500 pagine anche il redattore più curioso si arrenderà!

COME SCRIVERE UN LIBRO DI SUCCESSO

Capita, talvolta, che alcuni lavori con le carte in regola non riescano a trovare la propria strada nella rete dell'editoria italiana. Oggi c'è una soluzione: il self-publishing.

  • Il Book On Demand è una modalità di stampa che prevede la realizzazione tipografica di un libro dietro ordinazione del lettore. A fronte di un minimo impegno economico, l'autore può realizzare una pubblicazione a tutti gli effetti. La peculiarità consiste nel garantire elevata qualità di stampa anche stampando un numero bassissimo di copie del libro (50 contro le 500/1000 che generalmente vengono richieste da una tipografia).
  • Ancor più conveniente è la strada che propongono alcuni siti web, chiunque voglia far conoscere il proprio prodotto (libro, cd, dvd) potrà farlo a costo zero, mantenendone i diritti, impostandone liberamente il prezzo di vendita e di conseguenza il margine di guadagno, e scegliendone inoltre tutte le caratteristiche grafiche. Si tratta in sostanza di creare un vero e proprio e-book scaricabile gratuitamente o a pagamento.

Ma per chi vuole imparare a scrivere il consiglio migliore è anche il più ovvio: leggere, leggere e ancora leggere. In bocca al lupo!

Consulta anche:

Sai cosa vorresti diventare ma non sai come? Dai un'occhiata alle nostre guide: