Studiare storia: ecco come si fa

Di Redazione Studenti.

Pochi semplici passi per studiare storia in modo efficace e veloce. Ti serviranno pochi oggetti e un po' di pazienza, e il risultato è garantito

COME STUDIARE STORIA

Come studiare la storia: consigli e dritte
Come studiare la storia: consigli e dritte — Fonte: istock

Ti senti perso nell'elenco infinito di nomi e date che ti compaiono davanti ogni volta che apri un libro di storia? se è così, puoi star tranquillo: la sensazione è assolutamente comune. Studiare storia è una delle cose più complesse per gli studenti, dalle elementari all'università (e oltre...), perché richiede un grande sforzo mnemonico per tenere a mente la cronologia degli avvenimenti e i loro grabndi protagonisti.

A questo punto abbiamo due notizie per te: una buona e una cattiva.

La notizia cattiva è che non puoi prescindere da un minimo di memoria, anche solo per collocare gli avvenimenti uno di seguito all'altro, e dare un senso di causalità a quello che è accaduto nel tempo.

La buona notizia è che gran parte di queste cose non vanno assolutamente imparate a pappagallo: sarà molto più importante capire il perché dello scoppio di una guerra o di una carestia, il perché di una scelta politica o militare, la differenza fra le politiche economiche e sociali di un sovrano o un politico...rispetto al sapere in maniera fredda e asettica che qualcosa è accaduto. Anche perché - diciamocelo - se impari a memoria c'è molta più possibilità che le domande del prof. possano metterti in difficoltà.

COME SI STUDIA LA STORIA

Vediamo allora a questo punto quali sono i passi più efficaci da fare per studiare la storia:

  1. Soffermati sulle informazioni essenziali, aiutandoti - se ci sono - con i paragrafetti a bordo testo. Di cosa parla il paragrafo che stai leggendo? Quali sono le cose che non puoi proprio dimenticare? Cerca di tenere a mente il contesto (quando si svolgono i fatti) e i protagonisti (chi fa cosa). Il resto, almeno per ora, è accessorio.
  2. Fai un riassunto di quello che hai letto. È estremamente importante ripetere, o per iscritto - con un breve testo, uno schema o una mappa concettuale - o almeno a voce alta. Cerca di focalizzare i punti principali anche qui, e assicurati di aver capito il nesso causa-effetto delle questioni. Usa pochissime parole per riassumere. Se qualcosa non è chiaro, rileggi e ripeti ancora.
  3. Se hai preso appunti in classe, rileggili con attenzione. Prima di tutto, perché è probabile che saranno quelli i punti che il tuo prof vorrà approfondire, e poi perché. Inoltre, potresti trovarci dentro le stesse cose spiegate con parole diverse e più chiare, ritrovando i concetti del libro ma presentati in modo più semplice.
  4. Usa schemi e mappe concettuali, se non lo hai ancora fatto. Ti aiuteranno a chiarire i concetti visivamente e a fissarli nella mente.