Come fare una recensione di un libro: la guida

Di Valeria Roscioni.

Il tuo professore ha assegnato la recensione di un libro come compito per casa o per le vacanze? Niente paura, ti spieghiamo noi come fare

Rispetto ai tradizionali compiti a casa o per le vacanze, molti professori di italiano preferiscono assegnare la lettura di uno o più libri ai propri alunni e la stesura di una recensione. I professori preferiscono questa forma di compito per le vacanze o per casa per invogliare i ragazzi alla lettura e gli studenti possono approfittare di questa opportunità per prendere un buon voto senza faticare troppo. Se non sai da dove iniziare, ti aiutiamo noi: ecco la guida che ti spiega come fare una recensione di un libro per stupire il tuo professore!

  1. Cos’è la recensione di un libro
  2. Recensire libri: consigli
  3. La struttura della recensione di un libro
  4. Come fare e scrivere la recensione di un libro

1. COS’È LA RECENSIONE DI UN LIBRO

Uno dei compiti che i professori di italiano assegnano più di frequente è quello di far leggere ai propri alunni un libro, chiedendogli poi di scriverne la recensione. A pensarci bene, si tratta di un lavoro decisamente più piacevole rispetto a quelli che gli studenti sono abituati a svolgere quotidianamente, eppure sono in molti coloro che, non appena sentono questa richiesta da parte dei loro prof, vanno nel pallone. Il motivo è semplice: non tutti sanno come si scrive la recensione di un libro, e anche chi ha compreso la tecnica da utilizzare non riesce ad esprimere in maniera originale il proprio pensiero finendo col copiare quello dei grandi critici.

È innanzitutto opportuno chiarire un primo, fondamentale punto: fare una recensione significa scrivere un testo in cui, attraverso un riassunto e un commento personale di un libro che si è letto, si invoglia qualcun altro a comprarlo. Nel caso specifico di una recensione di un libro assegnato per scuola, il tuo compito non sarà ovviamente quello di incentivare il tuo professore a correre in libreria ad acquistare l’opera in questione (si presuppone l’abbia già), quanto piuttosto dimostrargli di averla letta accuratamente e saper svolgere un’analisi critica a riguardo, mettendone in luce aspetti originali che ti hanno colpito.

2. RECENSIRE LIBRI: CONSIGLI

Come fare una recensione
Come fare una recensione

La prima cosa che devi fare quando ti viene assegnata una recensione è, ovviamente, leggere il libro in questione. Sappiamo bene che si tratta di un compito spesso non molto gradito e che anche i cosiddetti topi da biblioteca mostrano una certa resistenza alla lettura di un libro che gli è stato imposto da qualcun altro. Leggere è e deve rimanere un piacere, ma è pur vero che molti studenti non hanno un buon rapporto con romanzi e opere narrative al di fuori del contesto scolastico.

In quest’ottica, recensire un libro diventa un’opportunità per approcciarsi alla meravigliosa arte della lettura, nonché per strappare un buon voto al professore di italiano senza dover studiare pagine e pagine di autori, correnti letterarie e poesie. Insomma, parliamoci chiaro: è decisamente più semplice leggere un libro e darne un’interpretazione personale che ricordarsi a memoria nomi e date di poeti e scrittori. Perciò prendi questo compito come una ghiotta occasione per alzare la media senza dover faticare troppo e cerca di dare il meglio di te.

Mentre leggi il libro, evidenzia – sottolineando, ricorrendo ai post-it o scrivendo su un quaderno a parte – i passi che più catturano la tua attenzione, in modo che poi ti sarà più semplice ritrovarli al momento necessario. Vedrai che, nonostante i freni iniziali, piano piano ti appassionerai alla trama e ti chiederai perché ci hai messo così tanto ad iniziare.

3. LA STRUTTURA DELLA RECENSIONE DI UN LIBRO

Da dove cominciare per scrivere la recensione di un libro? Dopo aver letto l’opera, dovrai decidere se:

  • Procedere per punti (strutturando cioè il tuo testo come una specie di scheda libro)
  • Scrivere un unico discorso


Non c’è una modalità giusta e una sbagliata: tutto dipende dalla tua capacità di scrivere, dal tuo stile, dalla tua abilità nello strutturare il tutto in un unico testo, che sia però completo e dotato di una coerenza logica. Se sei alle prime armi ti converrà tuttavia procedere per punti, in modo da non rischiare di perderti in un discorso troppo complesso.

Che tu scelga la prima o la seconda strada, non cambierà ovviamente ciò che dovrai scrivere all’interno della tua recensione. In linea generale, le nozioni che dovrai inserire saranno le seguenti:

  1. Accenni sull’opera in questione: titolo, anno di pubblicazione, nome della casa editrice
  2. Breve biografia dell'autore
  3. Breve panoramica sul suo stile, sulle sue opere e sul periodo in cui scrive
  4. Recensione del libro vera e propria che dovrà articolarsi così:
    4.1 Trama del libro
    4.2 Analisi stilistica
    4.3 Commenti e giudizi personali


4. COME FARE E SCRIVERE LA RECENSIONE DI UN LIBRO

La parte più consistente della recensione del libro sarà quindi costituita dalla trama del libro, dall’analisi stilistica dell’opera e dai commenti e giudizi personali. Vediamo insieme come sviluppare ognuno di questi punti.

1. Trama del libro
La trama del libro deve dimostrare che tu hai letto realmente l’opera in questione, eppure – a differenza di quanto si crede – non è questo il passaggio a cui dovrai dedicare più tempo. Cerca di essere sintetico (una quindicina di righe basteranno) e di riportare i fatti più salienti del libro. Attenzione a non copiare la trama identica a come la trovi su internet: anche i professori, ormai, sanno navigare bene sul web e scovare i trucchi usati dagli studenti. Fai piuttosto del tuo meglio per risultare originale e scrivere un riassunto avvincente.

2. Analisi stilistica
Questa è probabilmente la parte a cui dovrai dedicare più tempo e attenzione. Per aiutarti, cerca di rispondere alle seguenti domande:

  • I periodi utilizzati dall’autore sono lunghi e complessi o semplici?
  • L'autore preferisce le subordinate (le proposizioni che dipendono da altre proposizioni, ad esempio: Sono andato a casa sua, perché me lo ha chiesto più volte) o le coordinate (le proposizioni che sono indipendenti e, anche tirate fuori dal contesto del periodo, mantengono un significato autonomo, ad esempio: Luigi e Marco sono andati al mare e hanno fatto il bagno)?
  • C'è un utilizzo particolare della punteggiatura?
  • Il lessico (ovvero le parole utilizzate) è semplice o ricercato?
  • Prevalgono i dialoghi o le descrizioni?
  • Qual è il genere dell’opera?
  • Come si caratterizzano i personaggi?


Cerca di scovare anche eventuali figure retoriche, prima fra tutte la metafora: è importante capire se l’autore sta cercando di darci un messaggio fra le righe o se tutto è ben esplicitato. Ovviamente, nel rispondere a queste domande, dovrai creare un testo che abbia una propria consequenzialità logica, che non risulti come un semplice elenco di risposte.

3. Commenti e giudizi personali
L’ultima parte della tua recensione di un libro dovrà essere occupata da un tuo giudizio personale. Evita la banalità (“mi è piaciuto/non mi è piaciuto perché…”) e cerca piuttosto di parlare degli aspetti dell’opera che ti hanno colpito, stando ben attento ad argomentare ogni volta le tue opinioni e le tue impressioni. Rifletti su ciò che ti ha lasciato, su quali emozioni ha suscitato in te e su qual è il messaggio che porti con te alla fine di questa esperienza meravigliosa che è la lettura di un libro.

Vuoi scoprire altri trucchetti per fare una buona recensione di un libro? Sfoglia la nostra gallery!