Tesina maturità 2018, powerpoint o cartaceo?

Di Veronica Adriani.

Siamo quasi alla maturità 2018 e un dubbio assale gli studenti: come presnetare la tesina? Meglio power point o un cartaceo rilegato? Ecco le loro opinioni

TERZA PROVA

Scopri le tracce della prima e della seconda prova della Maturità 2018

TESINE MATURITÀ ORIGINALI

Come presentare la tesina di maturità? Meglio cartacea o digitale?
Come presentare la tesina di maturità? Meglio cartacea o digitale? — Fonte: istock

Siamo quasi alla Maturità 2018 e gli studenti iniziano ad interrogarsi sulla presnetazione della loro tesina. Gli argomenti aiutano: si va infatti dalle serie TV ai film, dai personaggi della musica alle grandi questioni filosofiche. Insomma, il contenuto c'è. Ma la forma?

È questa infatti che preoccupa maggiormente i maturandi, soprattutto quando da parte dei professori le indicazioni sono state poco chiare. Meglio preferire un'esposizione orale supportata da un power point o preparare delle piccole brochure da distribuire ai docenti della commissione?

TESINA MATURITÀ 2018

Sul Gruppo Facebook Maturità 2018 gli studenti si scambiano opinioni e suggerimenti. Così fa Michele, che dice: "Io penso di utilizzare Prezi, ma niente tesine scritte. I miei prof mi hanno schiettamente detto che si scocciano a leggere, ma darò ad ognuno di loro almeno la mappa concettuale". Sabrina porterà invece solo la presentazione digitale: "Quella scritta serve solo a noi per studiare". C'è chi opterà per mappa concettuale accompagnata da power point, e chi invece si presenterà all'esame con il tablet e la tesina preparata su Keynote.

Negli istituti tecnici la presentazione sarà più pratica: in molti faranno la tesina sugli stessi prototipi che mostreranno alla commissione durante l'orale. C'è poi anche chi, facendo la tesina su un libro, sceglierà un'idea molto originale per presentarla: "ripropongo copertina e tutto di quel libro, ma all’interno ci sarà il mio elaborato".

COME PRESENTARE LA TESINA DI MATURITÀ

Per chi deve fare l'esame in due o più lingue, la tesina presenta anche un'altra insidia: lo switch linguistico da un argomento all'altro a un cento punto del discorso. Una delle studentesse che intervengono nella discussione suggerisce di "portare power point e brochure, una per professore, magari spiegando sinteticamente una parte della tesina in inglese, ad esempio". C'è chi invece ripeterà il discorso due volte, introducendolo in italiano e approfondendolo in lingua straniera.

Qualunque sia il dubbio che avete sulla presentazione della tesina, qui sotto potrete trovare dei suggerimenti utili per cavarvela al meglio. Si parte dall'impaginazione della tesina fino all'esposizione orale, cercando di costruire il discorso senza farsi prendere dal panico di parlare in pubblico. Buona lettura!