Come prendere voti alti alla maturità 2022 senza morire sui libri

Di Redazione Studenti.

Trucchi e consigli per prendere voti alti alla maturità 2022 senza morire sui libri: come studiare e ripassare efficacemente

MATURITÀ 2022

Prendere voti alti alla maturità senza morire sui libri si può fare: basta organizzare bene il metodo di studio
Prendere voti alti alla maturità senza morire sui libri si può fare: basta organizzare bene il metodo di studio — Fonte: getty-images

La maturità 2022 si avvicina sempre di più, soprattutto dopo che sono usciti gli elenchi dei presidenti di commissione.

Il rischio di tentare fino a giugno uno studio matto e disperatissimo, però, è dietro l'angolo: come fare quindi ad evitarlo, riuscendo però anche a non stravolgere la propria vita sociale e mantenendo i voti alti?

La soluzione, come sempre, è quella di trovare il giusto metodo di studio, eliminando distrazioni e cattive abitudini. Vediamo come fare nel dettaglio!

METODO DI STUDIO: COSA NON FARE

Prima di consigliarvi le tappe per organizzare uno studio efficace, mettiamo in chiaro una cosa: non è possibile imparare tutto il necessario delle varie materie senza faticare un minimo sui libri. Allo stesso modo, però, pensare che passare la vita sui libri sia l'unico modo per portare a termine il lavoro è sbagliatissimo.

La prima cosa da fare per trovare il giusto metodo di studio, quindi, è fondamentalmente eliminare tutte le vecchie abitudini che non portano risultati ma fanno perdere moltissimo tempo. Due esempi su tutti:

  1. Riassumere tutto, in alcuni casi riscrivendo del tutto il libro;
  2. Ripetere tutto a memoria, senza rielaborare le cose in maniera personale e con il proprio lessico.
Ascolta su Spreaker.

MATURITÀ 2022: METODO DI STUDIO

Ma come trovare quindi il giusto metodo di studio? Posto che per ciascuno il giusto metodo di studio può essere diverso, c'è una cosa che dovrebbe accomunare tutti: la volontà di non sprecare tempo prezioso.

Mantenere un metodo di studio non efficace significa infatti non solo prendere voti più bassi all'esame, ma anche perdere tantissimo tempo per fare attività molto più piacevoli: sport, uscite con gli amici, cura di se stessi. Insomma: sprecare tempo non è utile per nessuno e in nessun caso.

La prima cosa da fare, quindi, è prendere in considerazione un metodo di studio che permetta di ottimizzare il tempo per potersi dedicare anche ad altro.

Ecco quindi i passi da fare per rendere più efficace il tuo metodo di studio:

  1. Fai un piano di studio
    Solo vedendo quanto tempo hai a disposizione e quante sono le cose da studiare puoi fare un piano realistico e capire quanti contenuti puoi fare in un singolo giorno. Prepara quindi una scaletta realistica e cerca di seguirla per quanto possibile.
  2. Scegli il materiale
    Per ogni materia, cerca di valutare se il prof. è più interessato a quello che ha detto in classe o a quello che sta scritto sui libri. Di volta in volta potrai scegliere di stusiare una materia solo sui libri o solo sui tuoi appunti, in modo da ridurre il carico di lavoro e distribuirlo meglio.
  3. Evita lo studio passivo
    Una cosa molto frequente fra chi ha da studiare una grande mole di informazioni è quella di leggere e rileggere lo stesso libro più volte, riassumendo spesso quasi tutto tramite schemi. Un metodo che indubbiamente può servire a memorizzare e fissare concetti, ma che richiede uno sforzo titanico. Meglio leggere poche informazioni - meglio se concettualmente legate tra loro - e cercare di ripeterle in testa usando parole diverse. Quando un concetto è troppo complesso, è sufficiente fussarlo su carta, senza badare troppo alla forma estetica. Ci sarà modo di tornarci più avanti!
  4. Pianifica i ripassi
    Leggere tutto il libro per poi ripassarlo non serve a nulla: se torni su un'informazione a distanza di un mese è certo che il tuo cervello l'avrà già considerata irrilevante e l'avrà dimenticata. Risultato: dovrai studiare tutto da capo.
    Meglio quindi pianificare ripassi periodici, tornando sulle stesse cose nell'arco di una settimana, per ripeterle e fissarle nella memoria.
  5. Ripassa tutto alla fine
    Il ripassone finale, si sa, è un grande classico dello studio. Ma come si fa? L'errore, come dicevamo prima, è di lasciarsi una settimana alla fine per ripassare tutti i concetti, insistendo soprattutto sulle cose che non si sanno bene. Ecco: quello che ti consigliamo è invertire la tendenza. Prova quindi a lasciarti un bel po' di tempo alla fine per ripassare tutto giorno dopo giorno, e soprattutto punta sulle cose che sai meglio, per fissarle in modo definitivo ed essere sicuro di padroneggiarle all'esame. 
  6. Aiutati con la tecnologia
    Per ottimizzare ancora di più i tempi, quando esponi le varie materie prova a registrarti. Quando ti riascolterai, non solo potrai verificare la tua conoscenza di un argomento, ma potrai anche approfittarne per fissare ulteriormente i concetti nella mente.

MATURITÀ 2022, NEWS

Leggi le ultime news: