Come leggere i voti sul registro elettronico

Di Redazione Studenti.

Cos'è e come funziona il registro elettronico? Ecco la guida che ti spiega tutto su questo strumento digitale e come si leggono i voti presi a scuola

Introduzione

Come leggere i voti sul registro elettronico
Come leggere i voti sul registro elettronico — Fonte: getty-images

La tecnologia fornisce degli strumenti e dei mezzi utilissimi per facilitare la vita di ogni giorno. Oramai sono rimaste davvero poche le persone che rinunciano alle comodità legate all'evoluzione della tecnologia. I progressi dell'ultimo secolo sono stati enormi e hanno riguardato qualunque settore, da quello della vita privata a quello del lavoro.

A beneficiare in modo molto evidente delle nuove tecnologie è certamente il mondo della scuola. Per un docente è impensabile svolgere le proprie mansioni senza l'ausilio di un computer e di atri tipi di dispositivi elettronici. Da diversi anni molte scuole hanno iniziato ad utilizzare la LIM, lavagna interattiva multimediale, in sostituzione delle classiche lavagne in ardesia.

Anche i rapporti tra la scuola e le famiglie vengono notevolmente supportati da uno strumento virtuale, il registro elettronico. E in questa guida vedremo come leggere i voti sul registro elettronico.

Cos'è il registro elettronico

Il registro elettronico è una novità degli ultimi anni. Si tratta di un database virtuale che permette agli insegnanti di annotare giornalmente gli argomenti delle lezioni, i compiti da svolgere a casa e i voti di ciascun studente.

La struttura del registro elettronico permette di includere un certo numero di pagine per le varie tipologie di informazioni. La registrazione di assenze, di presenze e di ritardi è estremamente semplice.

I vari modelli di registri elettronici variano in base al tipo di layout utilizzato, ma sono in genere molto simili da scuola a scuola.

L'utilizzo del registro elettronico da parte delle famiglie è solitamente molto intuitivo. Tutte le scuole forniscono a ogni alunno una utenza e una password per accedere al sistema e per visualizzare solo i dati dell'alunno stesso. In questo modo viene garantita la privacy di tutti gli altri compagni di scuola.

Com'è strutturato il registro elettronico

Nel registro elettronico solitamente troviamo una classificazione delle varie pagine per argomento. Ad ogni argomento corrispondono delle icone, che si trovano di norma nella parte superiore della pagina. Tali icone rimandano al calendario delle presenze, ai compiti assegnati, agli argomenti trattati, alle valutazioni fatte.

Nei registri elettronici è sempre presente una legenda. Troveremo quasi sempre la legenda in basso, ad indicare il significato di simboli e colori. È possibile visualizzare di tutti gli argomenti a livello giornaliero, settimanale o mensile.

Come detto, l'interfaccia grafica può variare da modello a modello. Non esiste uno standard unico, ma quasi tutti i registri elettronici si rifanno a layout realizzati per semplificarne la lettura. L'icona che in genere interessa maggiormente un genitore è quella che rimanda alla pagina dei voti.

Come leggere la pagina relativa ai voti dello studente

Ma come possiamo leggere i voti degli studenti? Spesso nel registro elettronico troviamo una matrice avente sulle righe le varie materie, mentre sulle colonne sono riportate le date in cui lo studente ha affrontato una prova scritta o una interrogazione.

Nella cella che incrocia una materia con una data troviamo l'esito della prova. In genere, un voto non sufficiente viene evidenziato in rosso, mentre una sufficienza viene riportata in nero.

Possiamo, inoltre, trovare per ogni materia due righe, una per il voto delle prove scritte, l'altra per l'esito degli orali. In alcuni registri elettronici è possibile anche visualizzare la media dei voti per materia, e la media totale per quadrimestre.

Il registro elettronico serve per aggiornare le famiglie circa i risultati scolastici dei propri figli, e deve essere di semplice ed immediata lettura.

Guide sui voti scolastici