Come insegnare i numeri ordinali ai bambini

Di Redazione Studenti.

I numeri ordinali: cosa sono e a cosa servono? Ecco la guida su come insegnare i numeri ordinali agli studenti della scuola primaria

Introduzione

Come insegnare i numeri ordinali ai bambini
Come insegnare i numeri ordinali ai bambini — Fonte: getty-images

I numeri naturali permettono di contare, ma anche di ordinare. Per contare si utilizzano normalmente i numeri cardinali, mentre per ordinare si sfruttano i numeri ordinali.

In altre parole, i numeri ordinali si usano per indicare la collocazione o la posizione di un oggetto. Il servirsi dei numeri ordinali aiuta il bambino a comprendere la collocazione degli oggetti oppure delle persone.

Fin da piccoli, i bambini utilizzano inconsapevolmente i numeri ordinali: ogni volta che dicono ad un genitore che sono arrivati per primi, ad esempio, in classe o in una gara, oppure quando imparano che la loro aula si trova al secondo piano della scuola.

È possibile approfondire la loro conoscenza dei numeri ordinali anche attraverso materiali didattici, giochi e un po' di esercizio. Vediamo quindi, a tal proposito, come insegnare i numeri ordinali ai bambini.

Fate loro degli esempi

Già durante l'ultimo anno della scuola materna i bambini imparano i primi dieci numeri ordinali. Questi sono i più semplici da capire, ma i più difficili da ricostruire a partire dai numeri cardinali.

Prendete come esempio una gara di corsa, con gli stessi bambini come protagonisti. Al termine della gara ogni corridore ha la sua posizione, che corrisponde all'ordine di arrivo.

Quindi direte che chi ha vinto la gara è il primo, quello che è arrivato subito dopo è il secondo e così via. Cercate però di non esagerare col numero di posizioni rappresentate.

Rischiereste di creare molta confusione nelle menti dei bambini. In questo modo impareranno a memoria, divertendosi, i primi dieci numeri ordinali.

Soffermatevi sulle nozioni più complicate

Potete insegnare agli studenti i numeri ordinali successivi al decimo nel modo seguente. Prendete un numero cardinale, togliete l'ultima vocale ed aggiungete il suffisso -esimo, oppure -esima.

In pratica, al numero cardinale undici corrisponde il numero ordinale undic-esimo, al dodici corrisponde dodic-esimo, e così via.

È importante far notare ai bambini che un numero ordinale prende il genere ed il numero del sostantivo a cui si riferisce. Non dimenticate di dire ai bambini che ci sono anche delle eccezioni, che sono quando i numeri terminano con le cifre tre e sei. In questi casi, ovviamente, vi dovrete soffermare più a lungo.

Fingete di svolgere un'intervista

Per rendere divertente imparare i numeri ordinali potete utilizzare il dialogo, oppure fingere di fare una intervista.

Il dialogo potrebbe svolgersi nel seguente modo: dopo aver posizionato vari oggetti in fila sopra un tavolo, un bambino chiede la posizione di un oggetto e gli altri rispondono.

Un'intervista potrebbe comprendere domande del tipo: "Qual è la prima cosa che fai al mattino?". Oppure "Chi è seduto in seconda fila in classe?".

Consigli

E' molto importante non prolungare troppo queste attività di insegnamento per non annoiare i bambini.

Alcuni link che potrebbero esserti utili: