Come imparare una lingua straniera

Di Redazione Studenti.

Metodi per capire e imparare una lingua straniera. Come organizzare lo studio, immergersi e migliorare in una lingua che non si conosce

Come imparare una lingua straniera

Come imparare una lingua straniera, magari da soli?
Come imparare una lingua straniera, magari da soli? — Fonte: getty-images

Come si fa ad imparare una lingua straniera? Esistono metodi più efficaci di altri?

È questa la domanda che attanaglia ogni studente alle prese a scuola con l'inglese, o qualsiasi altra lingua straniera.

Ma vale lo stesso per le tante persone che semplicemente desiderano conoscere meglio le lingue per viaggiare, capire musica, film e serie tv senza traduzione in italiano, o più semplicemente avere uno strumento in più per lavorare e vivere all'estero.

Come studiare una lingua da autodidatta

I metodi per imparare le lingue straniere in modo efficace sono moltissimi, anche se lo si fa da autodidatti.

Di seguito ne vedremo alcuni, tutti efficaci e tutti facilissimi, qualcuno più tradizionale e altri un po' meno. Per ciascuno valuteremo pro e contro e cercheremo di capire come migliorare in una lingua in modo efficace e veloce.

Quante ore al giorno studiare una lingua

Non esiste una ricetta universale per decidere quanto tempo è giusto destinare allo studio di una lingua. Sicuramente la scelta dipende da tanti fattori:

  • Sei portato per lo studio delle lingue?
  • Hai scelto di frequentare un corso o di imparare da autodidatta?
  • Hai molto tempo a disposizione durante il giorno oppure no?

Se non si è particolarmente portati per lo studio di una lingua, forse frequentare un corso con orari fissi e un docente è la scelta giusta. Con un paio di lezioni a settimana - generalmente della durata di un'ora e mezza ciascuna, se si tratta di un corso non intensivo - si possono comunque ottenere buoni progressi nel giro di qualche mese. Certo, sarebbe auspicabile ovviamente studiare per conto proprio ogni volta che si può, per allenare il cervello e immergersi meglio nella lingua.

Chi invece non ha molto tempo a disposizione ma una buona predisposizione allo studio delle lingue, potrà magari scegliere di studiare da autodidatta tramite app o videocorsi, sfruttando pause o momenti di tempo libero.

Anche in questo caso, i risultati arriveranno in fretta. Quello che davvero conta nello studio di una lingua straniera, infatti, è la costanza. Sembra impossibile, ma anche pochi minuti al giorno posso fare la differenza nello studio di una lingua.

Come organizzare lo studio di una lingua

Per organizzare lo studio di una lingua, bisogna avere molto chiari innanzi tutto gli obiettivi e i mezzi a disposizione.

  • Stai puntando ad imparare una lingua per il lavoro o per il piacere personale?
  • Hai in previsione un viaggio o un Erasmus in un paese straniero e ti serve un'infarinatura generale della lingua per poi continuare a studiarla sul posto?
  • Ti serve per lavoro, e dunque hai bisogno di un lessico specifico?
  • Stai puntando a una certificazione internazionale?

Sono tutte domande che possono sembrare indipendenti dal mezzo che userai per imparare una lingua straniera, ma non lo sono affatto. Al contrario, sono propedeutiche alla scelta degli strumenti giusti, e quindi alla pianificazione del tuo studio.

Come studiare una lingua se hai poco tempo a disposizione

Se hai un'urgenza rilevante - ovvero, devi imparare il più possibile nel minor tempo per una partenza improvvisa, ad esempio - ti sarà utile un corso di lingue intensivo, che ti costringerà a una full immersion nella lingua ogni giorno della settimana. Nel resto della giornata, a casa, sarà bene che fissi i concetti, in modo da non perdere ciò che di nuovo impari.

Se punti a una certificazione linguistica, magari per l'Università o il lavoro, dovrai invece studiare come se stessi preparando un test d'ingresso per una facoltà a numero chiuso. In base al tempo che hai a disposizione, dovrai provare moltissime simulazioni di esame per avere dimestichezza con i test, e colmare eventuali lacune. Ricorda che in questo caso dovrai focalizzarti soprattutto sul metodo per risultare efficace al test: a volte non importa conoscere la lingua nel migliore dei modi, ma imparare le tecniche giuste per rispondere in poco tempo e in modo pertinente ai quesiti.

Come studiare una lingua se hai molto tempo a disposizione

la partenza per l'Erasmus è uno dei principali motivi per cui si sceglie di imparare una lingua straniera
la partenza per l'Erasmus è uno dei principali motivi per cui si sceglie di imparare una lingua straniera — Fonte: getty-images

Se invece stai studiando per il tuo piacere personale, per viaggiare all'estero o semplicemente per curiosità, e quidi hai molto tempo da dedicare all'apprendimento, le cose cambiano. Il tuo studio potrà essere spalmato su un arco temporale più lungo, e i corsi potranno durare anche un intero anno. Generalmente nel giro di sei mesi si può riuscire anche a progredire di un livello (ad esempio da A1 ad A2), ma dipende molto dal corso, dalla scuola e dalla lingua. Per i livelli più alti, ad esempio, la progressione è più lenta.

Un'altra soluzione è quella di optare per un corso online o lo studio su un'app. Ti basteranno pochi minuti al giorno per iniziare a fissare semplici concetti, e altrettanti per esercitarti. In questo caso, sarai tu a decidere quanto tempo dedicare allo studio e quanto alle esercitazioni: con gli strumenti giusti, comunque, potrai sempre monitorare i tuoi progressi.

Lezioni di conversazione per capire e parlare una lingua

Un'altra possibilità che hai è quella di affidarti alle lezioni di conversazione. Queste richiedono almeno un livello minimo di conoscenza della lingua - non potrai farle da zero - ma ti aiuteranno a diventare più fluente nel parlato, e a iniziare a distinguere i vari accenti in base alla provenienza geografica. Non crederai mica che l'inglese parlato in Australia sia uguale a quello di Londra, no?

Anche in questo caso - non avendo cioè vere e proprie lezioni fisse - dovrai darti tu un'autodisciplina, e costringerti a studiare un po' anche quando non ne avresti voglia. Parallelamente potresti ricorrere ad altri "trucchetti" molto efficaci, che ti costringeranno con un minimo sforzo a fare una vera immersione nella lingua. Vediamoli nel dettaglio.

Come migliorare in una lingua: tips efficaci

Accanto ai corsi veri e propri di lingua, ci sono moltissimi piccoli trucchi che puoi immediatamente mettere in atto per rendere più semplice l'apprendimento di una lingua straniera.

Il grande problema di chi impara una lingua, infatti, sta nella difficoltà di immergersi completamente nella lingua stessa, a meno che non si frequenti un corso direttamente sul posto. In tutti gli altri casi, invece, appena chiuso il libro - o l'app - il mondo attorno a sé torna a parlare italiano, rendendo molto difficile applicare nella pratica quanto si è imparato.

Come fare, allora? Vediamolo.

Migliorare l'ascolto

Tips per migliorare l'ascolto in una lingua straniera

  • Ascolta la radio in lingua
    Ci sono moltissime app che puoi scaricare sul tuo telefono per ascoltare radio in tutto il mondo. fai una prova e inizia ad abituare l'orecchio a suoni diversi!
  • Impara il testo delle tue canzoni preferite
    Ti servirà a imparare moltissime espressioni idiomatiche nuove, e a capire come usarle nel parlato.
  • Guarda film e serie TV in lingua originale
    Inizia con i sottotitoli in italiano e poi, pian piano, passa a quelli in lingua. Se vuoi, cverca anche interviste dei tuoi attori preferiti on-line!

Migliorare la lettura

Tips per migliorare la lettura in lingua straniera

  • Cambia la lingua del cellulare
    Sarà una vera e propria rivoluzione per te: in questo modo sarai costretto ad avere a che fare con una lingua straniera per la maggior parte del tempo, e inizierai facilmente ad abituarti.
  • Leggi libri, articoli e riviste in lingua
    C'è un argomento che ti interessa in modo particolare? Se sì, è il momento giusto per usarlo per uno scopo preciso: imparare nuovi termini nella lingua che stai studiando.

Migliorare la scrittura

Per migliorare la scrittura, la cosa migliore è, banalmente, scrivere testi in lingua. Ci sono diversi strumenti online che provvedono al controllo dell'ortografia dei testi, e ti danno subito un feedback sulla tua produzione scritta.

L'alternativa è, ovviamente, trovare qualcuno a cui scrivere. Un tempo c'erano gli "amici di penna", coetanei ai quali si poteva scrivere delle lettere per raccontare del più e del meno.

Oggi con i social è molto più semplice conoscere qualcuno e chattare direttamente in lingua: che aspetti?

Migliorare la conversazione

Per imparare a parlare una lingua, oltre che capirla, avrai bisogno di esercitarti. Ma dove farlo, se intorno a te si parla solo italiano? 

Forse non lo sai, ma esistono moltissime app che ti mettono in contatto con chi parla la lingua che stai studiando. La formula è la stessa dei tandem linguistici: ci si incontra con la persona che parla la lingua che stiamo imparando per un dato periodo di tempo - magari anche solo per un caffè - e si parla per metà tempo la lingua di un parlante e per l'altra metà la lingua dell'altro parlante. Questo è un sistema utilissimo per imparare in modo efficace a parlare una lingua "reale", e per essere corretti sul momento in caso di errori. E, perché no, anche per fare nuove amicizie, decidendo giorni e orari per incontrarsi.

Se vedere dal vivo le persone ti mette in difficoltà, sappi che hai anche un'altra possibilità: il tandem linguistico online. In questo modo non avrai neppure il bisogno di cercare una persona che viva nella tua stessa città. Comodo, no?

Leggi anche: