Come funziona l'adesione all'Unione Europea

Di Redazione Studenti.

Come funziona l'adesione all'Unione Europea ora che l'ha chiesta ufficialmente l'Ucraina? Tempistiche e paesi attualmente candidati

L'Unione Europea

L’Unione Europea (UE) è un’organizzazione internazionale e sovranazionale, fondata nel 1993 con il trattato di Maastricht. Le origini dell'organizzazione sono da ricercare però nel passato e precisamente negli anni Quaranta del secolo scorso, a margine dell'esperienza dei totalitarismi e della Seconda Guerra Mondiale.

Come funziona l'adesione all'Unione Europea
Come funziona l'adesione all'Unione Europea — Fonte: getty-images

Nascita dell'Unione Europea

Alla fine dell'ultimo decennio del Novecento la guerra fredda poteva dirsi conclusa, con la caduta del muro di Berlino(1989) e la riunificazione della Germania, l’Unione Sovietica aveva definitivamente perso potere e i Paesi del blocco sovietico si aprivano, piano piano, alla democrazia.

A quel punto i paesi delle preesistenti comunità europee (CEE, CECA e CEEA) si unirono nell'Unione Europea che assorbiva le precedenti comunità e garantiva agli stati membri una politica estera comune, politiche per la sicurezza collettiva, e cooperazione in materia giudiziaria, penale e di polizia.  

Il trattato di Maastricht

Il 7 febbraio del 1992 dodici paesi firmarono il trattato di Maastricht, istituendo formalmente l’Unione Europea (UE), che entrò in vigore il 1 novembre del 1993. I paesi firmatari erano: Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna.

Ascolta su Spreaker.

Paesi membri dell'Unione Europea

Attualmente i paesi membri dell'Unione Europea sono 27:

  • Austria,
  • Belgio,
  • Bulgaria,
  • Cipro,
  • Croazia,
  • Danimarca,
  • Estonia,
  • Finlandia,
  • Francia,
  • Germania,
  • Grecia,
  • Irlanda,
  • Italia,
  • Lettonia,
  • Lituania,
  • Lussemburgo,
  • Malta,
  • Paesi Bassi,
  • Polonia,
  • Portogallo,
  • Repubblica Ceca,
  • Romania,
  • Slovacchia,
  • Slovenia,
  • Spagna,
  • Svezia e
  • Ungheria.

Ai 27 paesi membri dell'Unione Europea potrebbero aggiungersi, negli anni, quelli che hanno inviato la candidatura. Attualmente i paesi candidati ad entrare nell'Unione Europea sono 5:

  • Macedonia del Nord;
  • Turchia;
  • Montenegro;
  • Serbia;
  • Albania.

Per aderire all'Unione Europea uno Stato deve soddisfare dei requisiti fondamentali, come il rispetto della libertà, della democrazia, dei diritti dell’uomo, delle libertà fondamentali e dello stato di diritto. Turchia, Montenegro e Serbia hanno già avviato i negoziati per l'adesione, mentre Albania e Macedonia del Nord hanno per ora ottenuto lo status di candidati.

 

Come funziona l'adesione all'Unione Europea

L'adesione all'UE è una procedura complessa e che richiede tempo. Il paese che vuole aderire all'Unione Europea invia la sua candidatura al Consiglio, che chiede alla Commissione di valutare la capacità del paese candidato di soddisfare i criteri di Copenaghen. Se la Commissione si esprime positivamente, il Consiglio adotta un mandato di negoziazione. Sono allora avviati ufficialmente i negoziati che però richiedono molto tempo.  

Il caso dell'Ucraina

In queste settimane si sta parlando delle tempistiche di adesione all'Unione Europea in seguito alla richiesta del 28 febbraio del presidente dell'Ucraina Zelensky, che ha chiesto ufficiamente l'adesione dopo l'inizio dell'invasione da parte della Russia. Il giorno successivo il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione per favorire l’adesione dell’Ucraina all’Unione Europea, ma non si conoscono le tempistiche per l’ingresso del paese: i negoziati, infatti, di solito durano anni. In seguito alla richiesta dell'Ucraina anche Moldavia e Georgia hanno firmato ufficialmente la richiesta di adesione.  

Cosa sta succedendo in Ucraina: