Come fare un progetto didattico

Di Redazione Studenti.

Come si fa un progetto didattico: ecco la guida che ti spiega cos'è e le varie fasi per scrivere bene un progetto scolastico

Introduzione

Come fare un progetto didattico
Come fare un progetto didattico — Fonte: getty-images

Che cos'è un progetto didattico? Esso è una particolare tipologia di progetto che prevede diverse modalità di sviluppo di un processo educativo o di differenti forme di attività didattiche necessarie all'apprendimento. Questo temine deriva dall'inglese "project management", cioè "gestione del progetto". Gli ideatori di questa teoria furono Henry Gantt, conosciuto soprattutto per le tecniche di pianificazione e di controllo, e Henri Fayol, noto per la sua idea delle cinque funzioni di management.

Nel campo dell'istruzione, invece, il progetto educativo è redatto dai docenti e consiste in quella che è più conosciuta come "programmazione" o "pianificazione didattica". Esso è uno strumento fondamentale, attraverso il quale viene descritto il percorso messo in atto per realizzare delle finalità educative, raggiungendo degli obiettivi specifici.

In un contesto educativo, quindi, ogni qual volta si persegue il benessere della collettività, è necessario impostare un disegno progettuale, tramite il quale bisogna basarsi per sviluppare una serie di atti diretti al miglioramento oppure a sostenere una precisa circostanza.

Le caratteristiche dei progetti didattici sono tre: l'adeguatezza, la coerenza e la fattibilità. Alla fine del percorso intrapreso tramite un progetto didattico, bisognerà usare dei mezzi atti a verificarne ed a valutarne l'esito.

Attraverso i passi della presente guida vedremo come fare un progetto didattico che abbia di sicuro successo.

Titolo, luogo, soggetto, durata e descrizione del progetto

Come già accennato nell'introduzione, lo scopo finale del progetto formativo è di fondamentale importanza. Non appena si decide di elaborarne uno nuovo, bisognerà stilarne subito il titolo, che dovrà indicare cosa serve per il suo contenuto e per i suoi obiettivi. Dopo di che, bisognerà scegliere e indicare il luogo dove verrà realizzato il progetto.

Un altro punto importante da segnalare è il soggetto che propone e promuove il progetto. Inoltre, bisognerà indicarne la durata, cioè si dovrà segnalare in quanto tempo esso dovrà essere realizzato, esprimendo il suddetto periodo in termini di mesi o anni. Infine, dovrà esserci una breve descrizione del progetto stesso, attraverso la quale manifestare l'idea di sviluppo esistente alla base del progetto. Tale descrizione deve essere completa di tutte le informazioni ritenute importanti, quali: obiettivi, benefici, attività e risultati.

Il target

Non appena avrete programmato e precisato bene questi cinque punti dovrete ovviamente riflettere sull'impostazione iniziale, cercando di comprendere esattamente la situazione del target prescelto. Considerate anche se il progetto è rivolto ad un singolo soggetto oppure all'intero gruppo o classe. Naturalmente, nel secondo caso, dovrete progettare lo studio in modo tale che esso abbia una ricaduta e un'efficacia più ampia, affinché tutto il gruppo ne possa beneficiare.

Gli obiettivi

Sulla base del target scelto potrete formulare degli obiettivi da raggiungere. Questi precisi obiettivi devono infatti essere strettamente relazionati con la situazione di partenza reale. Quindi è importante tenere in considerazione tutte le possibili variabili. Tuttavia, nonostante bisogna sempre guardare al gruppo, non bisogna mai dimenticare che è importante porre attenzione alla sfera personale del singolo. Infatti, perché il progetto funzioni e faccia raggiungere i risultati sperati, deve essere il più possibile personalizzato e costruito su misura per ogni soggetto. Quindi, obiettivi validi per tutti, ma metodologie personalizzate.

Tra le diverse metodologie che possono essere usate, troviamo: il circle time, il porblem solving, il flipped classroom, il peer to peer, il play role, la didattica integrata, la didattica laboratoriale e il dibattito.

In ultimo, uno dei dati più importanti da tenere in considerazione è quello del tempo che si ha disposizione. Proprio a partire da questo dato, potrete formulare delle ipotesi di progetto. Naturalmente a tempi diversi corrispondono attività più o meno intensive.

Approfondimenti di pedagogia