Come fare la tesi di diploma per la maturità 2022: consigli in 5 step

Di Marta Ferrucci.

Come si fa la tesi di diploma per l'esame di maturità 2022? Segui i nostri consigli per realizzare un lavoro originale, ben fatto e ordinato.

La tesi di diploma

Come si fa la tesi di diploma
Come si fa la tesi di diploma — Fonte: getty-images

La tesi di diploma è una ricerca approfondita, a metà tra quella tesina schematica che hai portato all’esame di terza media dove – partendo da un argomento centrale sono stati collegati e sviluppati gli altri temi -  e la tesi di laurea, molto più approfondita e strutturata.
L’argomento centrale della tesi di diploma dovrà collegarsi ad alcune materie, non tutte ma sicuramente a quelle di indirizzo. Dovrete farlo molto bene perché all’orale saranno presenti i docenti che insegnano queste materie e loro saranno particolarmente interessati alle parti di loro competenza.

Come si fa la tesi di diploma?

Come si procede all’elaborazione della tesi di diploma?

  1. Individuare l’argomento: il nostro consiglio è che riguardi qualcosa che ti appassiona veramente e che ti consenta di trasmettere entusiasmo alla commissione quando ne parlerai.

  2. La stesura: ci sono degli step obbligati ovvero copertina con titolo, sottotitolo e foto (se volete).
    - Il titolo dovrà essere intrigante, legato ovviamente al tema scelto. Il titolo sarà quel biglietto da visita in grado di agganciare l’interesse della commissione, incuriosirla davvero.
    - Può essere utile inserire nella copertina anche una citazione ad affetto (ovviamente collegata all’argomento).
    - Nell’angolo in fondo a destra della copertina andrà inserito il nome e cognome dell’autore, scuola, classe e anno scolastico.
    - Nella seconda pagina andrà inserito l’indice.
    - L’Introduzione va inserita subito dopo l’indice: si tratta di un vero e proprio testo argomentativo su cui vale la pena impegnarsi molto perché spiega e introduce tutto il lavoro ed è la prima parte che verrà letta dei professori. Cosa bisogna scrivere nell’introduzione? Bisognerà spiegare perché si è deciso di scrivere su quell’argomento; anche qui vale la pena trasmettere il proprio entusiasmo per il tema scelto cercando di far entrare il lettore nel proprio mondo.


  3. Bibliografia: è l’ultima pagina della tesina e qui andranno citati i testi, opere d’arte, autori … insomma qualsiasi fonte sia servita a ricavare delle informazioni.

  4. Completamento: una volta finita, la tesina va stampata e rilegata. Nella scelta dei colori raccomandiamo sobrietà!

Studia la tesina: ora non resta che prepararsi all’esposizione con tanto di cronometro in mano. Tieni presente la tempistica (chiedi ai tuoi prof conferma di quanto tempo avrai a disposizione) e allenati ad esporla con sicurezza ed entusiasmo.

Tesi di diploma: cosa evitare

Cose da non fare assolutamente:

  • evita di fare copia e incolla perché i prof se ne accorgono. Meglio un lavoro meno esteso ma autentico e originale.
  • Se prendi spunto, riferimenti o altro da un sito ricorda sempre di copiare il link e metterlo da parte.
  • Alla fine, tutte le fonti utilizzate, dovranno essere citate nella bibliografia alla fine della tesi di diploma.

News su Maturità 2022

Le ultime news: