Come fare gli schemi: schematizzare un argomento quando si studia

Di Redazione Studenti.

Come fare schemi che aiutino a memorizzare davvero a mano o al computer: metodi e consigli per una schematizzazione efficace

COME FARE SCHEMI

Come si fa a creare schemi efficaci a partire dal libro o dagli appunti?
Come si fa a creare schemi efficaci a partire dal libro o dagli appunti? — Fonte: getty-images

Il primo alleato per uno studio davvero efficace è lo schema: schematizzare i propri appunti è fondamentale per riuscire a fissare i concetti, ma soprattutto a farlo attraverso una logica personale.

Uno schema non è quindi solo un mdo per riportare le informazioni su carta o schermo, ma un mezzo per "tradurre" in un linguaggio alternativo - il tuo - quello che leggi sui libri o sugli appunti.

Ma come si fa a fare schemi efficaci? Vediamolo!

COME SCHEMATIZZARE UN ARGOMENTO

La prima cosa che ti serve per iniziare a fare schemi efficaci è il giusto materiale. Quale sia, dipende da te, la scelta è tua: usa quello che ti piace di più, scegliendo fra tratto-pen, penne colorate, pennarelli, pastelli. L'unica cosa che non deve mai mancare in un ottimo schema è l'evidenziatore. Gli evidenziatori, anzi: perché più ne hai, più potrai diversificare i concetti.

Come, lo vedremo successivamente.

Vediamo quindi i passaggi fondamentali per creare ottimi schemi:

  • Se stai studiando una materia come storia o letteratura, dove i concetti sono molto diversi fra loro, puoi usare un color coding. Cos'è? Si tratta di una sorta di legenda, che stabilisce che ad ogni colore corrisponda un concetto. Ad esempio, potrai scegliere di usare il vedre per le date, il blu per i personaggi, il rosa per le parole chiave, l'arancione per i luoghi. Una volta stabilito il color coding, appuntati la legenda: ti servirà!
  • Inizia con una prima lettura dei capitoli da studiare: in questa fase sottolinea a matita le cose che ritieni importanti, ed evidenzia - con o senza color coding, dipende se ne avrai bisogno o no in base a quel che devi studiare - tutto ciò che vuoi che ti salti all'occhio e su cui devi mantenere alta l'attenzione.
  • Una volta che avrai sottolineato tutto, passa allo schema vero e proprio: dovrai, sostanzialmente, trasformare ciò che hai sottolineato in un diverso linguaggio, fatto di frecce colorate, titoli, sottotitoli e brevi parole chiave.
    Se non stai utilizzando il color coding e hai tanti evidenziatori con diverse sfumature di colore, puoi dedicare a ogni capitolo un colore diverso.
  • Alla fine di ogni capitolo, fai un piccolo box riassuntivo che contenga le parole chiave di quel capitolo: puoi, in sostanza, creare una specie di glossario con le parole che devi tenere a mente perché sono fondamentali per comprendere un argomento.
  • Dopo aver fatto questo schema, puoi sottolinearlo secondo la tua legenda.
Ascolta su Spreaker.

COME FARE UNO SCHEMA RIASSUNTIVO

Se ne senti il bisogno o se la materia che stai studiando lo richiede, puoi anche decidere di trasporre al computer gli schemi che ti servono.

Lo schema al computer è ben diverso da quello fatto su carta: non si tratta in sostanza di riproporre la stessa tecnica - frecce, disegni - ma riportare in modo molto breve i concetti divisi in paragrafi.

All'interno di questi schemi potrai usare un altro tipo di legenda: in grassetto puoi mettere le parole chiave, in corsivo gli esempi, e via dicendo. In questo modo otterrai una sorta di breve riassunto su word, che potrai portare con te e riprendere in mano ogni volta che vorrai.

Leggi anche: