I nostri speciali OSSERVATORIO SULLA SALUTE MENTALE DEI GIOVANI

Come esprimere le proprie emozioni

Di Deborah Disparti.

Come riuscire ad esprimere le proprie emozioni? Perché è importante farlo e come fare se sei bloccato? Scopri la guida con i consigli della psicologa!

Come esprimere le proprie emozioni

Come comunicare le proprie emozioni
Come comunicare le proprie emozioni — Fonte: getty-images

Le nostre emozioni rappresentano delle informazioni importantissime su di noi, sugli altri e su ciò che ci circonda. La loro funzione principale è quella di guidarci, di individuare i nostri bisogni, capire cosa ci fa star bene e cosa no, cosa è importante per noi e cosa invece lasciar andare. La loro espressione e comprensione ci permette quindi di muoverci nel mondo e di stare in relazione in modo adeguato.

Esprimere le emozioni è una nostra responsabilità

Ciò che ci permette di comprendere le emozioni altrui è principalmente l’empatia: siamo quindi portati a pensare che siano gli altri a dover comprendere le nostre emozioni e a venirci incontro. Sicuramente esistono persone con una sensibilità maggiore che già compiono in autonomia queste azioni.
Escludendo eventuali deficit empatici, anche se gli altri sono in grado di comprendere le nostre emozioni è nostra responsabilità esprimerle e offrire a chi ci è vicino gli strumenti per accoglierle: abbiamo il dovere di esprimerle all’altro in modo adeguato se vogliamo che questo le accolga, e abbiamo anche il dovere di esprimere quali bisogni queste emozioni comportano, se vogliamo che l’altro ci aiuti a soddisfarli.
Pretendere che tutto ciò venga fatto da chi ci sta vicino aumenta la possibilità che le nostre emozioni ed i nostri bisogni restino insoddisfatti, portando a forti sentimenti di solitudine, frustrazione, rabbia e senso di non amabilità.

Perché tendiamo a non esprimere le emozioni?

I motivi per cui molti di noi non esprimono in modo esplicito le emozioni possono essere tantissimi. Tra questi troviamo sicuramente:

  • credenze culturali secondo le quali le emozioni debbano essere represse e/o nascoste in quanto considerate superflue o indice di debolezza;
  • contesto di crescita invalidante, soprattutto per quanto riguarda le emozioni considerate come negative o viste come capricci;
  • credenze che vedono le emozioni come fenomeni paurosi, dannosi, disturbanti e quindi da evitare.
  • spesso inoltre vengono incoraggiate solo alcune modalità espressive delle emozioni rispetto alle altre. Ad esempio: può essere accettabile l’espressione della rabbia ma non della paura, o viceversa.
  • queste credenze e atteggiamenti variano spesso in base al genere d’appartenenza, creando un maggior disagio e maggiori difficoltà di condivisione dei vissuti emotivi; oltre al rischio di creare pattern di espressione delle emozioni che possono rivelarsi distruttivi e disfunzionali.

Come imparare ad esprimere le emozioni

Vista l’importanza delle informazioni veicolate dalle emozioni, è importante imparare a esprimerle sia per permettere agli altri di rispondere ai nostri bisogni, sia per comprendere meglio noi stessi i nostri bisogni e desideri. Possiamo quindi fare pratica con alcuni esercizi che ci permettono di imparare ad esprimere meglio le nostre emozioni:

  1. prima di tutto è importante imparare a riconoscerle: possiamo quindi associare ogni emozione ad un colore, creare un identikit delle emozioni (come ci fanno sentire, in quali situazioni si presentano, ecc) e tenere un diario in cui annotare cosa proviamo in vari momenti della giornata;
  2. non giudicare nessuna emozione: concediti di provarle, ascoltarle ed esprimerle tutte, indipendentemente da quanto siano piacevoli o meno accettando quello che ti stanno comunicando;
  3. possiamo chiedere ad una persona cara di supportarci impegnandoci a comunicarle; sempre ciò che proviamo quando siamo in sua presenza, soprattutto se si tratta di emozioni “negative”, prendendoci la responsabilità dell’emozione: ad es. dicendo “questa cosa che hai fatto mi fa provare rabbia” anziché “tu mi fai arrabbiare”;

Attenzione: talvolta la difficoltà di comprendere e/o esprimere le emozioni può essere la conseguenza di un disagio psicologico o di un funzionamento neuroatipico. Per questo motivo, se la difficoltà è molto forte e non riesci proprio a fare passi avanti, considera la possibilità di rivolgerti a psicologi/psicoterapeuti che possano sostenerti e fornirti stragegie più efficaci.

Leggi anche: