Come diventare Energy & Digital Process Specialist: percorsi formativi e cosa fa questa figura professionale

Vediamo insieme come si diventa Energy & Digital Process Specialist, di cosa si occupa questo professionista e cosa studiare per diventarlo.

Come diventare Energy & Digital Process Specialist: percorsi formativi e cosa fa questa figura professionale
getty-images

Energy and Digital Process Specialist

Fonte: getty-images

Siete degli studenti che stanno per terminare gli studi della scuola secondaria di secondo grado e state pensando alla facoltà da scegliere all’università? Oppure, magari, siete dei professionisti alla ricerca di un cambio di carriera? In entrambe le situazioni descritte, probabilmente, starete cercando delle informazioni sul mercato del lavoro di oggi e sulle nuove professioni che sono nate negli ultimi tempi, su quelle che si stanno delineando e che saranno necessarie in un futuro più o meno prossimo. Il mercato del lavoro ha registrato un cambio significativo negli ultimi tempi. Nuove figure professionali sono nate per far fronte alle nuove esigenze sorte nei vari ambiti. Tra queste c'è quella dell'Energy & Digital Process Specialist, di cui forse avrete già sentito parlare. Se non sapete ancora con esattezza di che ruolo si tratta e ne volete sapere di più, nei prossimi paragrafi andremo a vedere di cosa si occupa questa figura professionale, quali sono le competenze necessarie e quali i percorsi formativi utili a svolgere questo lavoro.

Chi è l'Energy and Digital Process Specialist

Per chi non ha ancora le idee chiare, l'Energy & Digital Process Specialist è una figura professionale che si occupa dell’ottimizzazione dei processi energetici tramite l'utilizzo di soluzioni avanzate di ambito digitale. Chi svolge questo lavoro aiuta le aziende che vogliono ottimizzare i costi, avere una maggiore efficienza a livello operativo e applicare delle procedure più sostenibili. Dunque, l’Energy & Digital Process Specialist può vantare delle competenze sia nell’ambito del digitale, che in quello energetico. Attraverso studi e applicazioni delle nozioni acquisite sarà in grado di sostenere le compagnie interessate a un cambio e di guidare la transizione verso un futuro sempre più sostenibile. 

Cosa fa l’Energy and Digital Process Specialist

Dopo aver fornito una panoramica generale su questa nuova professione andiamo a vedere direttamente, nel pratico, di cosa si occupa e quali sono le task svolte da chi ricopre tale carica. Si tratta di tutta una serie di attività fondamentali in un contesto aziendale. Nello specifico, queste possono comprendere:

  • Analisi dei processi energetici: valutazione dell'efficienza dei processi energetici applicati e individuazione di possibili miglioramenti e ottimizzazioni;

  • Implementazione di soluzioni digitali: individuazione e introduzione di nuove tecnologie con l’obiettivo di aumentare l'efficienza e limitare eventuali perdite energetiche monitorando i dati;

  • Monitoraggio e analisi dei dati: raccolta dati e informazioni per la conseguente analisi dei processi energetici tramite strumenti tecnologici avanzati;

  • Aggiornamento tecnologico: proposta di eventuali migliorie a livello tecnologico, digitale ed energetico in base ai risultati ottenuti, per rimanere al passo con i tempi e ottimizzare i processi coinvolti nel lavoro;

  • Collaborazione interfunzionale: favorire la comunicazione tra i vari team e l’applicazione di nuove procedure in armonia tra i vari dipartimenti per migliorare la produttività e favorire l’integrazione delle nuove soluzioni.

Le competenze dell’Energy and Digital Process Specialist

Adesso che avrete un’idea più chiara della figura dell'Energy & Digital Process Specialist e dei compiti che svolge nel corso della sua giornata lavorativa, vi starete probabilmente chiedendo quali siano le competenze necessarie.

Andiamo a vedere insieme quali sono le conoscenze e le skill che servono a chi vuole svolgere questa professione: 

  • Conoscenza del settore energetico: per poter operare nel campo dell’energia, questo professionista deve capire a fondo i meccanismi e i vari processi energetici coinvolti. Una conoscenza approfondita diventa essenziale. Si spazia dalla produzione di energia, alla sua distribuzione, passando per le tecnologie impiegate;

  • Competenze digitali avanzate: dato il coinvolgimento del digitale e il ruolo sempre più importante che le nuove tecnologie avranno in futuro, l’Energy & Digital Process Specialist deve essere in grado di comprendere e utilizzare l’intelligenza artificiale e l’analisi dei dati;

  • Project management: essendo un settore complesso, che richiede la coordinazione di più dipartimenti, questa figura professionale deve essere capace di saper gestire dei progetti articolati. I compiti possono richiedere pianificazione, esecuzione e monitoraggio, in modo da poter garantire l’ottimizzazione dei processi energetici;
  • Problem solving e comunicazione efficace: le abilità per la risoluzione di problemi complessi sono importanti per questa nuova professione. Chi svolge questo lavoro deve poter identificare le problematiche e affrontare le varie sfide necessarie alla transizione verso processi nuovi e migliorati, implementando così nuove soluzioni digitali nel campo energetico. Per far ciò, la comunicazione con i professionisti con cui si opera su base quotidiana diventa di vitale importanza e fondamentale per la buona riuscita dei compiti necessari.

Percorsi formativi per diventare Energy and Digital Process Specialist

Dopo aver visto anche le competenze necessarie per esercitare questa professione, sarete sicuramente curiosi di sapere quali sono i percorsi formativi utili per poter diventare Energy & Digital Process Specialist. Al momento di scegliere la direzione da intraprendere dovrete optare per corsi formativi o di laurea che sono in grado di combinare sia l’ambito energetico, che il settore digitale. Tra questi vi suggeriamo:

  • Laurea in ingegneria energetica: questo titolo vi permette di acquisire le competenze utili a lavorare nel campo dell’energia; a questo sarà utile affiancare anche dei corsi di digitalizzazione, che possono essere presenti anche tra le materie opzionali dell’ateneo presso cui avete deciso di studiare;
  • Master in digital innovation: questo percorso di studi è utile per chi ha già delle competenze nel settore dell’energia. L’innovazione digitale vi permette di applicare quanto già sapete alle tecnologie emergenti, guardando così al futuro;
  • Certificazioni di carattere tecnologico: corsi e certificazione relative all’intelligenza artificiale o ai nuovi sistemi applicati al campo dell’energia sono sicuramente dei valori aggiunti che possono garantire una corsia preferenziale quando cercherete lavoro;
  • Corsi per le gestione di progetti: seguire dei corsi di project management fa parte di quella serie di attività complementari che consentono di integrare conoscenze utili al lavoro di ogni giorno. Non solo renderà il lavoro dell'Energy & Digital Process Specialist più semplice, ma potrebbe fare anche la differenza sul curriculum vitae.

Leggi altri contenuti sui lavori del futuro

Un consiglio in più
VERSIONE BETA

"Chiedi a Marta" è un servizio di supporto all'orientamento universitario sviluppato da Mondadori Media Spa ed utilizza un modello di intelligenza artificiale di ChatGPT per l'elaborazione delle informazioni.
Il servizio viene fornito in versione BETA e per tali caratteristiche può essere soggetto a interruzioni e limitazioni.