Come diventare Cyber Security Specialist: percorsi formativi e cosa fa questa figura professionale

La figura del Cyber Security Specialist è cruciale nelle aziende odierne: ecco i consigli su percorso formativo necessario e materie da conoscere

Come diventare Cyber Security Specialist: percorsi formativi e cosa fa questa figura professionale
getty-images

Come diventare Cyber Security Specialist: percorsi formativi e cosa fa questa figura professionale

Cyber Security Specialist
Fonte: getty-images

Una delle figure professionali più interessanti degli anni Duemila, più richieste e maggiormente sottoposta a processi di aggiornamento, è il Cyber Security Specialist. Per dirlo in italiano: esperto di sicurezza informatica. In un mondo che quotidianamente fa i conti con lo sviluppo di intelligenze artificiali, è decisamente superfluo ricordate la crucialità del mondo digitale. È facile intuire, dunque, come questa professione sia particolarmente rilevante. Vediamo però nello specifico cosa vuol dire ricoprire il ruolo di Cyber Security Specialist. Quali sono le mansioni e, in generale, che tipo di percorso si debba seguire per tentare di raggiungere questa posizione.

Cos’è un Cyber Security Specialist

In ambito aziendale la figura del Cyber Security Specialist è cruciale, considerando come operi per riuscire a tenere in sicurezza i sistemi informatici della compagnia. L’obiettivo primario è quello di assicurarsi che non siano presenti falle nel sistema.

Ciò vuol dire anche tenere sempre alte le linee di difesa da potenziali attacchi esterni, provenienti da terze parti. Al tempo stesso, però, occorre restare in allerta dinanzi al pericolo spionaggio, soprattutto se si parla di grandi compagnie.

Un professionista in questo campo deve sempre essere aggiornato sugli ultimi sistemi sviluppati, al fine di poter essere in grado di analizzare eventuali vulnerabilità. Agire dopo il danno è tanto facile quanto dannoso. Riuscire a individuare una potenziale minaccia alla sicurezza prima che il muro eretto crolli, fa tutta la differenza del caso.

Un ruolo che richiede competenze tecniche molto avanzate, così come conoscenze specializzate e, come detto, aggiornate, nel settore informatico. Una figura che è posta a capo di un reparto ma, ovviamente, non può agire da sola. Considerando il gran numero di minacce che una società è in genere tenuta a fronteggiare. I cyber criminali non appartengono soltanto al grande schermo, purtroppo. Sono reali e rappresentano una minaccia concreta.

Per questo motivo si ha bisogno di un gruppo di lavoro esperto e specializzato. A loro sarà richiesto anche un tipo di intervento più comune e quotidiano. Si va così dalla manutenzione ordinaria all’installazione e aggiornamento dei sistemi operativi. È necessario avere sotto controllo l’infrastruttura digitale della compagnia, il che garantisce la sicurezza della stessa.

Cosa fa un esperto di sicurezza informatica

Sono tre gli elementi cardine del lavoro di un Cyber Security Specialist. Si parte con la prevenzione, proseguendo con il monitoraggio e concludendo con la necessaria capacità di risoluzione dei problemi, connessi alla tutela dei dati.

Gli si richiede una competenza generale dei sistemi ICT, così come una conoscenza di quelli che sono i processi aziendali. Di seguito riportiamo quelle che sono le mansioni cardine:

  • Test regolari effettuati sui sistemi di sicurezza della compagnia;
  • Iniziativa nel proporre miglioramenti relativi alla gestione dei differenti sistemi in funzione:
  • Recupero dati in caso di attacchi subiti;
  • Indagine e analisi dei dati, al fine di individuare in tempi rapidi l’origine dell’attacco subito;
  • Assistenza nell’installazione e aggiornamento di programmi, sistemi operativi e software di sicurezza;
  • Sviluppo di strumentazioni personalizzate, qualora necessario, per le specifiche esigenze aziendali.

Questo professionista può rappresentare un elemento chiave all’interno dell’organigramma aziendale, oppure operare come consulente esterno, dunque non dipendente.

Ciò in base a quelle che sono le dimensioni e necessità di una compagnia.

Il primo e più facile sbocco lavorativo è di certo quello all’interno di società che offrono servizi di installazione di sistemi informativi e assistenza digitale. Da qui si può dare il via al proprio percorso, arrivando a creare la propria agenzia o ricoprendo un ruolo di grande rilevanza all’interno di compagnie private o organizzazioni pubbliche. Ecco chi è comunemente alla ricerca di un esperto di sicurezza informatica:

  • Pubblica amministrazione;
  • Uffici giudiziari;
  • Forze di Polizia;
  • Enti governativi;
  • Banche;
  • Istituti assicurativi e finanziari;
  • Aziende di grandi dimensioni e multinazionali.

Dove lavora e quanto guadagna

Il mondo del digitale è cruciale e tutti sono chiamati a viverlo a pieno, con tutti i suoi costanti aggiornamenti. Ogni grande azienda è inserita in una realtà virtuale, il che vuol dire avere bisogno di un Cyber Security Specialist.

Una necessità che si riflette anche nelle retribuzioni. Gli anni dieci anni hanno evidenziato una crescita della media economica dei guadagni di questi professionisti. Nello specifico, guardando in generale al comparto IT, la crucialità di questa figura può consentirgli di guadagnare anche il 20% in più rispetto agli altri operatori.

Lo stipendio, nel caso in cui si ricopra un ruolo da dipendente, varia a seconda delle mansioni ricoperte:

  • Chief Information Security Officer: 55-200mila euro annui;
  • Security Specialist: fino a 40mila euro annui in Italia. Cifre maggiori sono generalmente garantite all’estero, fino anche a 100mila euro;
  • Security Engineer: fino a 35mila euro annui in Italia. Cifre maggiori sono generalmente garantite all’estero, fino anche a 120mila euro;
  • Malware Analyst: fino a 35mila euro annui in Italia. Cifre maggiori sono generalmente garantite all’estero, fino anche a 100mila euro;
  • Security Architect: può arrivare a 40mila euro annui in Italia, mentre negli Stati Uniti, in una grande compagnia, la media è di 150mila euro, al cambio.

Come diventare un Cyber Security Specialist

È ovviamente necessario un percorso di studi dedicato per riuscire a garantire la protezione dei sistemi aziendali. La preparazione tecnica scolastica rappresenta uno step inevitabile, da implementare, ovviamente, con esperienza sul campo e aggiornamenti frequenti.

Il requisito minimo richiesto è quello di conseguire una laurea triennale in informatica. In questo modo ci si sentirà a casa tra codici e linguaggi IT. È possibile proseguire il proprio percorso, specializzandosi in ambito sicurezza, magari con un master che possa garantire anche accesso ad ambiti lavorativi veri e propri.

Avendo le idee chiare fin da giovanissimo, si può decidere di optare per una laurea magistrale. Numerose università in Italia propongono un corso in Sicurezza informatica. Per fare due esempi: Università Statale di Milano e Università Sapienza di Roma.

Volgendo lo sguardo alle singole materie, invece, è importante acquisire competenze in:

  • crittografia e sistemi biometrici;
  • sistemi di controllo e metodi per la cyber security;
  • funzionamento dei sistemi operativi e programmazione;
  • privacy e web security;
  • dati e network security;
  • controllo cloud system e applicazioni mobile;
  • architettura di reti complesse;
  • technoloy e risk management;
  • normative e certificazioni di sicurezza informatica

Leggi altri contenuti sui lavori del futuro

Un consiglio in più