Come diventare astronomo e astrofisico: formazione e lavoro

Tanti giovani appassionati si chiedono come diventare astronomo e astrofisico. Ecco la guida completa per specializzarsi nelle scienze dell'universo

Come diventare astronomo e astrofisico: formazione e lavoro
getty-images

Come diventare astronomo e astrofisico: la guida completa

Come diventare astronomo e astrofisico
Fonte: getty-images

Come si diventa astronomo e astrofisico in Italia? Qual è la formazione richiesta e quali sono i vari sbocchi lavorativi per questa specializzazione? Se sei affascinato dall'immensità e dai misteri dell'universo e ti stai chiedendo come diventare astronomo e astrofisico, in questo articolo chiariamo ogni dubbio. Ti spieghiamo quali sono gli step da intraprendere per diventare Dottore in Astronomia e Astrofisica, partendo dal percorso di studi superiori, passando per la Laurea e il Dottorato e arrivando alla scelta della tipologia di carriera lavorativa.

Astronomo: chi è e cosa fa

Prima di scoprire quali sono gli step formativi da seguire per diventare astronomo e astrofisico, chiariamo un aspetto fondamentale: chi sono l'astronomo e l'astrofisico, cosa fanno nel loro lavoro e quali sono le differenze tra le due professioni.

L'astronomo è uno scienziato che studia i fenomeni legati allo spazio, osservando e mappando tutto ciò che si trova nell'universo: pianeti, stelle, galassie, strutture dell'universo vicine e remote. Grazie all'utilizzo di modelli matematici e fisici, ne interpreta l'origine e l'evoluzione nello spazio e nel tempo.

La sue competenze comprendono la conoscenza approfondita di diverse discipline scientifiche che vengono applicate alla sua professione. Tra queste troviamo:

  • Scienze naturali
  • Matematica
  • Chimica
  • Fisica
  • Informatica
  • Modelli fisici e matematici

Oltre a questi, l'astronomo è in grado di utilizzare in maniera appropriata la strumentazione utile all'osservazione astronomica (come i telescopi) e conosce molto bene la lingua inglese.

Ma di cosa si occupa precisamente l'astronomo e quali sono le sue mansioni principali? Nella sua professione, l'astronomo studia e propone nuove ipotesi su diversi fenomeni che riguardano l'universo, utilizzando strumenti specifici e collaborando con altri scienziati. In particolare le mansioni dell'astronomo sono:

  • Utilizzo di attrezzature specializzate per l'osservazione e l'analisi
  • Avvio e guida di ricerche scientifiche su argomenti specifici
  • Creazione di nuove ipotesi sull'universo e i suoi fenomeni
  • Sviluppo di proposte per i progetti di ricerca
  • Redazione di documenti di ricerca per la sintesi dei risultati raccolti
  • Pubblicazione delle scoperte scientifiche (articoli, saggi, ecc.)
  • Collaborazione e coordinazione con team di scienziati per l'approfondimento della ricerca e lo studio di nuovi esperimenti

Astrofisico: chi è e cosa fa

L'astrofisico è anch'esso uno scienziato specializzato nello studio dell'universo, come l'astronomo. In particolare, dall'osservazione dei fenomeni dello spazio questa tipologia di professionista arriva a teorizzare nuove leggi fisiche.

Si tratta di un ricercatore, specializzato in fisica e matematica, in grado di studiare i vari processi astrofisici che governano il cosmo. In altre parole, il suo compito è quello di comprendere e spiegare i segreti dell'universo applicando i modelli fisici e matematici.

L'astrofisico ha le medesime competenze scientifiche dell'astronomo. Tra queste troviamo quindi la fisica, la matematica, le scienze naturali e la chimica, alle quali si aggiungono anche conoscenze approfondite nei campi della geologia, della biologia e delle tecniche di ingegneria meccanica, elettronica, ottica e computazionale.

Tra le mansioni principali di cui si occupa l'astrofisico troviamo:

  • Osservazione dell'universo
  • Studio dei fenomeni astrofisici tramite l'applicazione di metodi fisici e matematici
  • Registrazione dei dati osservati
  • Analisi dei dati raccolti
  • Costruzione di modelli matematici
  • Formulazione di teorie in grado di spiegare i fenomeni dell'universo

Differenze tra astronomo e astrofisico

Al giorno d'oggi, molto spesso l'astrofisica e l'astronomia vengono considerate due discipline coincidenti.

Se anticamente la figura dell'astronomo era maggiormente legata all'osservazione del cosmo, con le nuove tecnologie moderne (tra le quali la spettroscopia) si è sempre più specializzata nello studio e misurazione di grandezze fisiche, evolvendosi da astronomia ad astrofisica.

Generalmente, l'astrofisico utilizza i dati derivanti dalle ricerche e delle osservazioni condotte dall'astronomo per formulare teorie sui fenomeni che regolano l'universo, tra i quali anche la nascita dei pianeti e l'evoluzione delle stelle. In molti casi, comunque, le due professioni si sovrappongono. 

La formazione per diventare astronomo e astrofisico: Scuola superiore, Laurea e Dottorato

Per poter diventare astronomo e astrofisico è necessario conseguire innanzitutto il Diploma di Scuola secondaria superiore. L'ideale è scegliere un Liceo scientifico oppure tecnologico, che preparino la base delle materie trattate nel successivo percorso di studi da astronomo e astrofisico.

Dopo aver ottenuto il Diploma di Maturità, arriva la scelta dell’università da frequentare. A questo punto si possono scegliere due strade:

La scelta tra queste due lauree non è tassativa. Infatti possono proseguire gli studi anche coloro che si laureano in Matematica o Ingegneria Aerospaziale. Nonostante ciò, in genere le lauree in Astronomia e in Fisica sono quelle che conferiscono allo studente le basi più complete per gli studi che, successivamente, verranno approfonditi in Magistrale.

Una volta raggiunto il diploma di Laurea triennale, è necessario proseguire con una Laurea Magistrale, di due anni, in Astrofisica e Cosmologia, appartenente alla classe di corso LM-58 (Scienze dell'Universo).

Successivamente, per poter proseguire nella ricerca astronomica e astrofisica, è richiesto anche un Dottorato di tre anni, al quale si dovrà accedere tramite concorso. Al termine di tali studi si diventa a tutti gli effetti Dottori in Astronomia e ricercatori.

Sbocchi lavorativi per astronomo e astrofisico

Lo studio delle scienze astronomiche possono indirizzare coloro che le studiano verso diverse tipologie di lavoro e mansioni professionali. Coloro che concludono il ciclo di studi possono decidere di specializzarsi in diverse carriere:

Anche la macrocategoria dell'astrofisica e astronomia conta al suo interno differenti specializzazioni scientifiche. Alcuni dei principali ruoli lavorativi sono:

  • Astronomo
  • Astrofisico extragalattico
  • Cosmologo
  • Fisico esperto di cosmogonia
  • Planetologo
  • Astronomo softwarista
  • Astronomo stellare
  • Astronomo tecnologo

Quanto guadagna un astronomo e astrofisico

Molti giovani appassionati dei misteri dell'universo e interessati alla carriera da astronomo e astrofisico si chiedono quale sia l'aspetto retributivo di tale lavoro. Quanto guadagna un astronomo? Sono diversi i fattori che possono influire sullo stipendio legato a questa professione. Innanzitutto, la scelta della mansione da ricoprire e del luogo di lavoro possono incidere in maniera decisiva. La retribuzione di un insegnante sarà differente rispetto a quella di un ricercatore in un'azienda specializzata, ad esempio. Gli sbocchi lavorativi di un astronomo e astrofisico sono infatti molteplici e anche l'esperienza maturata sul campo influenza la variazione di stipendio.

Un'idea generale su quanto guadagnano coloro che decidono di intraprendere la carriera da astronomo e astrofisico ce la forniscono i dati raccolti dal sistema Excelsior-Unioncamere riferiti all'anno 2021: tale macrocategoria di professionisti ha avuto una retribuzione annua media di circa 41.000 euro lordi.

La stessa raccolta di dati indica anche un dato decisamente positivo: dal 2019 al 2023 il numero delle offerte di lavoro per astronomi e astrofisici è cresciuto del 52%. Un trend occupazionale in continua crescita da tenere in considerazione per coloro che vogliono intraprendere gli studi in questa affascinante disciplina.

Leggi altri contenuti su lauree in fisica e matematica

Un consiglio in più