Come disegnare il cerchio cromatico di Itten

Di Redazione Studenti.

Il cerchio cromatico di Itten: in questa guida ti spieghiamo cos'è e come farlo, uno strumento utile per capire quali sono i colori primari, secondari e complementari

Come si disegna il cerchio cromatico di Itten: introduzione

Il cerchio cromatico di Itten
Il cerchio cromatico di Itten — Fonte: getty-images

Johannes Itten è stato un pittore, scrittore e designer svizzero dell'inizio del Novecento. Egli studiò molto le colorazioni, al punto da creare un cerchio cromatico per rappresentare i colori puri o essenziali e i loro discendenti dalle mescolanze.

Ricordato come teorico del colore, Johannes Itten analizzò le tinte in funzione del loro aspetto estetico-comunicativo, attraverso il quale raggruppò e rappresentò graficamente i colori primari ed ogni derivato.

Ecco come disegnare il cerchio cromatico di Itten.

Occorrente

  • Compasso
  • Matita
  • Righello
  • Matite colorate

Relazioni tra le colorazioni

Il cerchio cromatico di Itten mostra le relazioni tra le colorazioni, ordinando visivamente i colori primari (giallo, rosso e blu) ed i colori secondari (arancione, verde e violetto).

Il disco in questione si divide in spicchi. L'abbinamento fra colori situati nel medesimo spicchio genera un effetto armonioso ed equilibrato.

L'accostamento tra colori che si trovano nella parte opposta del cerchio cromatico di Itten (denominati complementari) crea un effetto vivace e brioso.

Rappresentazione grafica del cerchio cromatico di Itten

Per rappresentare graficamente il cerchio cromatico di Itten dobbiamo munirci di un compasso e tracciare un cerchio delle dimensioni che vogliamo.

Mantenendo il compasso nella stessa apertura, fissiamo la punta metallica sulla circonferenza e disegniamo un segno su questa figura geometrica.

Continuiamo il lavoro puntando il compasso sul segno appena tracciato e ricaviamone un altro in successione. Proseguiamo in questa maniera, fino a quando i punti non saranno sei.

Mediante l'ausilio di un righello, uniamo i vari punti in sequenza così da ottenere un esagono regolare.

Divisione dell'anello

Iniziando dal vertice superiore dell’esagono, tracciamo un segmento che lo unisca al terzo vertice andando verso destra del foglio.

Da qui, facciamo partire un’altra linea che giunga al quinto vertice e ritorni nuovamente a quello superiore. Poniamo la massima attenzione nel compiere queste azioni, perché uno sbaglio comprometterebbe il risultato finale.

Se abbiamo rispettato le indicazioni, avremo un triangolo equilatero racchiuso all'interno dell’esagono regolare.

Tracciamone le bisettrici interne, affinché si incontrino al centro della figura geometrica.

Puntiamo ancora il compasso al centro e disegniamo un altro cerchio, più grande di almeno 2 cm rispetto al precedente.

Dividiamo l’interno dell’anello appena formato in dodici spicchi regolari.

Colorazione del cerchio

Adesso dobbiamo colorare il cerchio cromatico di Itten. All'interno del triangolo equilatero devono esserci i tre colori primari (giallo, rosso e blu), dalla cui unione abbiamo i colori secondari (arancio, viola e verde). Quest'ultimi riempiranno in successione gli spazi dell’esagono rimasti vuoti.

Nell'anello, invece, vanno indicati i dodici colori primari, secondari e terziari. Per trovare il complementare di un colore, prendiamo in considerazione quello diametralmente opposto.

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili: