Come candidarsi a una borsa di studio e riuscire a ottenerla

Ottenere agevolazioni fiscali per studiare non è sempre facile: come candidarsi a una borsa di studio e cosa fare per vincerla

Come candidarsi a una borsa di studio e riuscire a ottenerla
getty-images

Come candidarsi con successo a una borsa di studio

Fonte: getty-images

Le borse di studio sono degli strumenti molto importanti, in particolare durante la carriera universitaria, perché consentono di ottenere un sussidio economico. Nel nostro Paese, come è giusto che sia, studiare è un diritto di tutti ma purtroppo non tutte le famiglie hanno le possibilità monetarie per permettere ai propri figli di accedere ad una formazione accademica. In questi casi, è possibile vincere una borsa di studio.

Ma non solo, perché esistono sussidi economici - sempre chiamati borse di studio - che sono rivolti agli studenti più meritevoli e ad altre categorie di persone. Tuttavia, hanno tutte un paio di cose in comune: bisogna possedere determinati requisiti e fare una candidatura convincente. Per questo motivo, abbiamo scritto questo articolo che spiega come candidarsi a una borsa di studio e in che modo ottenerla. 

Come candidarsi a una borsa di studio: prime indicazioni

La prima cosa che dovete sapere è che attualmente esistono diversi tipi di borse di studio che vengono concesse da:

Bisogna dunque consultare i singoli siti, esplorare le apposite sezioni e assicurarsi che le borse di studio siano compatibili con quelle che sono le proprie condizioni economiche, con la situazione studentesca e con le proprie aspirazioni.

Come si richiede una borsa di studio?

Passiamo ora all'atto pratico: per candidarsi a una borsa di studio la cosa principale da fare è leggere per filo e per segno il bando dedicato a quella che volete ottenere. In esso, infatti, ci sono perfettamente descritte le varie modalità di accesso che sono state precedentemente stabilite dall’ente che mette a disposizione questi importanti sussidi economici.

Non dovete perdervi una riga, perché commettere anche un banale errore può significare non poter ottenere la borsa di studio. Oltre a dover rispettare i requisiti (come il reddito, per esempio), occorre anche fare tutto quello che viene richiesto entro le date espresse nel bando e nelle modalità descritte.

Documenti richiesti

I documenti necessari per candidarsi a una borsa di studio sono specificati sul bando di interesse. Per questo motivo, ancora una volta, vi invitiamo a leggerlo approfonditamente perché potrebbe esserci altro (o meno) rispetto a quello che trovate scritto qui.

A livello generale, occorre una copia della carta di identità, l'ISEE e la media scolastica. L'ISEE è il documento che misura la situazione economica familiare e si ottiene presso il CAF (Centro di Assistenza Fiscale) o online.

I segreti di una candidatura efficace per le borse di studio

  • Iniziare subito la ricerca;
  • Evitare troppe candidature;
  • Personalizzare la candidatura e curare i propri profili social;
  • Usare una foto professionale;
  • Assicurarsi di aver letto e compilato i bandi in ogni loro parte;
  • Assicurarsi di aver allegato tutti i documenti;
  • Scrivere una buona lettera motivazionale.

Sintetizziamo ora tutti i "segreti" per una candidatura efficace. Intanto, occorre iniziare la ricerca prima possibile: come abbiamo già detto, gli enti che bandiscono le borse di studio sono tante, e alcune organizzazioni fanno richieste specifiche, richiedendo di compilare domande davvero minuziosamente. Meglio iniziare la ricerca ben prima che escano i bandi, farsi un'idea di cosa accaduto nelle edizioni precedenti e verificare tutte le condizioni.

Poi, attenzione anche a non fare troppe candidature: meglio dedicare i propri sforzi a una richiesta, piuttosto che gettarsi nel mucchio, anche perché alcune borse hanno veramente numeri elevatissimi di richieste e si rischia solo di essere bocciati in partenza. Poi, occhio a non rendere sterile la candidatura: esaltare i voti, gli aspetti importanti e tutti i punti d'incontro tra noi e gli obiettivi della borsa di studio è essenziale. Attenzione anche agli errori, perché un refuso può essere decisivo.

Non sottovalutiamo neanche il modo in cui usiamo i social. I candidati vengono analizzati non solo per la domanda che inviano, ma anche per la loro reputazione online, dunque attenzione ad avere, se possibile, profili curati. In più, non alleghiamo foto qualsiasi: scegliamone una professionale, in linea, coerente.

Infine, ribadiamo quanto abbiamo già detto: i bandi vanno letti, compilati in ogni loro parte, inviati nel formato corretto e con tutti gli allegati e i documenti del caso, perché una richiesta incompleta o fatta male viene scartata in partenza. Infine, se richiesto, dedicatevi anima e corpo alla lettera motivazionale.

L'importanza della lettera motivazionale

Se si vuole sapere come candidarsi a una borsa di studio, bisogna tenere presente che nella maggior parte dei casi è richiesta anche una lettera motivazionale. Si tratta di uno strumento di promozione personale che deve riuscire a convincere chi la legge a scegliere proprio noi per quella specifica borsa di studio. 

Non bisogna sottovalutarla, quindi, perché al giorno d'oggi risulta essenziale per ricevere un finanziamento economico dall'università o da altri enti.

Come scrivere una lettera motivazionale convincente

La prima cosa da sapere per scrivere una lettera motivazionale convincente è che possiede una precisa struttura:

  • Formula di apertura;
  • Paragrafo introduttivo della lettera;
  • Corpo della lettera;
  • Conclusione.

Queste sezioni potrebbero portarci a credere che debba essere molto lunga, ma in realtà non deve assolutamente essere così. Ciò che occorre fare è raggiungere l'obiettivo di ognuna di queste sezioni, senza però dimenticare di inserire un'intestazione in cui scrivere le proprie informazioni di contatto.

Cosa scrivere in ogni sezione della lettera motivazionale

Essendo molto importante, questa guida su come candidarsi a una borsa di studio non può che proseguire con alcune indicazioni su cosa scrivere ogni ogni sezione della lettera motivazionale:

  • Formula di apertura: da non prendere sottogamba perché, pur essendo breve, deve possedere le parole giuste. Con essa, infatti, ci si rivolge al destinatario (e quindi a colui -o coloro- che dobbiamo convincere per ottenere la borsa di studio e che in genere è indicato sul bando). Tra le formule da poter utilizzare vi suggeriamo frasi come "Gentile Sig.ra/Dott.ssa" o "Gentile/Egregio Sig./Dott.", oppure "Alla c.a. della commissione esaminatrice della borsa di studio -nome borsa di studio-" o "Alla c.a. del Dott./della Dott.ssa -nome presidente commissione- e di tutta la commissione esaminatrice";
  • Paragrafo introduttivo: con esso dobbiamo attirare l'attenzione di chi legge, e per questo si consiglia di essere entusiasti e motivati. Si può anche spiegare il proprio percorso di formazione, ma specificando il nome della borsa di studio di proprio interesse (anche se è una sola). Un altro importante consiglio è aprire la lettera in modo carismatico, trasmettendo carattere e personalità. Un'ottima strategia è iniziare con un aneddoto o con alcune informazioni di base che aiutino la commissione a farsi un’idea di chi siamo, mettendo in risalto ciò che ci distingue;
  • Corpo del testo: qui occorre raccontare le capacità che possediamo e i nostri punti di forza. Dobbiamo anche spiegare perché questa specifica borsa di studio si combina con i nostri obiettivi professionali e come pensiamo di applicare le conoscenze che acquisiremo grazie ad essa. È bene sapere, inoltre, che in molte circostanze le commissioni esaminatrici tendono ad apprezzare storie e aneddoti personali, purché siano in qualche maniera legate al percorso di studi e agli obiettivi professionali;
  • Conclusioni: è l'ultima parte della lettera e bisogna rinnovare le proprie motivazioni e la disponibilità ad essere ricontattati. Un'ottima strategia è chiudere il tutto con un tono positivo e dimostrando riconoscenza per il tempo dedicato alla lettura della stessa. La lettera, infine, dove terminare con un "Cordiali Saluti".

 

Informazioni utili

Chiudiamo con altre informazioni utili per candidarsi a una borsa di studio: oltre a rispettare requisiti e scadenze, infatti, sappiate che la domanda si fa quasi sempre online, ma che ci sono regioni che danno la possibilità di presentarla anche in sede.

La richiesta, inoltre, deve essere compilata in ogni campo del modulo ed è fondamentale eseguire correttamente anche il calcolo della media ponderata. È bene sapere, inoltre, che le domande vanno solitamente presentate tra luglio e settembre, mentre le graduatorie vengono pubblicate tra ottobre e novembre. Infine, non dimenticatevi che la richiesta della borsa di studio deve essere rinnovata ogni anno.

Leggi altri contenuti sulle borse di studio

Un consiglio in più