Come calcolare volume e densità

Di Redazione Studenti.

Come si calcolano volume e densità di un solido regolare o irregolare: definizioni, unità di misura e suggerimenti su come ottenere queste misure

Introduzione

Come calcolare volume e densità
Come calcolare volume e densità — Fonte: getty-images

A volte, quando si frequentano gli istituti superiori, i professori chiedono di calcolare il volume e la densità di un solido di forma regolare oppure irregolare.

All'inizio il problema sembra di difficile soluzione, ma non bisogna demoralizzarsi. Basta memorizzare le formule dei solidi più comuni per riuscire a risolvere il quesito.

Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette informazioni su come è possibile calcolare volume e densità.

Volume e densità: definizioni

Prima di elencare le varie casistiche è opportuno soffermarsi un momento sulle definizioni di volume e densità. Ciò dà la possibilità di riuscire a comprendere quello che viene richiesto.

Il volume, generalmente indicato dalla lettera V, può essere considerato lo spazio che viene occupato da uno specifico solido tridimensionale. Nel Sistema Internazionale esso viene espresso con un'unità di misura cubica, ad esempio il metro cubo (m³) ed i suoi sottomultipli. Qualche volta l'unità di misura viene espressa in litri.

Per calcolare il volume si devono prendere in considerazione elementi variabili quali: lunghezza, larghezza, raggio ed altezza di un determinato solido geometrico.

La densità, invece viene indicata con la lettera d, dato che essa è una grandezza di tipo derivato. Infatti, la densità è il rapporto tra la massa totale di un solido e il suo volume e viene espressa in kg/m³ oppure g/cm³. Per la misurazione della massa specifica (o densità) la forma del solido è ininfluente.

Come calcolare il volume e la densità

Quando si deve calcolare il volume oppure la densità di un solido regolare bisogna leggere i dati del problema con attenzione. In questo modo si riesce a comprendere la forma del solido.

È opportuno l'utilizzo di un foglio a quadretti per riportare in scala la lunghezza, la larghezza, l'altezza oppure il raggio e realizzare uno schizzo della figura geometrica.

Se il solido corrisponde ad un cubo si può elevare alla terza la dimensione di uno dei suoi lati per ottenere il volume finale.

Se il solido è regolare, ha sei facce e la lunghezza, la larghezza e l'altezza non sono uguali fra loro bisogna tracciare un parallelepipedo rettangolo (o prisma rettangolare). In questo caso il volume si deve calcolare moltiplicando fra di loro le tre dimensioni note.

Mentre, se si deve calcolare il volume di una piramide bisogna conoscere l'area di base. Successivamente bisogna moltiplicare il valore associato all'area di base "Ab" per l'altezza "h" del solido e dividere il risultato ottenuto per tre.

Altri contenuti su volume e densità