Come calcolare la concentrazione molare di una soluzione

Di Redazione Studenti.

Concentrazione molare, o molarità, di una soluzione: in questa guida vediamo cos'è, l’unità di misura, la formula e la spiegazione di un esercizio

Introduzione

Come calcolare la concentrazione molare di una soluzione
Come calcolare la concentrazione molare di una soluzione — Fonte: getty-images

Calcolare la concentrazione molare di una soluzione è piuttosto semplice se si seguono tutti i passaggi di questa guida. Armatevi di molta pazienza e prendetevi tutto il tempo utile per leggere e comprendere la spiegazione.

La concentrazione molare di una soluzione, o molarità, rappresenta il numero di moli di soluto disciolte in un litro di soluzione. Essa viene indicata con la lettera M.

Specialmente alle scuole superiori può risultare difficile calcolare questa concentrazione. Ecco in pochi e semplici passi come risolvere il tuo problema.

Strumenti

Immagina di essere in un laboratorio di chimica con alcuni strumenti davanti a te, per esempio: un matraccio (contenitore a forma di ampolla) da 1 litro, un vetrino da orologio (contenitore concavo) contenente la nostra sostanza solida il cui peso è di 10 grammi, per esempio NaCl (cloruro di sodio, o meglio sale da cucina) e per ultima cosa, la miglior amica di ogni chimico, la tavola periodica, che ci sarà utile per trovare alcuni dati utili per calcolare la concentrazione molare di una soluzione.

Passiamo ora al secondo passaggio in cui vediamo cosa fare una volta che il solido si è sciolto.  

Cos'è il matraccio?

Prendi la tua sostanza, mettila nel matraccio e successivamente porti a volume con acqua distillata. Una volta che il solido si è sciolto hai ottenuto una soluzione.

Il matraccio è uno strumento tarato ovvero che può contenere una determinata e precisa quantità di liquido; dunque, se abbiamo disciolto la nostra soluzione nel matraccio e abbiamo portato a volume preciso, avremo noto il volume della soluzione: 1 L.

Passiamo ora alla formula matematica per calcolare la concentrazione molecolare.

Formula matematica

La formula matematica per calcolare la concentrazione molare è: M = mol soluto/litri soluzione. Quindi, se la molarità è data dalle moli del soluto fratto i litri della soluzione e i litri della soluzione sono noti poiché abbiamo versato la nostra soluzione nel matraccio (1 litro), adesso dobbiamo calcolarci le moli del soluto.

Individuiamo ora gli elementi sulla tavola periodica.

Tavola periodica

Prendi la tavola periodica e individua i due elementi che compongono la sostanza: Sodio e Cloruro, rispettivamente sulla tavola periodica come Na e Cl. Sulla cosiddetta tavola di Mendeleev (colui che l'ha ideata) è possibile trovare il peso atomico di qualsiasi sostanza sia presente in natura. Noi quindi eseguiremo la somma tra i due pesi atomici del Na e del Cl per ottenere la massa molare: 22,99 + 35,45 = 58,44 grammi/moli.

Adesso che hai calcolato la massa molare, possiamo ricavarci l'altro dato incognito: le moli del soluto.

Andiamo ora a calcolare l'altro incognito.

L'altro incognito

Se conosciamo la massa iniziale in grammi della sostanza messa nel matraccio e conosciamo la massa molare (g/mol), l'operazione da eseguire per calcolare le moli di soluto è questa: grammi di sostanza/massa molare: 10,00g/58,44g/mol = 0,1771 mol di soluto.

Per calcolare adesso la molarità, dovrai semplicemente seguire la formula scritta prima: M = 0,1771 mol / 1 litro = 0,1771.

La nostra è una soluzione 0,1771 molare di cloruro di sodio (NaCl).

Speriamo che questa guida possa esservi stata d'aiuto nel calcolare la concentrazione molare di una soluzione.

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili: