Commissari esterni maturità: per conquistarli all'orale bastano queste mosse

Di Marta Ferrucci.

Ecco le dritte per conquistare i commissari esterni all'orale della maturità. Saranno tutti dalla tua parte se seguirai i nostri consigli

SPECIALE MATURITA' 2018

|Date maturità 2018| Tesine | Gruppo Fb maturità 2018 |

COME CONQUISTARE I COMMISSARI ESTERNI ALL'ORALE

commissari esterni sono una delle maggiori incognite di ogni esame di maturità e in particolare della prova orale, momento in cui ci si trova direttamente sotto il loro sguardo indagatore e sotto le loro domande dirette. Tanti studenti sono preoccupati dalla possibilità di trovarsi di fronte un professore severo. A mettere un po' di ansia è soprattutto il fatto che, a differenza degli scritti, all'orale non c'è molto tempo per riflettere prima di rispondere, quindi è normale avere paura di non riuscire a ricordare la risposta o di sbagliarla completamente.

Da non perdere: Tesine maturità per tutte le scuole

NON FARSI PRENDERE DALL'ANSIA

Commissari esterni: come conquistarli all'orale
Commissari esterni: come conquistarli all'orale — Fonte: istock

Anche lo studente più preparato può essere intimorito da un prof che non conosce, ma prima di farsi prendere dall'ansia bisogna tenere conto che non è detto che i commissari esterni siano molto severi e facciano domande difficilissime; spesso capita invece che aiutino i ragazzi e che cerchino di non rendere l'esame ancora più difficile. Avere una certa dose di ansia è normale, ma non bisogna farsi sopraffare! L'importante è dimostrare di essere educati, maturi, di aver studiato e di essere pronti per conseguire il diploma.
Hai bisogno di qualche dritta per conquistare i tuoi commissari esterni? Di seguito trovi i nostri suggerimenti.

Orale maturità: come capire cosa ti chiederanno a partire dalla tesina

PRIMA DI ENTRATE

La prima cosa da ricordare è di indossare un abbigliamento adeguato: evita pantaloni e gonne corte, ma anche canottiere e capi che attirano troppo l’occhio. È meglio optare per capi sobri e che diano un’immagine da studente modello! Visto che i commissari esterni non ti conoscono, infatti, è necessario dare subito una buona impressione. Una volta finito il colloquio potrai tornare a mettere tutto quello che più ti piace, in totale libertà!
Un secondo consiglio è questo: se sei troppo agitato, prima d’entrare nella stanza d’esame prenditi qualche minuto per trovare la concentrazione e rilassarti: inspira ed espira profondamente per tre o quattro volte. Ti aiuterà a calmarti un po’.

Focus: Come esporre la tesina all'orale della maturità

DURANTE IL COLLOQUIO

Quando entri sii educato: saluta la commissione e sorridi, così ti presenterai bene. Alla fine dell’orale ricordati di salutare di nuovo e di stringere la mano a tutti i commissari.

La quarta mossa per fare una buona impressione è usare bene il linguaggio del corpo: quando ti siedi evita di incrociare le gambe. Questo, infatti, denota timore o scarso interesse per chi ti trovi davanti.
Allo stesso modo, altri due consigli sono quelli di non incrociare le braccia, perché questa posizione trasmette chiusura verso l’interlocutore, e di non appoggiarsi (o sbracarsi) sul tavolo della commissione, perché potrebbe essere visto invece come un atteggiamento un po’ invadente. Insomma, ricordati di stare seduto composto.
Un'altra mossa per conquistare i commissari e la loro attenzione è di guardarli negli occhi, sia quando ti parlano, sia quando sei tu ad esporre la tesina o a rispondere alle loro domande. In questo modo ti mostrerai attento e sicuro della tua preparazione.

Tesina di maturità: i programi per preparare la mappa concettuale

LE DOMANDE:

L’ottavo e il nono consiglio riguardano invece le domande. Prima di tutto, quando i commissari parlano non sovrapporti a loro: anche se hai capito dove vogliono andare a parare aspetta che abbiano finito prima di iniziare a rispondere. Poi, se non hai capito la domanda, chiedi gentilmente di ripeterla e di chiarirtela.

Se non sai rispondere non iniziare a dire cose a caso; piuttosto prova a procedere per ragionamenti oppure, se proprio non ti viene in mente niente, sii sincero e dì che non ricordi la risposta, anche a causa dell’emozione.

Infine, l’ultimo dei nostri consigli per conquistare i commissari all’orale è quello di non chiedergli subito com’è andato il tuo colloquio, altrimenti ti dimostrerai impaziente.
Bene o male puoi capire da solo se hai fatto una bella figura o no: hai risposto a tutte le domande? Hai avuto qualche caduta su alcuni argomenti? Hai fatto scena muta?
Se qualche tuo compagno di classe ti ha ascoltato, chiedi un parere a lui. Altrimenti porta pazienza fino all’uscita dei quadri e intanto goditi il momento: hai appena finito l’esame di maturità!