Colloquio di lavoro: 10 consigli sul linguaggio del corpo

Di Redazione Studenti.

Devi sostenere un colloquio di lavoro? Ecco alcuni consigli sul linguaggio del corpo e la comunicazione non verbale per apparire convincenti

COLLOQUIO DI LAVORO E LINGUAGGIO DEL CORPO

Durante un colloquio di lavoro non sottovalutate il linguaggio del corpo e la comunicazione non verbale: due elementi importanti che, se curati, possono farvi sembrare più convincenti agli occhi dei selezionatori. Con il linguaggio del corpo e la comunicazione non verbale si può riuscire, in qualsiasi situazione, a nascondere ansia e preoccupazione per mostrarsi, invece, sicuri di sé. Per mostrare di essere sicuri di noi stessi non bisogna fare attenzione solo a quello che si dice con le parole, ma anche a quello che si comunica con i gesti e la postura.
Un candidato che è in grado di comunicare sicurezza con il linguaggio del corpo farà certamente un’impressione migliore di uno che se ne sta sbracato sulla sedia o che, al contrario, se ne sta tremante e accartocciato su se stesso nella speranza che il colloquio finisca presto.

Colloquio di lavoro, 5 domande che decidono se sarai assunto

COLLOQUIO DI LAVORO, COMUNICAZIONE NON VERBALE

Colloquio di lavoro: l'importanza del linguaggio del corpo
Colloquio di lavoro: l'importanza del linguaggio del corpo

Dovete prepararvi per un colloquio di lavoro? Ecco alcuni consigli per migliorare il vostro linguaggio del corpo e la comunicazione non verbale durante il colloquio, tratti dal sito di Nestlé:

  1. Sedetevi in modo composto, tenete la schiena dritta e non ingobbitevi

  2. Non incrociate le braccia: le braccia incrociate vi fanno sembrare poco comunicativi e sulla difensiva
  3. Occhio alle mani: date una bella stretta di mano sicura. Evitate la mano floscia e senza vita ma non arrivate nemmeno a stritolare la mano dell’intervistatore! Trovate una giusta via di mezzo.
  4. Evitate di giocherellare con cravatte, collane o capelli, cosa che vi farà apparire nervosi. Non aggrappatevi agli eventuali braccioli della sedia come se steste per cadere in un burrone. Piuttosto tenete le mani aperte con i palmi verso l’alto per mostrare onestà e ricettività.
  5. Mantenete il contatto visivo: Guardate sempre negli occhi l’intervistatore. Vi risulta difficile? Cercate di rilassarvi e di concentratevi su quello che dice, così guardalo negli occhi vi risulterà più facile.
  6. Sporgetevi leggermente in avanti per mostrarvi più concentrati e interessati.
  7. Fate pratica: nei giorni prima del colloquio di lavoro esercitatevi a casa. Prendete uno specchio e provate a rispondere ad una delle domande più classiche che vengono fatte ai colloqui, come ad esempio “Perché vorrebbe lavorare qui’”. In questo modo potrete vedere se gesticolate troppo e in quali modi dovete migliorare il vostro linguaggio del corpo.
  8. Prendetevi un momento: Non rispondete in modo precipitoso a tutte le domande ma, se vi serve, prendetevi un secondo per riflettere prima di dare la risposta. Dimostrerà che siete persone che hanno il controllo e che pensano prima di rispondere.
  9. Fate riferimento ad un modello: il mondo dei media è pieno di persone con buone doti comunicative. Prendete a modello un personaggio che secondo voi ha un buon linguaggio del corpo e osservatelo durante interviste o altre apparizioni per capire cosa potreste imparare da lui/lei.
  10. Come vestirsi al colloquio: prima del colloquio indagate sull’abbigliamento richiesto dall’azienda. Nel dubbio è comunque meglio apparire molto formali piuttosto che troppo informali.