Città universitarie in Piemonte: studiare a Domodossola, Novara, Verbania

Volete saperne di più sulle città universitarie in Piemonte? Valutiamo insieme cosa offrono Domodossola, Novara e Verbania, in termini di atenei e servizi

Città universitarie in Piemonte: studiare a Domodossola, Novara, Verbania
getty-images

Città universitarie in Piemonte: studiare a Domodossola, Novara, Verbania

Fonte: getty-images

Sono svariate le opportunità per studiare in Piemonte e, guardando a città come Novara e Verbania, è facile optare per l’UPO, l’Università del Piemonte Orientale. Non mancano però opzioni anche nel Verbano Cusio Ossola, precisamente a Domodossola.

In questo articolo forniamo informazioni utili per tutti i tipi di studenti. Da chi frequenta l’ultimo anno delle scuole superiori e sta ovviamente ragionando sul prossimo step per la propria istruzione, a chi è già iscritto all’Università ma medita un trasferimento. Spazio inoltre a chi, già nel mondo del lavoro, è intenzionato a tornare sui libri per completare quel percorso interrotto anni prima.

Offriamo dettagli su queste tre città universitarie in Piemonte, Domodossola, Novara e Verbania, al fine di comprendere se questa scelta di vita faccia al proprio caso o meno. Del resto si tratta di un passo cruciale per la propria crescita.

Studiare a Domodossola

Domodossola è una città ricca di storia, posta al centro delle sette valli dell’Ossola. Il suo centro storico è di stampo medievale e vanta un territorio davvero ricco di stupendi scenari paesaggistici. Da ammirare e scoprire di certo il Sacro monte Calvario, Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO.

Nel territorio sono offerte numerose opportunità di corsi, sostenuti dall’Associazione per lo sviluppo della cultura, degli studi universitari e della ricerca nel Verbano Cusio Ossoia. Sul sito ufficiale è possibile ottenere tutte le informazioni del caso, in merito a corsi di ingegneria informatica ed elettronica, infermieristica, fisioterapia, chimica e turismo, così come di persona presso la sede del Collegio Mellerio Rosmini.

Biblioteche dove studiare a Domodossola

Il luogo ideale dove studiare a Domodossola è la Biblioteca Civica Gianfranco Contini. Trova spazio in Via Antonio Rosmini, 20. Aperta al pubblico cinque giorni a settimana, con orari dalle 9.00 del mattino alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00 del pomeriggio, dal lunedì al venerdì. Al sabato, invece, orario ridotto dalle 9.00 alle 12.30.

Una struttura storica, la Biblioteca comunale di Domodossola, fondata nel 1854. Vanta una ricca storia, ma soprattutto si poggia su un tesoro di documenti storici provenienti dalla biblioteca del convento dei Cappuccini.

Cosa fare e come muoversi a Domodossola

La vita a Domodossola scorre serena, tra cultura, natura, enogastronomia e shopping. Un luogo in cui vivere davvero il territorio e la comunità. La città è perfettamente vivibile a piedi, considerando la sua struttura. Non mancano però, ovviamente, mezzi di trasporto.

È infatti possibile comodamente raggiungere la città o recarsi in altri centri limitrofi o più distanti. La stazione ferroviaria internazionale di Domodossola è un vero e proprio crocevia di linee per l’area meridionale europea. È facile raggiungere il territorio da Milano o Torino, ad esempio, considerando come transitino treni Eurocity, Intercity, interregionali e Regionali di Trenitalia e Trenord. Esistono ad esempio le tratte dirette Domodossola-Milano e Domodossola-Novara.

Ascolta il podcast sull'orientamento universitario

Ascolta su Spreaker.

Studiare a Novara

Novara è una città dalla ricca storia. Un importante centro commerciale, posto quasi al confine con la Lombardia. Dista infatti appena 50 km da Milano. A soli 30 si trova invece il Lago Maggiore e a 40 km c’è il Lago d’Orta.

Uno splendido territorio collinare, bagnato dai torrenti Agogna e Terdoppio.

Novara è sede dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale. Qui trovano spazio quattro degli otto dipartimenti dell’Ateneo. Si tratta di medicina traslazionale, scienze della salute, scienze del farmaco e studi per l’economia e l’impresa. In merito è possibile ottenere tutte le informazioni del caso attraverso il sito ufficiale dell’UPO.

Biblioteche e dove studiare a Novara

Non mancano di certo aree dedite allo studio e alla ricerca a Novara. È possibile optare per una delle dieci biblioteche presenti, storiche o di più recente istituzione. Rivolgiamo però l’attenzione principalmente alla biblioteca del Polo di Novara.

Trova spazio in via Perrone 18 e riunisce i servizi delle ex biblioteche di dipartimento novaresi, ora disattivate. Uno spazio multidisciplinare dedicato tanto agli studenti universitari quanto alle esigenze generali del territorio. L’apertura al pubblico è dalle ore 9.00 alle ore 18.00, con chance di poter usufruire anche del servizio navetta tra la biblioteca e il Dipartimento di Scienze del Farmaco.

Mense e punti ristoro a Novara

Qualsiasi studente universitario, al di là di quella che è la sua posizione di studi, può sfruttare il servizio ristorazione dell’E.Di.S.U., con mense universitarie e servizi sostitutivi di mensa (presso esercizi convenzionati)

Due le tariffe proposte, intera e agevolata, con differenziazione sulla base sia del reddito che del merito. La mensa universitaria di Novara è sita in via E. Perrone 22. È possibile richiedere la necessaria mensa per usufruire del servizio presso l’Ente per il diritto allo studio universitario.

Alloggi universitari a Novara

Gli studenti universitari possono usufruire del servizio residenziale offerto e gestito dall’E.Di.S.U., che a Novara trova spazio in Via Passalacqua 11. Si tratta della residenza universitaria “Castalia”. Una struttura recentemente ristrutturata, posta nell’area centrale della città, all’interno del Campus Universitario, sito nell’ex Caserma Perrone. Vanta un totale di 54 camere singole e 14 doppie. Facile da raggiungere, essendo poco distante dalla stazione ferroviaria.

Cosa fare e come muoversi a Novara

Novara sorge a metà strada tra Torino e Milano, circa, e vanta numerose attrazioni. Partiamo con gli edifici sacri, che ben si distinguono in quello che è lo skyline cittadino. Bati pensare alla Cattedrale di Santa Maria Assunta. Tra gli edifici storici da visitare spicca inoltre il Palazzo Tornielli Bellini. A pochi passi dal centro sorge inoltre il Teatro Coccia. Per quanto riguarda il cibo della tradizione, invece, è impossibile non recarsi presso il Biscottificio Camporelli, famoso per i biscotti novaresi.

Per raggiungere Novara si possono sfruttare le linee Torino-Novara-Milano, Alessandria-Novara e Novara-Saronno. Per quanto riguarda il trasporto pubblico locale, invece, ci si può affidare ai mezzi della Sun, che offre ovviamente anche biglietti in abbonamento.

Studiare a Verbania

Verbania è un comune posto sulla sponda occidentale del Lago Maggiore, nel cui bacino è il centro più popoloso. Questo è indice di una certa vitalità. Un territorio molto ricco dal punto di vista paesaggistico. Basti pensare che parte di esso è compreso nel Parco nazionale della Val Grande.

Per quanto riguarda le opzioni di studio universitario, invece, si fa riferimento alla già citata Università del Piemonte Orientale, nata nel 1998. Quest’ultima vanta otto dipartimenti e la sua offerta formativa si snoda anche in altre città, oltre alle tre principali: Novara, Alessandria e Vercelli. Spazio dunque a Verbania, dov’è possibile frequentare i corsi di laurea in Fisioterapia e Infermieristica.

Biblioteche dove studiare a Verbania

Il luogo ideale per studiare e prepararsi per gli esami è la Biblioteca Civica Pietro Ceretti di Verbania. È sita in Via Vittorio Veneto 138, aperta sei giorni a settimana. Dal martedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 18.30, ininterrottamente. Alla domenica, invece, dalle ore 15.00 alle 18.30. Fondata nel 1907, vanta un patrimonio di più di 70mila tra libri, dvd e cd, disponibili in differenti sezioni.

Mense e punti ristoro a Verbania

Sul sito dell’E.Di.S.U. è possibile trovare l’elenco di tutti i locali a Verbania, e non solo, che offrono un servizio alternativo a quello della mensa universitaria vera e propria, garantita da UPO soltanto ad Alessandria e Novara. Tutti gli studenti sono ammessi e possono chiedere il rilascio della tessera necessaria presso l’Ente per il diritto allo studio universitario.

Cosa fare e come muoversi a Verbania

Sono tanti i luoghi da scoprire a Verbania, a partire dai giardini botanici di Villa Taranto, strutturati in un sentiero di ben 12 tappe. Spazio poi alle Isole Borromee, tra le mete preferite sul Lago Maggiore, la Riserva Naturale del canneto di Fondotoce, il Cavandone e la Chiesolina del Buon Rimedio e la frazione di Intra.

Per raggiungere il centro si può arrivare alla stazione di Verbania-Pallanza, che è a Fondotoce, per poi sfruttare la linea Domodossola-Milano e quella Briga-Domodossola, che vanta inoltre collegamenti con Parigi, Ginevra e Bruxelles.

Leggi altri contenuti sulle Città Universitarie

Città universitarie in Piemonte: studiare a Vercelli, Ivrea

Studiare a Milano: alloggi, mense, biblioteche e vita studentesca

Studiare a Torino: alloggi, mense, biblioteche e vita studentesca

Un consiglio in più