Cento giorni alla maturità, tutti i riti degli studenti

Di Valeria Roscioni.

Pigiama party, palpatine più o meno indesiderate, giri della piazza e Harlem Shake. La festa è stata grande e ci è scappato anche l’episodio di cui vergognarsi

SPECIALE MATURITA' 2018

|Date maturità 2018| Tesine | Gruppo Fb maturità 2018 |

CENTO GIORNI. È fatta. L’ora X è scattata e ormai è impossibile tornare indietro. La strada per la maturità è a senso unico (si spera!) e una volta imboccata conduce dritto dritto all’esame, un banco di prova importante, il primo così difficile, il primo a fare davvero paura. E allora che si fa? Ovvio: si festeggia. Per questo ieri in occasione dei cento giorni dall’esame di maturità gli studenti di tutta Italia hanno deciso di scatenarsi tra balli, scaramanzia e tanta confusione. Ecco come è andata.

100 GIORNI, GUARDA IL VIDEO >>

CITTA’ CHE VAI, RITO CHE TROVI.
C’è chi ha organizzato una serata in pizzeria (con o senza prof), chi si è impadronito della palestra trasformandola in discoteca per un giorno, chi se ne è andato a zonzo in centro e chi, invece, si è riunito a casa di qualcuno per passare sotto lo stesso tetto la centesima notte prima dell’esame. In alcune città, però, è successo molto, molto di più. Incuranti del maltempo gli studenti non hanno rinunciato a nessun rito scaramantico e, anzi, hanno rincarato la dose aggiungendo qualche tocco creativo niente male. Così mentre alcuni, come tradizione vuole, se ne sono andati a Viareggio a scrivere il voto dei loro sogni sul bagnasciuga o a lanciare il sale in mare, altri a Roma, a Como e Pisa hanno organizzato un flash mob all’ultima moda sulle note di Harlem Shake lasciando i passanti a bocca aperta.



Sempre a Pisa, in mancanza del classico rito della lucertola (l’animaletto di bronzo scolpito sul portone era stato protetto da transenne) ci si è arrangiati come si poteva con cento giri della piazza, cento firme sulla maglietta, cento baci o cento palpatine di lato B. Un’unica nota negativa ha pesato su questa giornata di festa: un gruppo di ragazze proprio a Pisa è stato accerchiato, palpeggiato e derubato di cellulari e portafogli.


MATURITA' 2013, TUTTI GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI >>


E ORA CHE SI FA? Ora è arrivato il momento di studiare: non c’è più tempo da perdere, il tempo dello studi matto e disperatissimo (per dirla alla Leopardi è ormai arrivato), per fortuna, però, ci siamo qui noi. Per avere a portata di mano tutte le risorse che ti servono per prepararti CLICCA QUI >>