Carta del docente: come cambia

Di Redazione Studenti.

Carta del docente: i 500 euro che gli insegnanti possono investire in libri, pc e corsi di formazione, non sono stati eliminati dalla manovra

CARTA DEL DOCENTE, NOVITÀ

Carta del docente: come cambia
Carta del docente: come cambia — Fonte: getty-images

La carta del docente non verrà eliminata, diversamente da quanto appreso nelle prime ore del pomeriggio del 28 ottobre. La norma sulla carta del docente della Manovra 2022, è stata infatti eliminata e i docenti a tempo indeterminato delle Istituzioni scolastiche statali continueranno quindi a percepire il bonus annuale di 500 euro da investire in cultura e formazione. 

CARTA DEL DOCENTE: QUANTO VALE E COME FUNZIONA

La carta del docente è un'iniziativa introdotta dalla Buona Scuola che consente agli insegnanti di ruolo a tempo indeterminato di spendere, ogni anno, 500 euro in cultura. Ecco alcuni esempi delle spese che si possono sostenere con la carta del docente:

  • Libri, riviste, testi, pubblicazioni sia in formato cartaceo che digitale
  • Corsi di enti accreditati al Ministero dell'Istruzione che servano per l'aggiornamento delle competenze
  • Corsi di laurea di qualunque livello che siano collegati alla professione
  • Ingresso a musei, teatri, mostre, eventi, cinema
  • Sistemi software o hardware
  • Corsi formativi operati da enti accredidati

Dopo la conferma del mantenimento della carta del docente, il sottosegretario all'Istruzione Rossano Sasso ha precisato che "bisogna estendere il bonus agli insegnanti precari".